La partita della settimana

Ogni fine settimana il racconto e le immagini di un evento che ha segnato la storia dello sport.

Ayrton Senna da Silva, Castle Donington, 1993

Quel giorno mostrò tutta la sua grandezza: la faccia tosta, il piacere della rivalità, l’abilità sul bagnato, la convinzione quasi messianica di essere il miglior pilota al mondo. Leggi

Moses Fleetwood Walker, Louisville, 1884

È stato il primo afroamericano a giocare in un campionato professionistico, sessant’anni prima di Jackie Robinson. La sua storia è stata cancellata dai bianchi e dimenticata dai neri. Leggi

pubblicità
Silvio Piola, Torino, 1945

Nell’estate del 1945, mentre l’Italia cercava di rialzarsi dopo la guerra, i calciatori erano pronti a tornare in campo. Tra loro c’era uno dei migliori attaccanti dell’epoca, che stava inseguendo il suo primo scudetto. Leggi

Craig Hodges, Washington, 1991

Nei giorni in cui il mondo si accorge della violenza contro i neri, vale la pena di ricordare la storia del giocatore che trent’anni fa cercò di politicizzare l’Nba, e pagò un prezzo altissimo. Leggi

José Raúl Capablanca, Buenos Aires, 1927

Il campione del mondo di scacchi metteva in gioco il suo titolo contro Aleksandr Alechin, un russo che contro di lui non aveva mai vinto nemmeno una partita. Leggi

pubblicità
Vincenzo Esposito, Assago, 1991

La Juvecaserta era sfavorita nella finale del campionato di basket contro l’Olimpia Milano. Ma in una gara decisiva può succedere di tutto. Leggi

Martina Hingis, Londra, 1997

A soli 16 anni sconcertò tutti con il suo tennis perfetto e la sua apparente sicurezza. Nessuno poteva immaginare quello che sarebbe successo di lì a poco. Leggi

Sergej Bubka, Barcellona, 1992

Tutti davano per scontato che avrebbe vinto facilmente la medaglia d’oro al salto con l’asta. Ma per Bubka il destino aveva in serbo qualcosa di inimmaginabile. Leggi

Olga Korbut, Monaco di Baviera, 1972

Alle Olimpiadi di Monaco una ginnasta sovietica fece emozionare il pubblico di tutto il mondo. E scardinò i rigidi schemi della guerra fredda. Leggi

Phil Taylor, Frimley Green, 1990

Lo sportivo più vincente della storia britannica è un giocatore di freccette. Che per quasi trent’anni ha mandato in estasi folle di inglesi ubriachi. Leggi

pubblicità
Mike Tyson, Atlantic City, 1988

Quella sera Tyson affrontava Michael Spinks. Ma sul ring prima dell’incontro c’era la storia americana passata, presente e futura. Leggi

Marat Safin, Melbourne, 2004

Era uno dei tennisti più talentuosi della sua generazione. Avrebbe potuto competere con i migliori. Ma è rimasto intrappolato nel suo mondo interiore. Leggi

LeBron James, Baltimora, 2011

Nel 2011 il campionato di basket statunitense rimase fermo per quasi sei mesi. Così i giocatori più forti del mondo cominciarono a sfidarsi in piccole palestre in giro per il paese. Leggi

Diego Armando Maradona, Monaco di Baviera, 1989

Per chi non si rassegna a fare a meno dello sport, ogni settimana consigliamo un evento che ha fatto la storia. Si comincia con gli esercizi di rilassamento di Maradona. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.