Bernard Guetta

È un giornalista francese esperto di politica internazionale. Ha una rubrica quotidiana su radio France Inter. In Italia ha pubblicato Intima convinzione. Come sono diventato europeo (Add editore 2017).

Bernard Guetta
La rinascita europea è ancora possibile

L’Unione europea ha saputo affrontare la Brexit, l’avanzata delle destre estreme, l’elezione di Trump e il nazionalismo russo. Ora deve consolidare i suoi successi. Leggi

Trump arriva al G20 senza una politica estera

Nessuno sa più cosa vogliono gli Stati Uniti, il paese da cui dipende in gran parte la stabilità internazionale. Leggi

pubblicità
La determinazione europea di Simone Veil

Simone Veil incarna la storia degli ebrei europei della sua generazione e dei loro figli, usciti dall’ombra del genocidio decisi a impedire che la barbarie si ripeta. Leggi

L’Europa deve aiutare i sogni democratici del Medio Oriente

Non basta parlare solo con i leader autoritari, ignorando una generazione di giovani che chiedono democrazia. Leggi

Contro i jihadisti in Africa nasce il gruppo dei cinque

Sostenuti dall’Unione europea e dall’Onu, i paesi del Sahel cominciano a coordinare i loro eserciti in una piattaforma comune antijihadista. Leggi

pubblicità
La Francia e la Russia lavorano a un compromesso in Siria

La diplomazia francese è in contatto con il Cremlino per negoziare la fine della guerra in Siria. Parigi potrebbe convincere l’Unione europea a farsene garante. Leggi

Perché Macron ha invitato Trump a Parigi

Il presidente statunitense sarà ospite a Parigi alla festa nazionale del 14 luglio. Una scommessa coraggiosa e rischiosa per il capo dello stato francese. Leggi

Come fa il Qatar a resistere all’embargo saudita

Doha ha scelto il cambiamento per non esserne vittima. E il suo timido riavvicinamento all’Iran ha fatto infuriare le monarchie del golfo. Leggi

Nel film di Oliver Stone il vero Putin è assente

È necessario cercare un modus vivendi con il presidente russo, soprattutto ora che è ai ferri corti con Washington e non può reggere il ritmo della Cina. Leggi

Le idee di Macron per cambiare l’Europa

Al Consiglio europeo Emmanuel Macron ha fatto non solo avanzare la difesa comune ma anche aperto il dibattito sugli investimenti non europei nell’Ue. Leggi

pubblicità
La parola a Emmanuel Macron

Se vogliamo capire la concezione del mondo, della Francia e dell’Europa del nuovo presidente francese, dobbiamo leggere una sua intervista uscita oggi. Leggi

La strada dell’Europa verso una difesa comune

La difesa comune europea di cui si parla da anni potrebbe nascere presto. Per la prima volta Francia e Germania sono sulla stessa lunghezza d’onda. Leggi

Russia e Stati Uniti si contendono il futuro della Siria

All’interno del conflitto che dura da sei anni in Siria se n’è sviluppato un altro per determinare chi assumerà il controllo dei territori del gruppo Stato islamico. Leggi

Il sogno europeo di Helmut Kohl

Helmut Kohl, ex cancelliere che aveva realizzato l’unificazione del suo paese dopo la caduta del muro di Berlino, ha potuto morire in pace. Leggi

Donald Trump rischia davvero di essere messo in stato d’accusa?

L’impeachment è una decisione soprattutto politica. Saranno i repubblicani del congresso a dover decidere se questo presidente è diventato un pericolo. Leggi

pubblicità
Le donne leader del Regno Unito

La vita politica del Regno Unito oggi è in mano a donne fuori del comune. Leggi

L’improvvisa crisi dei partiti euroscettici

Galvanizzati dal sì britannico all’uscita dall’Unione, nel giro di sei giorni hanno subìto varie delusioni. Leggi

Il Marocco in rivolta contro le disuguaglianze

La morte tragica di un pescatore ha scatenato delle manifestazioni pacifiche che vanno avanti da mesi. Leggi

Da Parigi e Londra buone notizie per l’Europa

In tre giorni tutto è cambiato in Europa. Nel Regno Unito chi voleva una Brexit dura è stato sconfitto, e in Francia ha vinto chi vuole rilanciare l’Unione. Leggi

Theresa May ha perso la sua scommessa

La premier britannica voleva ottenere un mandato popolare per avviare in posizione di forza i negoziati sulla Brexit, ma è accaduto l’esatto contrario. Leggi

pubblicità