Polonia

Polonia

Capitale
Varsavia
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Złoty polacco
Superficie
L’offensiva di Trump contro Teheran passa per Varsavia

Nell’ossessione della Casa Bianca contro l’Iran c’è qualcosa che ricorda la guerra all’Iraq del 2003. Gli europei hanno tutte le ragioni di non fidarsi. Leggi

Tutte le case della Polonia

Zofia Rydet in vent’anni fotografò centinaia di persone nelle loro case, circondate da oggetti personali. Gran parte di quel lavoro non è mai stato esposto. Leggi

pubblicità
Il clima e la disoccupazione sono i nodi della nostra epoca

La lotta al cambiamento climatico diventa irrinunciabile mentre l’economia mondiale subisce una trasformazione che minaccia milioni di posti di lavoro. Leggi

L’estrema destra contro le donne in Europa

Dalla Polonia all’Austria: quali sono le posizioni della destra su aborto, divorzio, famiglia omosessuale, ruolo delle donne. Leggi

La propaganda di estrema destra alla conquista dell’Europa

La strategia dei mezzi d’informazione legati alla destra sovranista e xenofoba in Europa, dall’Austria all’Ungheria, passando per la Polonia, l’Italia, la Francia e la Germania. Leggi

pubblicità
Come si vive circondati dal carbone in Polonia

Mentre l’Europa chiude le miniere, Varsavia ne vuole aprire altre. Grazie anche ai soldi di una compagnia di assicurazioni italiana. Leggi

L’omicidio di Ján Kuciak ha scosso la Slovacchia

L’assassinio del giornalista Ján Kuciak e della fidanzata Martina Kušnírová hanno innescato un’ondata di proteste, portando alle dimissioni il premier Robert Fico. Leggi

La fine del comunismo è cominciata nel 1968

Nella primavera del 1968 Praga era il faro del mondo, e quando ad agosto le truppe sovietiche sono entrate in città è cominciata la fine del comunismo. Leggi

Il nazionalismo conquista il cuore dell’Europa

Si è aperta una frattura tra i paesi orientali e occidentali dell’Unione. L’Austria potrebbe fare da ponte, oppure allargare le divisioni. Leggi

La legge sulla shoah fa male alla Polonia

La Polonia dovrebbe avere gli anticorpi contro le manipolazioni storiche. Invece il governo del Partito diritto e giustizia conduce una guerra culturale per scrivere la storia a colpi di legge. Leggi

pubblicità
Varsavia ha un problema con la storia della shoah

Il partito nazionalista al potere dal 2015 vuole vietare per legge l’espressione “campi polacchi” che indica i campi di concentramento nazisti. Ma una legge non può illustrare la complessità della storia. Leggi

L’Europa, l’Italia e i matrimoni egualitari

Con il sì dell’Austria, metà dei paesi dell’Unione europea li riconosce. Mentre l’Italia ancora non garantisce pieni diritti alle coppie gay. Leggi

La marcia dei gentiluomini

The first march of gentlemen del fotografo polacco Rafal Milach, in mostra a Verona, è un progetto che mescola storia, fotografia d’archivio, arte e collage. Leggi

L’Ue deve aumentare il dialogo con i paesi dell’Europa orientale

I leader nazionalisti ungheresi e polacchi vicini all’estrema destra attaccano le istituzioni e le capitali europee, ma le loro economie ne hanno troppo bisogno. Leggi

La Repubblica Ceca è un’altra sfida per la democrazia europea

Con le elezioni del 20 e 21 ottobre il paese potrebbe seguire le orme della Polonia e dell’Ungheria, passando da una democrazia a un regime autoritario. Leggi

pubblicità
I giovani polacchi hanno vinto una battaglia contro i conservatori

Il presidente polacco non ha firmato una contestata riforma istituzionale soprattutto grazie ai giovani scesi in piazza per difendere lo stato di diritto e i valori europei. Leggi

In Polonia i conservatori vogliono riscrivere la storia

Il governo di Varsavia vuole che il museo della seconda guerra mondiale esalti di più il patriottismo e l’eroismo polacchi, con una nuova narrazione dei fatti. Leggi

Quell’Europa che spera nella vittoria di Marine Le Pen

La polarizzazione della società francese emerge più chiaramente se ci si sposta in altri paesi europei. Leggi

Il nuovo museo di Gdansk
La Polonia minaccia di non firmare la dichiarazione finale del summit europeo di Roma
La Polonia minaccia di non firmare la dichiarazione finale del summit europeo di Roma. L’incontro si svolgerà il 25 e il 26 marzo in occasione dei sessant’anni del Trattati di Roma sabato. La premier conservatrice Beata Szydło ha dichiarato che Varsavia potrebbe non firmare le conclusioni se non conterranno dei punti che il suo governo considera fondamentali. La premier ha citato l’unità dell’Ue, la difesa, la collaborazione con la Nato, il rafforzamento del ruolo dei parlamenti nazionali e il principio del mercato unico.
pubblicità