Mali

Mali

Capitale
Bamako
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Franco CFA
Superficie
Saltano gli accordi

Denunciando le “violazioni flagranti” della sovranità nazionale, il 2 maggio la giunta militare del Mali ha rotto gli accordi di difesa che regolano la presenza nel pa... Leggi

Screditare la Francia

Il 19 aprile i soldati francesi dell’operazione Barkhane hanno lasciato la base di Gossi, in Mali. Pochi giorni dopo su Twitter hanno cominciato a circolare dei messaggi... Leggi

pubblicità
Le vittime di Moura nascoste dalla propaganda

Con il pretesto della lotta al terrorismo, alla fine di marzo l’esercito maliano e i suoi alleati russi potrebbero aver ucciso centinaia di civili in una città del Mali centrale Leggi

Per l’Africa non è il momento di restare neutrale sull’Ucraina

Nell’ultimo decennio la Russia ha accresciuto la sua influenza nel continente, e ora molti paesi esitano a prendere le distanze dall’invasione ordinata da Mosca. Leggi

La fragilità dell’esercito

Almeno 27 soldati sono morti il 4 marzo in un attacco terroristico contro una base militare a Mondoro. “Dov’erano gli specialisti russi che dovrebbero aiutarci nella guerra... Leggi

pubblicità
Le decisioni di Bamako

“Fino a cinque anni: è il tempo che potrebbe passare prima del ritorno della democrazia in Mali. Lo dice la nuova carta elaborata dal consiglio nazionale di transizione,... Leggi

Le crisi in Ucraina o nel Sahel non si affrontano con le semplificazioni

Una lettura legata unicamente allo scontro tra grandi potenze non è sufficiente. Bisogna comprendere le radici storiche dei problemi e le dinamiche in atto nei paesi. Leggi

Il ritiro militare francese dal Mali chiude un ciclo storico

Tutti i grandi interventi militari occidentali degli ultimi vent’anni sono falliti, dall’Afghanistan all’Iraq, dalla Libia al Mali. Bisogna cambiare il paradigma dei rapporti con i paesi del Sahel, ascoltando le voci delle società civili. Leggi

I rapporti tra Mali e Francia si avvicinano al punto di rottura

Il ministro degli esteri francese ha definito illegittima la giunta militare di Bamako che ha espulso l’ambasciatore di Parigi. Intanto nel Sahel imperversano i jihadisti e le missioni militari internazionali perdono efficacia e credibilità. Leggi

Il Mali chiede la revisione degli accordi militari con la Francia

Nove anni di intervento francese nel paese africano hanno prodotto un fallimento politico più che militare. È una lezione da imparare. Leggi

pubblicità
Dure sanzioni contro la giunta

Il 9 gennaio la Comunità economica degli stati dell’Africa occidentale (Cédéao) ha ordinato la chiusura delle frontiere con il Mali e ha proclamato un embargo contro... Leggi

In Mali è arrivata l’ora della verità per la giunta militare

In seguito all’ennesimo rinvio delle elezioni, i paesi dell’Africa occidentale hanno imposto pesanti sanzioni ai militari al potere a Bamako, che però hanno risposto con tono di sfida. La soluzione della crisi è un test per tutta la regione. Leggi

Il fallimento francese in Mali è militare, politico e diplomatico

Dopo nove anni di presenza nella regione, Parigi si ritrova senza un orizzonte chiaro, né militare né politico, e senza una via d’uscita onorevole. Leggi

Macron in Mali per trovare un dialogo con il capo della giunta

La fine della missione francese nel Sahel e la presenza dei mercenari russi nella regione rendono sempre più complicate le relazioni tra i due paesi. A essere in discussione c’è l’intera strategia antiterrorismo nel Sahel. Leggi

La lotta al terrorismo nel Sahel è complicata dai mercenari russi

Il Mali, guidato da una giunta militare, si sente abbandonato da Parigi e potrebbe chiedere aiuto alla Russia. Parigi e l’Unione europea escludono di collaborare con delle forze paramilitari, ma la questione è la legittimità del regime. Leggi

pubblicità
Le donne del Mali resistono alle tradizioni patriarcali

Nel paese una cultura ancora maschilista ostacola l’accesso a istruzione e lavoro per le ragazze, mentre la guerra le espone a violenze e migrazioni. Ma c’è chi prova a reagire, facendo rete e raccontando gli abusi subiti. Il video. Leggi

L’ipotesi di mercenari russi in Mali irrita Parigi

L’agenzia Reuters ha dato notizia di un contratto tra il governo di Bamako e la compagnia privata russa Wagner per l’invio di mercenari in Mali. La mossa sarebbe un colpo per la Francia, che sta rivedendo la sua presenza militare nel paese. Leggi

Nuovo golpe in Guinea causato da un presidente irragionevole

La Guinea era in crisi da oltre un anno perché il presidente Condé ha voluto a tutti i costi un terzo mandato, vietato dalla costituzione. Ora i paesi vicini chiederanno stabilità, ma l’esempio del Mali non fa ben sperare. Leggi

Il popolo del deserto a cui Tripoli non riconosce nessun diritto

Presenti nelle aree desertiche dalla Libia al Mali, i tuareg sono stati usati da Gheddafi nelle sue lotte di potere, ma continuano a essere ai margini della società libica, guardati con sospetto anche dal mondo arabo. Leggi

Fatoumata Diawara racconta un’Africa che vuole cambiare

L’artista maliana, che farà tappa tra le altre a Roma, Bologna e Sassari, dice che in Africa nascono nuovi suoni, nuove espressioni, nuove rappresentazioni. Ma la realtà politica, in Mali e nel Sahel, è caotica. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.