Oliver Burkeman

Oliver Burkeman è un giornalista del Guardian. Scrive la rubrica settimanale “This column will change your life”. In Italia ha pubblicato La legge del contrario: stare bene con se stessi senza preoccuparsi della felicità.

Oliver Burkeman
Perché dobbiamo scegliere le nostre battaglie

Se la nostra unica priorità è vincere una battaglia esistenziale su scala planetaria, non ci resterà tempo per nient’altro. Un articolo di Jonathan Franzen ha fatto molto discutere. Leggi

Fate di più, non il minimo indispensabile

È vero che qualsiasi cosa è meglio di niente, ma questo non è un buon motivo per fare solo quel poco con cui ce la possiamo cavare. E questo vale in molti aspetti della vita. Leggi

pubblicità
Non è colpa vostra? Non per questo siete meno responsabili

Sottrarsi alle responsabilità sembra comodo, ma poi si rivela una prigione, mentre assumersele può sembrare spiacevole, mentre alla fine è liberatorio. Leggi

Un equivoco spinge tanti adulti a comportarsi come bambini

Quello che vi rendeva felici a nove anni non era giocare, ma non avere nessun mutuo e nessuna bocca da sfamare. Leggi

Inutile negarlo, tutti fuggiamo dal dolore

Una vita in cui nulla può farci stare male sarebbe una vita in cui nulla conta sul serio. Leggi

pubblicità
Troppa cattiva televisione può portare al populismo?

Ogni ora passata a guardare un programma spazzatura è un’ora rubata alla lettura o all’esplorazione del mondo fisico. E ha delle conseguenze anche politiche. Leggi

C’è un buon motivo se il futuro ci preoccupa più del passato

Nei prossimi mesi, mentre seguirete le notizie tenete a mente che, per quanto la realtà sia terribile, non può essere orrenda all’infinito come temevate. Leggi

Non esistono relazioni senza problemi

L’amore, come molte altre cose di oggi, promette infinite possibilità, ma quello che pensiamo di volere non è sempre quello che è meglio per noi. Leggi

Elogio del ritardo

Per noi fissati con gli orari è liberatorio anche solo renderci conto del fatto che potrebbe esistere un altro modo di vedere il tempo. Leggi

Restituire un portafoglio può essere un atto d’egoismo

Se trovasse un portafoglio, la maggior parte delle persone lo restituirebbe. Ma può esserci anche chi ne approfitta per sbandierare la propria onestà. Leggi

pubblicità
Il senso dei sacrifici per il clima

Rinunciando a un volo non salverete l’Artide, ma almeno dimostrerete che ve ne importa qualcosa. Leggi

Che consigli daresti al te stesso più giovane?

Ci hanno provato anche personaggi famosi, ma che sia veramente utile guardare al passato in questo modo è un’altra questione. Leggi

Siete sopraffatti dalle cose da fare? Provate questa semplice soluzione

Se il mondo ci chiede di fare cento cose alla volta, la sua è una richiesta impossibile. Ma possiamo compiere una scelta liberante. Leggi

Il lato sbagliato della storia è troppo affollato

Se sei sicuro che la storia ti darà ragione, non hai bisogno di sforzarti di capire chi la pensa in modo diverso da te. Leggi

Non ha senso suonare il clacson se la vita si muove troppo lentamente 

La tecnologia dovrebbe lasciarci più tempo libero, invece siamo più impazienti che mai. Dovremmo ricordarci che la realtà ha i suoi tempi. Leggi

pubblicità
È proprio obbligatorio vedere Il trono di spade?

La verità è che, per quanto le nostre scelte siano limitate, senza dubbio sono più numerose di quanto crediamo. Leggi

La scrittrice di best seller da non invidiare

Lavorando instancabilmente Danielle Steel ha scritto 179 libri, ma anche la produttività compulsiva ha i suoi lati negativi. Leggi

Non fate l’errore di credere di sapere cosa provino gli altri 

Neanche il miglior ricercatore del pianeta può capire – realmente e profondamente – come percepisco la vita, a meno che quel ricercatore non sia io stesso. Leggi

Ogni scelta comporta una rinuncia

È vero che magari ci “accontentiamo” di un partner imperfetto, ma la vita è piena di compromessi. Allora impariamo come farli meglio. Leggi

Perché molti uomini mediocri ricoprono cariche importanti

Anche se il mondo è orribilmente sessista, ci si aspetterebbe che a guidarlo ci siano degli uomini competenti. E invece, guardatevi intorno. Leggi

pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.