Oliver Burkeman

Oliver Burkeman è un giornalista del Guardian. Scrive la rubrica settimanale “This column will change your life”. In Italia ha pubblicato La legge del contrario: stare bene con se stessi senza preoccuparsi della felicità.

Oliver Burkeman
Non cadete nella trappola delle recensioni quando comprate online

Ecco perché scegliamo un prodotto con una bassa valutazione e tantissime recensioni e scartiamo quello con poche recensioni e un voto altrettanto basso. Leggi

Hanno ragione gli amish a proposito delle nuove tecnologie?

Lo stereotipo dice che gli amish rifiutano del tutto le nuove invenzioni; nella realtà le adottano solo se ritengono che gli siano utili e in linea con i loro valori. Leggi

pubblicità
La solitudine è una questione di prospettiva

Le persone tendono a dare per scontato che i loro amici abbiano più amici e siano meno soli di loro. Leggi

Finalmente possiamo smettere di essere felici a tutti i costi

Per noi critici del pensiero positivo, è difficile accettare l’idea che una visione ottimistica del mondo faccia vivere meglio. Un nuovo studio sembra darci ragione. Leggi

Il buddismo come antidoto alla rabbia di questi tempi

Il pensiero buddista non giustifica comportamenti immorali, ma aiuta a vedere chiaramente la realtà. Leggi

pubblicità
Le finte comodità di un nuovo telefono

Vista la nostra innata tendenza alla pigrizia, una volta che ci hanno convinti ad adottare certe finte comodità, non ci vogliamo più rinunciare. Leggi

Abbiamo davvero bisogno della psicoterapia?

Secondo una ricerca, gli esercizi di autoaiuto potrebbero essere più utili della terapia cognitivo-comportamentale. Ma forse è sufficiente cambiare terapia. Leggi

L’ansia vi consuma? Datele un giorno o due 

Se i problemi di oggi vi sembrano terribilmente importanti è solo perché siete troppo concentrati sul presente. Leggi

Nessuno sa quanto dormiamo veramente

Tra tutti i misteri del sonno si aggiunge quello di non sapere quanto abbiamo dormito la notte scorsa. Leggi

L’amore non può essere trattato come un lavoro

Applicando ovunque la logica del posto di lavoro, implicitamente ammettiamo che è degna di apprezzamento solo la categoria di chi lavora in modo retribuito. Leggi

pubblicità
La mania dell’ordine aiuta a combattere lo stress

Ultimamente il vecchio detto “una scrivania ordinata riflette una mente ordinata” è stato sostituito dal suo opposto. Oggi il caos è segno di creatività. Leggi

A tu per tu con la doccia fredda

È difficile non concludere che dietro il desiderio di trionfare sul freddo estremo si nasconde il desiderio di trionfare su noi stessi. Leggi

L’ideale è lavorare quattro ore al giorno

Per quanto riguarda qualsiasi lavoro minimamente creativo, una cultura che non dà spazio al riposo è condannata alla sconfitta. Leggi

Prima di desiderare la vita di Donald Trump pensiamoci bene

Questa idea di voler vivere la vita di qualcun altro – che si tratti di una celebrità o di una persona non famosa – a pensarci bene è abbastanza assurda. Leggi

Il senso comune può essere dannoso

Iniettiamo germi ai nostri figli, riscaldiamo il latte invece di tenerlo al fresco: l’evidenza scientifica e le nostre convinzioni non sempre coincidono. Leggi

pubblicità
In realtà, la felicità si può comprare

A pensarci bene, la distinzione tra spendere per fare esperienze o per comprare cose non ha molto senso. Leggi

Troppa comunicazione ci distrae

Siamo così abituati a pensare che parlare sia sempre positivo, che non ci rendiamo conto quando diventa un problema. Leggi

Spezzare la routine è più facile di quanto pensiamo

Attraversiamo la vita seguendo sempre lo stesso copione, ma se ce ne allontanassimo, tutto potrebbe cambiare. Leggi

Cosa fare se il partner ideale ha un difetto

Perché siamo attratti da qualcuno che al tempo stesso non sopportiamo. Leggi

Programmare una pausa aiuta la creatività

Lasciate perdere il carpe diem, meglio il carpe horarium, cioè il piano di lavoro con intervalli regolari. Leggi

pubblicità