Héctor Abad Faciolince

È uno scrittore e giornalista colombiano nato a Medellín nel 1958. L’ultimo libro pubblicato in Italia è L’oblio che saremo (Einaudi 2014).
 

La bicicletta compie duecento anni e li porta benissimo

Quasi nessuno ha festeggiato i due secoli di questa macchina magica, mezzo di trasporto ideale per il pianeta febbricitante. Leggi

Chi ha mandato in rovina il Venezuela

Il furto e la corruzione della classe dirigente dilagano, per questo il governo si afferra al potere con i denti, perché sa che perderlo significherebbe il carcere. Leggi

pubblicità
L’adolescenza ridotta a uno smartphone

I cambiamenti psicologici causati dallo smartphone sulle nuove generazioni possono essere scioccanti. Leggi

Una svolta ambientalista per il futuro della Colombia

In Colombia si dovrebbero intraprendere progetti più ambiziosi per stimolare l’uso delle auto elettriche. E difendere meglio il patrimonio forestale. Leggi

Trump strumentalizza i dati contro il Messico

Se Trump imparasse a misurare bene la violenza, dovrebbe costruire il muro a Chicago o a Washington, dove il tasso di omicidi è più alto che in Messico. Leggi

pubblicità
La Colombia dice addio alle armi

Il disarmo di un gruppo guerrigliero attivo da più di cinquant’anni è comunque una buona notizia, per tutto il mondo. Leggi

La Colombia è il paese dell’incertezza stabile e duratura

In Colombia, come nel resto del mondo, la battaglia democratica si gioca tra una classe politica vecchia e stanca (abbastanza sensata, corrotta come sempre e screditata da decine di anni di critiche feroci da parte di noi “intellettuali”) e un’altra classe politica meno sensata, più corrotta di quella tradizionale, ma piena di slogan e pagliacciate populistiche. Leggi