Debito

La Grecia affronta una nuova stagione di negoziati sul debito

E così la Grecia è tornata. Non la Grecia dei profughi che sbarcano a Lesbo e della tendopoli di Idomeni. È tornata la Grecia del debito pubblico al 182 per cento del pil, degli infiniti negoziati con la troika, delle manifestazioni contro l’austerità e del rischio di uscita dall’eurozona. Leggi

L’economia spiegata: deficit e debito

Che cos’è il deficit? Cosa lo differenzia dal debito pubblico? Dobbiamo avere paura del deficit e del debito? Cosa ci dicono gli economisti e cosa ci hanno insegnato gli ultimi anni di crisi. Il video del Guardian. Leggi

pubblicità
Tutto quello che i governi non dicono sul debito

C’è un tabù in economia, una verità che nessuno dice, secondo David Graber: “Meno il governo è indebitato, più sono indebitati cittadini e imprese”. Il debito è una questione di potere: i ricchi hanno mille modi per liberarsene e alla fine a pagare sono tutti gli altri. Il video del Guardian. Leggi

Il Fondo monetario critica il piano di salvataggio per la Grecia

Secondo il Fondo monetario internazionale, la Grecia ha bisogno di una significativa riduzione del debito. Lo rivela un rapporto confidenziale dell’Fmi ottenuto dalla Reuters, che è stato spedito il 13 luglio ai governi dei paesi dell’eurozona, poche ore dopo l’accordo raggiunto dai leader europei a Bruxelles. Leggi

Il debito greco rimarrà insostenibile anche se Atene accetterà il piano dei creditori

Nel 2030 la Grecia dovrà fare i conti con un debito molto alto, anche se dovesse accettare il pacchetto di riforme e di nuove tasse che le viene richiesto dai creditori. Lo rivelano alcuni documenti riservati, redatti dai tre principali creditori di Atene (Banca centrale europea, Fondo monetario internazionale e Unione europea).  Leggi

pubblicità
Riapertura del dialogo con Atene

Le notizie non sono ancora buone, ma sono comunque meno cattive di prima. Ripreso martedì sera, il dialogo tra la Grecia e i suoi partner europei proseguirà oggi con una nuova videoconferenza dei ministri delle finanze dell’eurozona. Mercoledì sera, dunque, sapremo se ci sarà un passo avanti. Leggi

Puerto Rico non è in grado di ripagare il debito

Puerto Rico ha un debito di 72 miliardi di dollari e non riuscirà a rimborsare i suoi creditori. Il governatore ha detto che sarà avviata una trattativa con i creditori per negoziare una moratoria per rinviare di diversi anni il pagamento del debito e in questo modo investire nella creazione di posti di lavoro. Leggi

Il debito greco in quattro grafici

Dopo aver pagato 18,9 miliardi di euro di debiti, la Grecia deve pagare ancora 18,6 miliardi di euro. La prossima scadenza è il 30 giugno. Ecco chi sono i suoi creditori. Leggi

La delegazione greca torna a Bruxelles per un nuovo giro di colloqui

La delegazione greca è di nuovo a Bruxelles per riprendere i colloqui con i creditori internazionali nella speranza di trovare un accordo sulle riforme che i partner europei e il Fondo monetario internazionale (Fmi) chiedono per assicurarsi che il paese migliorerà i suoi conti e in futuro ricorrerà meno al debito. A guidare la delegazione è il vice primo ministro Yiannis Dragasakis. È previsto un incontro con un rappresentante del presidente della Commissione europea, Jean-Claude Junker, al quale saranno presentate delle proposte per superare lo stallo nelle trattative, dovuto principalmente alle differenze riguardo gli obiettivi fiscali, i tagli alle pensioni e le riforme del mercato del lavoro.

Fonti della Commissione europea hanno sottolineato che l’incontro verterà solo su uno scambio d’informazioni e non farà parte dei negoziati ufficiali, nei quali sono inclusi anche la Banca centrale europea e l’Fmi. Il primo ministro greco Alexis Tsipras ha fatto sapere che Atene è disposta ad accettare “sgraditi compromessi” pur di arrivare a un accordo con i creditori internazionali.

L’11 giugno la squadra di negoziatori dell’Fmi aveva lasciato i colloqui citando ampie divergenze su gran parte dei temi chiave. Il giorno seguente, la notizia, diffusa dalle agenzie di stampa, della prima discussione dei funzionari europei sulla possibilità di un default della Grecia aveva avuto un effetto negativo sui mercati.

La Grecia assicura che rimborserà l’Fmi il 9 aprile

La Grecia rimborserà come previsto il Fondo monetario internazionale il 9 aprile. La notizia è arrivata dopo l’incontro di ieri sera tra la presidente del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, e il ministro dell’economia greco, Yanis Varoufakis. Atene quindi verserà regolarmente i 45o milioni di euro richiesti, alleviando i timori di chi pensava che la Grecia sarebbe diventato il primo paese sviluppato a non pagare i propri debiti nei confronti dell’Fmi.

Yanis Varoufakis ha dichiarato che il suo paese ha intenzione di rispettare “tutti i suoi obblighi nei confronti dei creditori, ad infinitum (per sempre)”.

A febbraio la Grecia ha ottenuto un prolungamento di quattro mesi del programma di aiuti finanziari, dopo aver presentato un programma di riforme per ridurre il suo debito, chiesto dai leader dell’eurozona.

pubblicità
11

Secondo le stime basate sulla circolazione di moneta, circa l’11 per cento del pil italiano è generato nell’economia illegale. Leggi

Laureati nella bolla

Il prestigio delle università degli Stati Uniti è giustificato? Certo che lo è, se si guarda a quello cui guardano le classifiche internazionali, laboratori, biblioteche, strutture, docenti con premi Nobel. Leggi

6,65

Secondo l’ultimo bollettino pubblicato da Banca d’Italia, la durata media del debito pubblico italiano è di 6,65 anni. Leggi

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.