Energie rinnovabili

Sugli altipiani cinesi il consenso si conquista con le energie rinnovabili

Nella provincia del Qinghai, al confine con il Tibet, Pechino punta sulle nuove infrastrutture per rilanciare l’economia e conquistare la popolazione. Leggi

Nel 2015 c’è stato un boom delle energie rinnovabili.
Nel 2015 c’è stato un boom delle energie rinnovabili. È stato pubblicato il Renewables global status report, uno studio che rileva i progressi nell’adozione delle fonti di energia rinnovabili. L’anno scorso gli investimenti nell’energia solare, eolica e idroelettrica sono stati più del doppio di quelli nelle centrali a carbone o a gas. Per la prima volta, inoltre, le economie emergenti hanno speso di più dei paesi ricchi nelle fonti rinnovabili.
pubblicità
In Africa le energie rinnovabili fanno grandi passi avanti

Le rinnovabili potrebbero essere una buona scelta per l’Africa almeno per un ottimo motivo: in buona parte del continente non esistono ancora reti elettriche in grado di trasportare l’elettricità da una grande centrale fino a ogni angolo in cui è usata. E le nuove tecnologie, come il solare o l’eolico potrebbero, in tanti casi, rendere inutile la costruzione di queste reti. Leggi

L’aereo Solar Impulse vola verso un futuro sostenibile

Dopo aver volteggiato silenziosamente sulla baia di San Francisco e sul Golden gate bridge, la sera del 24 aprile si è posata a terra con un lieve ronzio elettrico una maestosa libellula di 72 metri. È Solar Impulse, il simbolo di una nuova epoca di sofisticata leggerezza, non solo delle nostre tecnologie future, ma anche dei nostri pensieri e delle nostre azioni. Leggi

Il 2015 è stato l’anno delle energie rinnovabili

Il valore degli investimenti e la capacità installata hanno superato le cifre degli scorsi anni, grazie al ruolo decisivo svolto dai paesi in via di sviluppo. I dati sono contenuti nel rapporto Global trends in renewable energy investment 2016 del Frankfurt School – Unep Centre. Leggi

pubblicità
In Nigeria un campo di calcio a energia solare è illuminato anche dalla corsa dei giocatori

È da un po’ che l’Africa si è resa conto delle opportunità offerte dalle energie rinnovabili. Un’iniziativa in questo senso è un campo di calcio a Lagos, in Nigeria, alimentato sia dall’energia solare sia da quella cinetica generata dagli spostamenti dei giocatori in azione. Leggi

Nel 2020 più di un quarto dell’energia arriverà da fonti rinnovabili

L’Agenzia internazionale dell’energia ha pubblicato un nuovo rapporto in cui si prevede che entro il 2020 il pianeta produrrà il 26 per cento del suo fabbisogno energetico a partire da fonti rinnovabili. Leggi

Un quarto dell’energia elettrica nel Regno Unito proviene da rinnovabili.
Un quarto dell’energia elettrica nel Regno Unito proviene da rinnovabili. Secondo i dati ufficiali sul secondo trimestre di quest’anno, l’insieme degli impianti eolici, idroelettrici e solari hanno prodotto il 25,3 per cento dell’energia elettrica nazionale. Le rinnovabili sono quindi la seconda fonte energetica britannica, dopo le centrali a gas (30 per cento) e prima di nucleare e carbone.
La Costa Rica usa solo energie rinnovabili

La Costa Rica sta funzionando senza usare nessun tipo di combustibile fossile da ben 75 giorni. Grazie alle intense precipitazioni di quest’anno, le centrali idroelettriche stanno generando da sole quasi tutta l’energia elettrica che serve per alimentare il paese. Leggi

Solar impulse, il futuro non è più quello di una volta

A volte le icone contano più dei fatti. Con un’immagine fulminante riassumono fenomeni complessi. Forse una nuova icona nasce in questi giorni, quella del futuristico aereo Solar Impulse, decollato per il primo giro del mondo a energia solare il 9 marzo da Abu Dhabi, sede dell’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili Irena e di Masdar City, la città solare progettata da Norman Foster. Leggi

pubblicità
Un viaggio d’istruzione nella Calabria ionica

Seconda parte: da Terranova Sappo Minulio a Stilo, tra antiche sculture e pale eoliche. Leggi

Legna da ardere

“Qual è la fonte di energia rinnovabile più importante per l’Unione europea?”, si chiede l’Economist. Se pensate al sole o al vento siete fuori strada. Leggi

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.