Siria

Siria

Capitale
Damasco
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Lira siriana
Superficie
La ricostruzione di Raqqa e delle zone tolte ai jihadisti non sarà facile

Mettersi d’accordo contro il gruppo Stato islamico era – relativamente – semplice. Adesso la situazione si fa più complessa. Leggi

Raqqa è stata liberata ma la pace è ancora lontana

Non è stato il regime di Damasco a liberare Raqqa, ma le forze che lo combattano. Per questo la ritirata dei jihadisti non risolve niente. Leggi

pubblicità
La questione curda riguarda tutto il Medio Oriente

Nell’estrema tensione tra il Kurdistan iracheno e il resto dell’Iraq il petrolio è centrale. Ma la questione fondamentale è un’altra: il problema curdo. Leggi

Diario di una ragazza in fuga dalla Siria

“Ho deciso di filmare il mio viaggio dalla Siria all’Europa”, dice Rania che ha ripreso con il cellulare la sua fuga da Kobane all’Austria. Leggi

La realpolitik ha una brutta fama ma è necessaria

Quando le crisi come quella siriana o quella nordcoreana sfuggono al realismo diventano, o restano, conflitti sanguinari. Leggi

pubblicità
Il mondo in breve

L’uragano Irma verso la Florida, il papa in Colombia, la Catalogna chiede l’indipendenza: cos’è successo oggi nel mondo. Leggi

Le sei ragioni per cui siete confusi sulla Siria

In questi ultimi dieci anni abbiamo assistito alle conseguenze di sei grandi avvenimenti storici che hanno riscritto le regole sociali e politiche della regione. Leggi

Le trattative di Hezbollah con i jihadisti dello Stato islamico

Gli sciiti iracheni sono preoccupati perché arriveranno nuovi combattenti del gruppo Stato islamico vicino ai loro confini. Leggi

In Medio Oriente i jihadisti stanno perdendo, ma la pace è lontana

Per centinaia di migliaia di persone questo significa la fine di un inferno quotidiano, ma si annunciano nuovi scontri violenti, per due motivi. Leggi

Lettere a Samira

Tra le tante testimonianze della guerra in Siria, vale la pena di leggere le lettere indirizzate dallo scrittore Yassin al Haj Saleh alla moglie Samira al Khalil, rapita il 9 dicembre 2013. Leggi

pubblicità
Emmanuel Macron rilancia la via diplomatica per la Siria

Il presidente francese vorrebbe annunciare al più presto l’apertura di un nuovo negoziato che dovrebbe coinvolgere anche l’Iran. Leggi

L’attentato a Barcellona dimostra che i jihadisti sono ancora pericolosi

Le operazioni della coalizione internazionale non sono bastate a eliminare il pericolo del gruppo Stato islamico. Leggi

A Raqqa è in gioco anche il futuro dei curdi

Iraq, Turchia e Stati Uniti difficilmente sosterranno le richieste federaliste e democratiche dei curdi, nonostante il loro impegno contro i jihadisti. Leggi

Per Siria e Iraq la pace è ancora lontana

La liberazione di Mosul ha causato 900mila sfollati. Aleppo è in macerie. Le zone curde sono con il fiato sospeso. Nei due paesi la ricostruzione è lontana. Leggi

La Francia e la Russia lavorano a un compromesso in Siria

La diplomazia francese è in contatto con il Cremlino per negoziare la fine della guerra in Siria. Parigi potrebbe convincere l’Unione europea a farsene garante. Leggi

pubblicità
Un’amicizia in salsa libanese

Dal Libano a un ristorante stellato e ritorno: uno chef impara da un gruppo di donne rifugiate che la cucina è un legame universale. Leggi

Il mondo all’una

Alta tensione in Siria, i negoziati per la Brexit, accordo di pace nella Repubblica Centrafricana: cos’è successo oggi nel mondo. Leggi

Dai campi profughi nasceranno le città del futuro

Intervista a Kilian Kleinschmidt, l’ex direttore del campo profughi giordano di Zaatari, il più grande di tutto il Medio Oriente. Leggi

Russia e Stati Uniti si contendono il futuro della Siria

All’interno del conflitto che dura da sei anni in Siria se n’è sviluppato un altro per determinare chi assumerà il controllo dei territori del gruppo Stato islamico. Leggi

Stati Uniti e Turchia si scontrano sui curdi e sulla Siria

Washington armerà i curdi in Siria per preparare l’intervento di terra contro Raqqa. Ankara ha reagito con indignazione, ma dovrà accettare la decisione. Leggi

pubblicità