Puerto Rico

Puerto Rico potrebbe non resistere al prossimo uragano

Nel 2017 un ciclone ha colpito l’isola caraibica causando enormi danni e oltre mille morti. Centinaia di migliaia di persone vivono ancora in zone a rischio di inondazioni. E la forza degli uragani aumenta a causa del riscaldamento globale. Leggi

La ricostruzione di Puerto Rico attira gli speculatori

Le infrastrutture dell’isola sono distrutte, la rete elettrica perlopiù non funziona mentre servizi fondamentali come scuole e ospedali faticano a restare aperti. Leggi

pubblicità
Il dramma di Puerto Rico è già stato dimenticato

Paesaggi devastati e milioni di persone senza luce e acqua potabile. Un mese e mezzo dopo il passaggio dell’uragano Maria, Puerto Rico è ancora in ginocchio, racconta Ana Teresa Toro, scrittrice e giornalista portoricana. Leggi

Puerto Rico sfida la crisi con l’agricoltura locale

Per la prima volta in trent’anni a Puerto Rico si possono comprare riso, funghi, cavoli e ananas coltivati sull’isola. Per fare fronte agli effetti di una crisi economica decennale, gli abitanti hanno investito nell’agricoltura, facendo crescere un settore economico finora trascurato, molto marginale rispetto a quelli manifatturiero, finanziario e turistico. Leggi

Puerto Rico non paga i debiti in scadenza il 1 luglio.
Puerto Rico non paga i debiti in scadenza il 1 luglio. La cifra ammonta a 1,9 miliardi di dollari. Tuttavia, grazie alla legge firmata il 30 giugno dal presidente Barack Obama, sarà possibile avviare dei negoziati per la ristrutturazione del debito dell’isola – che ha raggiunto i 70 miliardi di dollari – sotto la guida di una commissione nominata da Washington.
pubblicità
Barack Obama si appresta a firmare la legge per salvare Puerto Rico dalla bancarotta
Barack Obama si appresta a firmare la legge per salvare Puerto Rico dalla bancarotta. Il 29 giugno, a due giorni dal possibile default dell’isola, il senato statunitense ha approvato una legge che permette la ristrutturazione del debito di Puerto Rico. Ora la misura passa alla Casa Bianca. Alla fine di maggio la camera dei rappresentanti di Washington aveva approvato una legge per salvare di Puerto Rico dal fallimento. Il governo dell’isola ha dichiarato insolvenza già tre volte sul suo enorme debito pubblico, pari a 72 miliardi di dollari. Le autorità di Washington, però, non potevano intervenire direttamente.
Puerto Rico non paga un’altra rata del suo debito.
Puerto Rico non paga un’altra rata del suo debito. Dopo il fallimento delle trattative, il governatore Alejandro García Padilla ha annunciato che il paese non riesce a restituire ai creditori i 422 milioni di dollari dovuti entro il 2 maggio. Lo stato dipendente da Washington ha un debito pubblico di 72 miliardi di dollari, che non riesce a pagare senza un intervento del congresso degli Stati Uniti.
La Colombia legalizza l’uso terapeutico della cannabis

Dopo Cile, Puerto Rico e Uruguay (dove la sostanza è legale anche a fini ricreativi), la Colombia è il quarto paese dell’America latina che permette l’uso della cannabis per fini medici. Una pianta che resta proibita in 17 paesi paesi della regione. Leggi

Puerto Rico evita un nuovo default
Puerto Rico evita un nuovo default. Il governo ha rimborsato ai creditori una rata da 354 milioni di dollari del prestito che scadeva oggi. Il debito totale del paese caraibico, già andato in default ad agosto, ammonta a 72 miliardi di dollari e la crisi di liquidità fa temere che il paese possa presto tornare a essere insolvente.
Il default di Puerto Rico in discussione a Washington.
Il default di Puerto Rico in discussione a Washington. I senatori statunitensi discutono del debito di 72 miliardi di dollari che il piccolo paese dipendente dagli Stati Uniti ha dichiarato di non riuscire a pagare. La commissione finanze del senato deve decidere se istituire dei fondi per il controllo finanziario del paese o lasciarlo fallire.
pubblicità
Puerto Rico rivela il suo piano di ristrutturazione del debito
Puerto Rico rivela il suo piano di ristrutturazione del debito. Lo stato caraibico, in default da agosto, è pronto ad annunciare un piano di riforma fiscale. A giugno il governatore Alejandro García Padilla ha dichiarato di non poter pagare i 72 miliardi di debito dell’isola.
Puerto Rico è in default

Puerto Rico non ha restituito in tempo ai creditori 58 milioni di dollari. Da oggi, l’isola dei Caraibi che aspira a essere il 51° stato degli Stati Uniti è ufficialmente insolvente. Con i suoi 3,6 milioni di abitanti il piccolo stato dipendente da Washington si trascina un debito complessivo di 72 miliardi di dollari. Una situazione simile a quella della Grecia, ma non del tutto. Ecco perché. Leggi

Puerto Rico ha confermato il default
Puerto Rico ha confermato il default. Il governatore di Puerto Rico Alejandro García Padilla ha dichiarato che il paese non ha i soldi per ripagare il prestito da 58 milioni di dollari che doveva versare entro il 1 agosto. Di fatto questa insolvenza determina lo stato di default del paese americano, confermato anche da agenzie di rating come Moody’s. Il paese deve ripagare ai creditori un debito complessivo di 72 miliardi di dollari.
Puerto Rico non è in grado di ripagare il debito

Puerto Rico ha un debito di 72 miliardi di dollari e non riuscirà a rimborsare i suoi creditori. Il governatore ha detto che sarà avviata una trattativa con i creditori per negoziare una moratoria per rinviare di diversi anni il pagamento del debito e in questo modo investire nella creazione di posti di lavoro. Leggi

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.