Mali

Mali

Capitale
Bamako
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Franco CFA
Superficie
La lotta al terrorismo nel Sahel è complicata dai mercenari russi

Il Mali, guidato da una giunta militare, si sente abbandonato da Parigi e potrebbe chiedere aiuto alla Russia. Parigi e l’Unione europea escludono di collaborare con delle forze paramilitari, ma la questione è la legittimità del regime. Leggi

Le donne del Mali resistono alle tradizioni patriarcali

Nel paese una cultura ancora maschilista ostacola l’accesso a istruzione e lavoro per le ragazze, mentre la guerra le espone a violenze e migrazioni. Ma c’è chi prova a reagire, facendo rete e raccontando gli abusi subiti. Il video. Leggi

pubblicità
L’ipotesi di mercenari russi in Mali irrita Parigi

L’agenzia Reuters ha dato notizia di un contratto tra il governo di Bamako e la compagnia privata russa Wagner per l’invio di mercenari in Mali. La mossa sarebbe un colpo per la Francia, che sta rivedendo la sua presenza militare nel paese. Leggi

Nuovo golpe in Guinea causato da un presidente irragionevole

La Guinea era in crisi da oltre un anno perché il presidente Condé ha voluto a tutti i costi un terzo mandato, vietato dalla costituzione. Ora i paesi vicini chiederanno stabilità, ma l’esempio del Mali non fa ben sperare. Leggi

Il popolo del deserto a cui Tripoli non riconosce nessun diritto

Presenti nelle aree desertiche dalla Libia al Mali, i tuareg sono stati usati da Gheddafi nelle sue lotte di potere, ma continuano a essere ai margini della società libica, guardati con sospetto anche dal mondo arabo. Leggi

pubblicità
Fatoumata Diawara racconta un’Africa che vuole cambiare

L’artista maliana, che farà tappa tra le altre a Roma, Bologna e Sassari, dice che in Africa nascono nuovi suoni, nuove espressioni, nuove rappresentazioni. Ma la realtà politica, in Mali e nel Sahel, è caotica. Leggi

Macron minaccia di rivedere la presenza francese nel Sahel

Il presidente francese si dice pronto a ritirare le truppe dalla regione se non ci sarà una transizione democratica e un isolamento delle fazioni jihadiste. Ma sulla missione africana è sempre più necessario fare chiarezza. Leggi

Il nuovo colpo di stato in Mali rivela un’instabilità cronica

Aumenta l’instabilità politica nei paesi del Sahel impegnati nella lotta contro i jihadisti e affiancati da militari in gran parte francesi. La società civile chiede di cambiare approccio per difendere realmente le popolazioni. Leggi

La Francia dovrebbe rivedere il suo impegno militare nel Sahel 

Per la prima volta buona parte dell’opinione pubblica francese si è espressa in favore di un ritiro dei militari francesi dal Mali. L’Eliseo cerca interlocutori tra i governi dell’area per consegnargli il testimone della guerra contro i jihadisti. Leggi

La missione francese in Mali non aiuta la pace

I gruppi jihadisti attaccano sia le forze armate locali sia i villaggi che tentano di sottrarsi al conflitto. La Francia, che nell’intervento armato ha perso 55 militari in otto anni, dovrebbe lasciare il paese, ma non trova mai il momento giusto. Leggi

pubblicità
Il jihadismo si espande in Africa, dove lo stato è assente

La maggior parte delle vittime del terrorismo globale sono africane, non europee: i gruppi jihadisti controllano i territori abbandonati dalle istituzioni. E la risposta militare si dimostra sempre più inefficace. Leggi

In Mali i golpisti tendono la mano alla società civile

I militari non saranno in grado di risolvere tutti i problemi del Mali, ma hanno sancito la fine di un regime che non andava più bene né alla popolazione né ai partner internazionali del paese. Leggi

Il colpo di stato in Mali avrà ripercussioni profonde

Il 18 agosto i militari hanno deposto il presidente Keita, promettendo di restituire il potere ai civili. Al di là dei consueti proclami, per il paese saheliano ci sono diverse poste in gioco all’interno e all’estero. Leggi

Il silenzio che circonda la missione militare italiana nel Sahel

A differenza delle altre missioni estere italiane, sulla task force Takuba a comando francese sono trapelate solo poche informazioni. Cosa faranno i militari in territorio subsahariano? Leggi

In Mali si contesta il presidente e anche la Francia

Gli oppositori imputano al presidente Ibrahim Boubacar Keita il peggioramento delle condizioni di sicurezza in gran parte del paese. Ritenuta sua alleata, la Francia è sospettata di avere delle mire sulle risorse minerarie del paese. Leggi

pubblicità
Nel Sahel le atrocità commesse dai militari rafforzano i jihadisti

Fosse comuni, esecuzioni extragiudiziali, pulizia etnica: nella regione subsahariana la situazione è fuori controllo e le istituzioni nazionali e internazionali rivelano la loro debolezza. Leggi

Gli ostaggi dimenticati nel Sahel

Un video dimostra che Pier Luigi Maccalli e Nicola Chiacchio, rapiti dai jihadisti attivi nella regione africana, sono vivi. Ma non sono gli unici italiani sequestrati: per i terroristi possono essere un’arma molto utile. Leggi

Il gruppo Stato islamico trova terreno fertile nel Sahel

Le cellule jihadiste si concentrano tra queste sabbie dimenticate, finanziandosi con narcotraffico, tasse imposte alle popolazioni locali, sfruttamento delle miniere d’oro informali e sequestri di cittadini occidentali. Leggi

Gli incontri di Bamako

Fino al 31 gennaio in Mali si svolge la 12esima edizione della Biennale di fotografia e video Les Rencontres de Bamako. In mostra le opere di 85 artisti. Leggi

Nel Sahel i jihadisti hanno scoperto una miniera d’oro

Dopo aver perso terreno in Medio Oriente, i gruppi legati ad Al Qaeda e al gruppo Stato islamico si stanno espandendo in Africa e sfruttano le miniere d’oro in tutta la regione. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.