Gabriele Battaglia

È un giornalista italiano che vive a Pechino. È direttore di China Files.

Pechino abbatte lo smog ma allontana i migranti

L’inverno pechinese ha offerto cieli azzurri e aria respirabile. Chi ci vive è felice, ma centinaia di migliaia di persone sono costrette a tornare ai villaggi d’origine. Leggi

A che punto sono i diritti lgbt in Cina

Mentre il governo e le tradizioni limitano la libertà di orientamento sessuale, la società si apre gradualmente e spuntano collaborazioni tra gli attivisti lgbt e le istituzioni. Leggi

pubblicità
Pechino caccia i lavoratori più deboli

Le autorità stanno sgomberando le abitazioni dei lavoratori arrivati a Pechino dalle zone rurali del paese. Senza dire dove finiranno e favorendo la speculazione immobiliare. Leggi

La nuova rivoluzione verde cinese

Oggi la Cina sembra l’avanguardia delle politiche ambientali: sia perché dall’altra parte del Pacifico c’è un presidente disinteressato alla questione sia perché ha deciso l’eliminazione del carbone. Leggi

La Cina valuterà i cittadini in base a come si comportano online

Sulle attività online si basa un sistema di rating che traccia, cataloga e assegna un voto a tutti i cittadini e alle entità collettive cinesi, come le imprese. Leggi

pubblicità
Il nuovo potere centralizzato di Xi Jinping

Durante il congresso del Partito comunista, Xi Jinping ha insistito sulla parola “potenza”. Ma è presto per dire se il presidente cinese abbia mire espansive. Leggi

A Pechino è cominciata la grande cerimonia del congresso

Benzinai chiusi, eventi culturali annullati, Tibet e Xinjiang sotto sorveglianza: a Pechino è in corso il congresso del più grande partito del mondo. Leggi

A Pechino non c’è posto per gli artisti

La capitale cinese sta smantellando le iniziative di riqualificazione spontanea delle aree dismesse. Per la speculazione immobiliare è una buona notizia. Leggi

Anche i mastini tibetani sono vittime del mercato cinese

La triste parabola del cane molossoide, quasi mitico per stazza e ferocia, descritto da cronisti e viaggiatori fin dall’antichità. Leggi

Sugli altipiani cinesi il consenso si conquista con le energie rinnovabili

Nella provincia del Qinghai, al confine con il Tibet, Pechino punta sulle nuove infrastrutture per rilanciare l’economia e conquistare la popolazione. Leggi

pubblicità
Viaggio dietro la facciata scintillante di Singapore

Pulitissima, governata dalla stessa famiglia dal 1959 e un sistema economico che non disdegna lo sfruttamento dei migranti. Un modello che piace alla Cina. Leggi

È morto Liu Xiaobo, l’intellettuale che impauriva Pechino

Lo scrittore premio Nobel per la pace aveva 61 anni. Era in carcere dal 2009 perché riteneva che la Cina fosse matura per la democrazia. Leggi

A Pechino i lavoratori precari si  organizzano

Alle porte di Pechino è sorta una città di migranti con teatro, scuole, cinema e un museo di storia operaia. Un’area che fa gola agli speculatori immobiliari. Leggi

Xi Jinping ribadisce che a Hong Kong comanda Pechino

Mentre il presidente celebra i vent’anni di sovranità cinese, nel territorio l’attivismo prende strade diverse dal movimento Occupy Hong Kong. Leggi

In Cina si può morire di indifferenza

Cinque milioni di visualizzazioni e migliaia di commenti: un video online ha riacceso il dibattito sull’etica perduta della Cina. Leggi

pubblicità
Il lavoro a costo zero nel mondo dell’elettronica di Pechino

La nuova società dei servizi, della conoscenza, dell’innovazione voluta dalla leadership di Pechino non dà valore all’intelligenza che si mette all’opera. Leggi

La nuova via della seta vista dalla Cina

L’attuale modello di globalizzazione, che fa perno sugli Stati Uniti, va affiancato dal multilateralismo cinese, secondo l’analista Wang Yiwei. Leggi

La serie tv sulla corruzione che conquista i cinesi

Trecentocinquanta milioni di spettatori per l’episodio pilota, 1,7 miliardi nel mese di messa in onda. Il fenomeno televisivo della primavera cinese. Leggi

Pechino senza macchia e senza storia

Il rinnovamento urbano della capitale cinese è inarrestabile. La classe media è soddisfatta, il resto della popolazione ingrossa periferie prive di opportunità. Leggi

In Cina aumenta l’insofferenza nei confronti di Pyongyang

Qualche giorno fa mi è stato chiesto di consultare la mia “sfera di cristallo” per dire come sarebbe andata a finire la vicenda nordcoreana: ci sarà la guerra? Leggi

pubblicità