Comunicazione

Occuparsi delle cose importanti

L’idea che sia opportuno e giusto focalizzarsi in primo luogo su quanto è rilevante trova sostegno nel principio di Pareto, conosciuto anche come la regola 80/20. Leggi

Convinti a sproposito

Contrastare le fake news non basta. È anche indispensabile fare un esercizio di pensiero critico per quanto riguarda, per esempio, le relazioni di causa-effetto. Leggi

pubblicità
Cambiare la politica cambiando le emozioni

Se il gioco è a chi emoziona di più, qualsiasi appello che contenga una componente razionale risulterà perdente. Ma forse è possibile cambiare le regole del gioco. Leggi

Quanto è complicato immaginare il futuro

Ci capita di dover immaginare il futuro molto più spesso di quanto crediamo. E ci riusciamo molto meno bene di quanto pensiamo. Leggi

Pierino e il vaso cinese

Basta piazzarsi davanti alla tv per mettere insieme una serie di risposte preconfezionate da dare a chi ci chiede conto delle nostre responsabilità. Leggi

pubblicità
È sempre colpa di qualcun altro

La propensione dei leader ad attribuire colpe crea una cultura della paura, scoraggiando le persone dall’assumersi rischi e dall’imparare dai propri errori. Leggi

I discorsi d’odio non vanno sottovalutati

Mantenere un’attenzione costante e contrastare dichiarazioni e comportamenti ostili e discriminatori è un buon modo per evitare che le cose peggiorino. Per questo lo spot di Alitalia ha suscitato molta irritazione. Leggi

La reputazione è una faccenda complicata

La reputazione non è diventata importante solo a causa di internet e dei social network. Anche gli imperatori romani o i medici cinesi di epoca Tang dovettero farci i conti. Leggi

Scontenti di essere riusciti

In qualche modo siamo tutti inseriti in un meccanismo infernale di illusioni e disillusioni. Per conviverci, restano l’umorismo e qualche pausa strategica. Leggi

Vietati gli abbracci, i bacioni, il buonsenso e le bandiere

Sono sempre più convinta che oggi il confronto politico si giochi sul presidio dei territori. E abbandonare a se stessi i simboli e i luoghi significa solo illudersi di preservare la propria virtuosa rettitudine. Leggi

pubblicità
C’è troppa gente troppo sola

La sensazione di solitudine oggi riguarda soprattutto chi ha più di 65 anni e meno di 25 anni. E l’Italia nel contesto europeo mostra la maggiore fragilità, che si ripercuote sulla sua democrazia. Leggi

Dieci raccomandazioni per l’attivismo online

Il dibattito e il confronto (anzi, lo scontro) politico si sono spostati in rete. Ecco come farcene una ragione e migliorare il nostro attivismo online. Leggi

Senza avversari non c’è gara

Invece di puntare allo stesso obiettivo con forze diverse, tendiamo a identificare ogni concorrente con un rivale, ogni rivale con un nemico, ogni competizione con un conflitto. Leggi

Negare l’evidenza

Negando i problemi come collettività, e non solo individualmente, ci troviamo immersi in una realtà opaca e vischiosa, ansiogena e claustrofobica. Leggi

Cosa serve per fare un leader

Più le persone vogliono contare come individui, più sentono il bisogno di fare riferimento a un leader per contare ancora di più. Soprattutto in tempi di cambiamento come questi. Leggi

pubblicità
Quanto vale la nostra attenzione

I social network e i mezzi di comunicazione vanno a caccia della nostra attenzione perché è scarsa e ha un valore. Allora bisogna pensarci bene prima di sprecarla su cose insignificanti. Leggi

Leggere un libro per tirare il fiato

Due fatti indipendenti tra loro, ma legati da un filo emotivo, fanno pensare che la lettura e una pausa dai social network possano restituirci senso e stabilità. Leggi

Jeff Bezos, il National Enquirer e un vero dramma americano

Il presunto ricatto del settimanale scandalistico ai danni del proprietario di Amazon riguarda l’Arabia Saudita, l’elezione di Trump e la natura del potere. Leggi

Travolti dalle informazioni

Più aumentano le informazioni e le decisioni da prendere, più crescono la fatica di analizzare e selezionare, il senso di inadeguatezza, l’indifferenza. Leggi

L’attenzione è una risorsa preziosa

L’attenzione determina, migliorandola, la qualità della nostra esperienza di vita. Se stiamo attenti, siamo in grado di capire, imparare, ricordare meglio. Leggi

pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.