Comunicazione

Trieste, come danneggiarsi l’immagine in due semplici mosse

A Trieste si sono verificati un paio di episodi che riguardano la comunicazione. Meritano di essere analizzati perché possono insegnarci qualcosa di importante. Leggi

Come funziona il meccanismo del discredito

Una nuova narrazione “ha valore” nel momento in cui è ripresa e diffusa per il solo fatto di esistere in quanto tale. E più è semplificata, più è convincente. Leggi

pubblicità
Lunga vita a chi è altruista

In questi tempi in cui essere “cattivisti” va così di moda un pensierino in più sull’altruismo, le sue origini e i suoi effetti ci potrebbe anche stare. Leggi

Nessuno risponde più al telefono

Fino a poco tempo fa ignorare una telefonata era considerato un gesto da maleducati. Poi sono arrivate le emoji, la comunicazione asincrona e le telefonate robotizzate. Leggi

Un mondo in un’immagine

L’immagine di Donald Trump al G7 dice molte cose, e altre ne suggerisce: sulla situazione fotografata, sulle dinamiche dell’informazione, su quelle della percezione. Leggi

pubblicità
Catene di sbagli

Cambiare direzione significa prendere una decisione del tutto nuova, ammettere lo sbaglio e perdere tutto l’investimento fatto. A volte, però, sarebbe la cosa migliore da fare. Leggi

Psicoanalisi in treno

Per essere creativi dobbiamo espropriarci di quello che crediamo di essere, senza sapere ancora cosa potremmo essere. Conversazione con lo psicoanalista e psicoterapeuta Nicolò Terminio. Leggi

Quanto e come siamo prevedibili?

Lo siamo molto di più di quanto ci piaccia pensare, perché i grandi numeri, la potenza di calcolo e gli algoritmi permettono di andare davvero per il sottile. Leggi

Scusa se ti rispondo in ritardo

Per scrivere un’email o un messaggio di testo ci vogliono pochi secondi, ma spesso preferiamo ignorarli. Leggi

Il prologo poco conosciuto del caso Cambridge Analytica

Come mai i dati di Facebook sono così cruciali, visto che in rete chiunque può disinformare tantissime persone? Leggi

pubblicità
Le nostre vite, tra informazione e disinformazione

Non si può sostenere di non essere per niente influenzabili nelle proprie decisioni. Così come non si può dire che una fonte d’informazione vale l’altra. Leggi

L’amara verità sulle notizie false

Se abbiamo a disposizione sempre più informazioni sbagliate, che veicolano emozioni inappropriate, prenderemo sempre più spesso decisioni sbagliate e inappropriate. Leggi

L’ossessione per la felicità ci rende infelici

Assistiamo a un’inflazione di metodi per sviluppare il pensiero positivo. Attitudine che porta a ignorare ansie, paure, rabbia. E che in fin dei conti disabitua a riconoscerle e a gestirle. Leggi

In cerca di modelli positivi e credibili

Dotarsi di buoni modelli di ruolo può aiutare a sapere chi vogliamo sognare di essere. E a decidere cosa si vuole fare nella vita e come lo si vuole fare. Leggi

Dai consumi alla politica, la personalizzazione è un’illusione

Uno dei paradossi della società massificata e omologata è il successo dei prodotti disegnati su misura che ci convincono a comprare qualsiasi cosa e qualsiasi idea. Leggi

pubblicità
Dal caregiver allo shopping district, l’inglese è come il prezzemolo

Tre diversi messaggi, arrivati a distanza ravvicinata, testimoniano un fastidio diffuso per un impiego tanto decorativo quanto incongruo dell’inglese. Leggi

Vantarsi di evitare la tv e i social network non rende migliori

È possibile diventare dipendenti da cose che sembrano edificanti e intelligenti quanto dalle sciocchezze. Leggi

Come e perché questa è l’età dell’ansia

L’ansia è una condizione di disagio psicologico. Ma è anche diversa dallo stress ed è un potente stimolo a darsi da fare e a produrre soluzioni creative. Leggi

È giusto preoccuparsi delle fake news, e continuare a farlo

È tutto ancora molto confuso: le stesse dinamiche di produzione e diffusione delle notizie false sono molteplici e ancora non del tutto chiarite. Leggi

L’informazione scientifica tra fatti, ambiguità e frottole

Tutti possiamo autoingannarci. Per smontare le notizie false bisogna essere scettici, non faziosi. Leggi

pubblicità