Andrea Pipino

È l’editor di Europa di Internazionale. 

Andrea Pipino
Nascita di una dittatura

Il 28 ottobre 1922 migliaia di militanti fascisti partirono da tutta Italia diretti a Roma in quello che fu il primo atto di una brutale dittatura ventennale. La stampa straniera seguì quei fatti con preoccupazione, interesse e in alcuni casi aperta benevolenza. Leggi

La guerra in Ucraina e il progetto imperiale di Putin

Perché le radici dell’invasione russa in Ucraina vanno cercate nella deriva autoritaria e nazionalista del Cremlino. Leggi

pubblicità
Il modello Putin

In un mondo in rapidissima trasformazione, il presidente russo ha usato gli argomenti del nazionalismo per edificare una nuova identità nazionale postsovietica e per consolidare il suo sistema di potere. Un estratto dal libro di Andrea Pipino sui nazionalismi dell’Europa centrale e orientale. Leggi

Avanti popolo!

Il nuovo numero di Internazionale storia è dedicato al Partito comunista italiano, raccontato attraverso commenti, reportage, analisi e cronache dalla stampa straniera del tempo. Leggi

In cerca di fortuna

È uscito il nuovo numero di Internazionale extra dedicato alla storia dell’emigrazione italiana dall’ottocento a oggi, vista attraverso la stampa di tutto il mondo. Leggi

pubblicità
La Polonia in piazza contro il divieto di abortire

Con una sentenza chiaramente dettata dal governo ultraconservatore, la corte costituzionale ha vietato l’interruzione di gravidanza anche in caso di malattie e malformazioni del feto. Ma la società civile si sta già mobilitando. Leggi

A Belgrado la democrazia è agonizzante

Dopo il voto del 21 giugno, boicottato dall’opposizione, nel parlamento serbo ci sono solo tre partiti. Il progetto autoritario del presidente Aleksandar Vučić sta per realizzarsi. E l’Europa resta a guardare. Leggi

Nei Balcani la crisi è soprattutto economica e politica

La pandemia sta alimentando le tensioni in molti paesi della regione. E rischia di rafforzare tendenze politiche che potrebbero indebolire le istituzioni democratiche. Leggi

Il percorso autoritario di Orbán ha una lunga storia

I pieni poteri al premier ungherese sono il culmine di un processo che si dipana da anni sotto lo sguardo spesso benevolo delle opinioni pubbliche europee. Leggi

Polpette verdi

Tutti amano le polpette. Soprattutto i bambini. Mangiarle e imbrattarsi le mani impastandole. Queste, in particolare, hanno sempre grande successo. Leggi

pubblicità
Cinque punti per capire cosa succede dopo la vittoria di Boris Johnson

Il voto ridisegna il panorama della vita pubblica britannica e spalanca le porte alla Brexit dopo tre anni e mezzo di tentennamenti e incertezze. Leggi

Trent’anni senza il muro

L’Europa, e in qualche misura il mondo intero, sono il prodotto dei cambiamenti e dei meccanismi avviati nel 1989. Il racconto di quei giorni nella stampa dell’epoca nel nuovo numero di Internazionale extra. Leggi

Il nazionalismo che viene dall’Europa dell’est

Negli ultimi anni la crisi del consenso liberale si è allargata a gran parte del mondo occidentale. Ma il nuovo modello sovranista ha attecchito prima di tutto, e con particolare virulenza, nei paesi ex comunisti. Leggi

Il Regno Unito nel tunnel della Brexit

Il paese che il 23 giugno 2016 ha votato per uscire dall’Unione europea, immaginando un futuro di gloria, ricchezza e sovranità ritrovata, oggi annaspa ancora nell’incertezza di un negoziato complicatissimo. Leggi

Dieci canzoni per ricordare la primavera di Praga

Sono brani che testimoniano la gioia e la creatività che accompagnarono la fase di apertura e di libertà in Cecoslovacchia, prima della repressione sovietica. Leggi

pubblicità
Il voto imbarazzante di 36 eurodeputati di sinistra 

Oleg Sentsov è un regista ucraino, nato a Sinferopoli, in Crimea. Dal 2015 sta scontando venti anni di carcere per terrorismo. Una risoluzione per la sua liberazione non è stata votata da un’inedita serie di eurodeputati. Leggi

La versione del Cremlino

Il conflitto in Ucraina, la guerra in Siria, i rapporti con l’Europa. Le posizioni dell’establishment di Mosca, e di milioni di russi, nell’intervista con il politologo Sergej Markov. Leggi

Cosa prevedono le sanzioni contro Mosca e perché sono state decise

Dopo l’inizio della guerra nel Donbass, in Ucraina, e l’annessione della Crimea da parte di Mosca, nel marzo del 2014, Unione europea e Stati Uniti hanno deciso delle misure di ritorsione. Leggi

Breve guida alla scoperta della Lituania

Sulle tracce del poeta Tomas Venclova per scoprire la ricchezza culturale, religiosa e linguistica del paese che per primo ha dichiarato l’indipendenza dall’Unione Sovietica. Leggi

Viktor Orbán chiarisce di essere nazionalista, conservatore, razzista

I discorsi del primo ministro ungherese non lasciano dubbi sul suo progetto politico. Che in Europa è sempre meno isolato. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.