Amazzonia

In Amazzonia il virus rischia di sterminare i popoli indigeni

Il coronavirus è una minaccia estrema per i popoli indigeni del Brasile, ignorati dal presidente Bolsonaro e già esposti alla deforestazione delle loro terre e agli incendi. Un appello per salvarli. Leggi

Le migliori foto del 2019

Dalle manifestazioni per la democrazia a Hong Kong agli incendi in Amazzonia, dagli attentati in Sri Lanka al rogo nella cattedrale di Notre-Dame a Parigi, i migliori scatti del 2019 scelti da Internazionale. Leggi

pubblicità
L’Amazzonia che resiste

Il conflitto per la terra nell’era del presidente Jair Bolsonaro è diventato più violento. Reportage da Breves, nel nord del Brasile, dove gli abitanti devono fare i conti con disboscamento, povertà e criminalità. Leggi

Amazzonia in fiamme

Da gennaio a luglio del 2019 il fotografo Tommaso Protti ha viaggiato nell’Amazzonia brasiliana. Parlerà del suo lavoro, realizzato grazie al premio della fondazione Carmignac, al festival di Internazionale a Ferrara. Leggi

La chiesa nel mirino di Bolsonaro per il sinodo sull’Amazzonia

La convocazione voluta da papa Francesco ha scatenato una tempesta politica in Brasile, anche se i vescovi negano che ci sia un tentativo di indebolire il governo. Leggi

pubblicità
L’Amazzonia brucia anche per produrre la carne che mangiamo

Gli allevamenti intensivi hanno bisogno di terre su cui si producano mais e soia, essenziali per i mangimi animali. Nel tempo il Brasile è diventato un protagonista imprescindibile di questo sistema. Leggi

I guardiani dell’Amazzonia

Dopo l’elezione di Jair Bolsonaro, in Brasile il disboscamento illegale è in aumento. Alcuni gruppi di volontari formati da indigeni lottano contro i contrabbandieri di legname per difendere la foresta pluviale. Leggi

L’Amazzonia brucia, ma non è una novità

Forse quest’anno gli incendi sono più numerosi del solito, e la colpa potrebbe anche essere del presidente Jair Bolsonaro. Ma non è sicuro che sia così: i dati sulla crisi climatica sono complicati e da interpretare. Leggi

Dall’Amazzonia riparte il progetto riformatore di papa Francesco

Con la convocazione di un sinodo dei paesi amazzonici, il papa prova a raccogliere la sfida di una globalizzazione dal volto umano. Ma potrebbe anche essere la porta d’ingresso per novità importanti nella chiesa. Leggi

In Brasile i territori indigeni sono sotto attacco

Il presidente di destra Bolsonaro contesta la protezione delle riserve indigene, incoraggiando così le incursioni armate di chi vuole sfruttare l’Amazzonia. Leggi

pubblicità
Ognuno di noi vive circondato da trecentomila oggetti

Abbiamo vissuto per millenni con poche cose davvero necessarie, ottenute a fatica, che conoscevamo e apprezzavamo. Adesso le cose non significano nulla. Leggi

Viaggio nella foresta amazzonica dove la solitudine non esiste

I puntini sulla mappa hanno nomi come Nueva Esperanza, Nuevo Destino, Nueva Patria. Oppure El Porvenir (“l’avvenire”), o ancora nomi di santi. Siamo nella parte più occidentale e remota del bacino amazzonico; da qui il fiume percorrerà ancora più di cinquemila chilometri prima di raggiungere l’oceano Atlantico. Leggi

A rischio estinzione il 50 per cento delle specie di alberi dell’Amazzonia
A rischio estinzione il 50 per cento delle specie di alberi dell’Amazzonia. Uno studio mostra che se la deforestazione continuerà a questa velocità, nell’arco di pochi anni si estinguerà la metà delle 15mila specie di alberi della foresta pluviale tra cui la noce brasiliana e l’açai.
Un incendio minaccia la foresta amazzonica in Brasile

Le guardie forestali e i vigili del fuoco brasiliani stanno cercando di spegnere un incendio in corso da due mesi nello stato di Maranhão, nel nord del paese. Le fiamme hanno devastato parte della foresta Amazzonica. Leggi

La lotta dei popoli indigeni del Brasile contro la diga di Belo Monte

Un leader delle comunità locali ha accusato il governo di non aver consultato gli indigeni prima di costruire l’impianto. Le associazioni ambientaliste criticano il complesso per i danni provocati all’ambiente e alle persone che vivono nella foresta amazzonica. Leggi

pubblicità
Gli indigeni dell’Amazzonia resistenti agli antibiotici

Anche tra gli yanomami, una popolazione isolata dell’Amazzonia, estranea alla medicina occidentale, sono diffusi i geni per la resistenza agli antibiotici. Lo afferma uno studio pubblicato su Science Advances, che ha coinvolto questo gruppo di cacciatori raccoglitori dell’Orinoco, in Venezuela. Leggi

Un mondo senza foreste

Il 70 per cento delle foreste del mondo è a rischio perché si trova a meno di un chilometro da strade o insediamenti umani. Tra il 2000 e il 2012, ogni due minuti è stata disboscata un’area pari a un campo di calcio per produrre i beni esportati nell’Unione europea. Leggi

Le contraddizioni di Marina Silva

La sfidante di Dilma Rousseff alle presidenziali brasiliane non riuscirà a coniugare ambientalismo e sostegno alle imprese, ma le sue promesse potrebbero portarla alla vittoria. Leggi

I guerrieri dell’Amazzonia

Un gruppo di indigeni brasiliani ka'apor ha deciso di intervenire per fermare il taglio abusivo di alberi nella foresta amazzonica di Alto Turiaçu. Leggi

La foresta senza pace

Nella foresta amazzonica brasiliana, al confine con il Perù, abitano diversi gruppi di indigeni “non contattati”, cioè gruppi etnici che non hanno mai avuto contatti con altri gruppi e che sono vissuti nel completo isolamento. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.