Bolivia

Bolivia

Capitale
Sucre
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Boliviano
Superficie
Quando le donne sono al potere possono fare la differenza

“Quando ho detto che mi sarei candidata si sono messi a ridere. Poi ce l’ho fatta”. Dal Kenya alla Bolivia, storie di donne che sfidano il potere maschile. Leggi

Luci del tramonto
pubblicità
Il lago Titicaca sta morendo

Con una superficie di ottomila chilometri quadrati, il lago Titicaca, tra Bolivia e Perù, è il più grande bacino del Sudamerica. Prima dell’arrivo degli spagnoli nel sedicesimo secolo, la zona intorno al lago era abitata dagli incas, che lo consideravano il luogo natale del Sole. Con l’incremento del turismo e la rapida urbanizzazione delle città vicine alle sponde, ultimamente si registra un innalzamento dei livelli di inquinamento. Leggi

Emergenza locuste in Bolivia
La Bolivia dichiara lo stato d’emergenza a causa delle locuste.
La Bolivia dichiara lo stato d’emergenza a causa delle locuste. Il governo di Evo Morales ha annunciato lo stanziamento di 700mila dollari per la disinfestazione. Lo sciame è apparso circa una settimana fa in una città a sudest di Santa Cruz e stanno mettendo a forte rischio l’agricoltura e l’industria alimentare del paese. Le locuste hanno già distrutto più di mille ettari di coltivazioni.
pubblicità
Lo stile delle cholitas

Le mitiche cholitas sono uno dei simboli della Bolivia: con le loro gonne colorate e multistrato, le loro eleganti bombette e le lunghe trecce nere, queste donne indigene hanno continuato per secoli a vestirsi con gli abiti tradizionali aymara, tipici della popolazione indigena che abita negli altopiani andini. Leggi

L’ottava tappa di Dakar
​Il presidente boliviano Evo Morales si candiderà per un quarto mandato nelle elezioni del 2019.
​Il presidente boliviano Evo Morales si candiderà per un quarto mandato nelle elezioni del 2019. Il partito di governo ha approvato la candidatura all’unanimità, andando contro i risultati del referendum del febbraio 2016 in cui il 51,3 per cento dei boliviani ha respinto una modifica costituzionale che avrebbe permesso a Morales di candidarsi per un quarto mandato. La costituzione boliviana prevede un massimo di due mandati consecutivi.
Arrestato il direttore della compagnia aerea boliviana LaMia per l’incidente aereo del 28 novembre
Arrestato il direttore della compagnia aerea boliviana LaMia per l’incidente aereo del 28 novembre. Lo schianto dell’aereo vicino a Medellín, in Colombia, ha causato la morte di 71 persone, tra cui una squadra di calcio. Gli inquirenti boliviani hanno arrestato il 7 dicembre Gustavo Vargas, il direttore della compagnia aerea. Secondo una prima ricostruzione l’aereo è caduto dopo essere rimasto senza carburante. Una funzionaria di volo boliviana, Celia Castedo, sostiene di aver avvertito il pilota prima della partenza. Ora la donna ha chiesto asilo in Brasile perché dice di aver subìto minacce e violenze.
La siccità in Bolivia
pubblicità
La Bolivia senz’acqua
In Boliva dichiarato lo stato d’emergenza a causa della siccità.
In Boliva dichiarato lo stato d’emergenza a causa della siccità. Dopo giorni di razionamento dell’acqua, il governo boliviano ha decretato lo stato d’emergenza nazionale a causa della peggiore siccità da 25 anni a questa parte. Questo permetterà alle autorità di poter ricorrere a misure economiche straordinarie. Nel frattempo l’ente pubblico che distribuisce l’acqua ha annunciato un aumento del razionamento nella capitale La Paz.
Siccità in Bolivia
Un viceministro boliviano rapito e ucciso durante le proteste dei minatori.
Un viceministro boliviano rapito e ucciso durante le proteste dei minatori. Rodolfo Illanes, viceministro dell’interno, è stato sequestrato e ucciso a botte dai manifestanti a Panduro, a 160 chilometri da La Paz. Illanes era andato a parlare con i manifestanti quando è stato rapito. In seguito si è saputo che è deceduto per le percosse subite e il governo sta cercando di recuperare il suo cadavere. I minatori chiedono una legislazione meno rigida nel loro settore. Le proteste sono diventate più violente dopo la morte di due lavoratori in scontri con la polizia.
pubblicità
Stile da cholitas
Migliaia di boliviani in piazza contro il governo
Migliaia di boliviani in piazza contro il governo. Mentre era in corso lo sciopero nazionale degli insegnanti e dei lavoratori del settore sanitario, il 20 giugno a La Paz ci sono stati cortei di protesta contro il governo di Evo Morales, i primi in sette anni. I manifestanti chiedevano di ritirare un decreto presidenziale che ordina la chiusura di una fabbrica statale in cui lavoravano 800 persone che rimarranno disoccupate.
Le città che scelgono la funivia per combattere il traffico

Nelson Ledezma, un informatico che vive a El Alto, in Bolivia, ha affrontato per anni un viaggio di due ore in pullman per arrivare da casa sua in ufficio, a La Paz. Il tragitto era scomodissimo e due anni fa Ledezma ha cominciato a fare il pendolare su Mi Teléferico, una funivia che ha dimezzato i tempi del viaggio. Leggi

Idranti contro stampelle, la disabilità non ferma la polizia boliviana

Le persone con disabilità hanno manifestato a La Paz, in Bolivia, per chiedere al governo di Evo Morales l’aumento del sussidio statale e la sua estensione a chi soffre di disabilità più lievi. Ci sono stati scontri tra le forze dell’ordine e i dimostranti e la polizia ha reagito usando gli idranti. Il video dell’Afp. Leggi

La medicina indigena entra negli ospedali pubblici boliviani

In Bolivia dal 2006 una legge riconosce la validità delle pratiche mediche indigene e consente di inserirle nella rete sanitaria nazionale. Nell’ospedale di Patacamaya i pazienti possono scegliere se rivolgersi alle cure convenzionali o ai medici tradizionali. Leggi

pubblicità