Ossessioni

Scuole

Come sta la scuola pubblica? In Italia non se la passa troppo bene: alunni e studenti la trovano vecchia e noiosa, e sono pochi i soldi a disposizione per migliorarla. Il confronto con il resto del mondo ci fa capire che non dev’essere per forza così.

La scelta dei banchi rivela un’idea di scuola e di società

Si parla molto della decisione del ministero di comprarne un milione e mezzo monoposto e con le rotelle. Ma le aule hanno bisogno di mobili e strumenti in grado di lasciare la massima libertà e favorire il lavoro di gruppo. Leggi

L’Italia rischia di diventare un paese senza ricerca universitaria

La pandemia ha reso più critica una situazione già precaria. Tanti non continueranno il loro percorso, perché pagato poco e male. E tanti altri da mesi fanno i conti con biblioteche chiuse o a ingressi ridotti. Leggi

pubblicità
La riapertura delle scuole nel mondo suggerisce come contenere il virus

I dati finora disponibili sulla diffusione del covid-19 tra gli alunni suggeriscono che i bambini si ammalano meno spesso degli adulti e non sono particolarmente contagiosi. Ma forme di distanziamento e mascherine possono essere utili. Leggi

Cosa non va con i bonus baby sitter e i congedi parentali

L’Italia è considerata da molti il paese della famiglia, ma ha adottato poche misure di sostegno ai genitori. E la chiusura delle scuole durante l’epidemia ha aggravato la situazione, a scapito soprattutto delle donne che lavorano. Leggi

Le ripetizioni pubbliche che servono agli studenti e alla scuola

Dopo il confinamento e prima di settembre servirebbero corsi di recupero finanziati dallo stato per aiutare studenti e famiglie in difficoltà, e sottrarli al mercato delle ripetizioni private. Leggi

pubblicità
Un mese con una studente prima e dopo la maturità

Il 17 giugno in Italia sono cominciati gli esami di maturità per 515.864 studenti. Francesca è una di loro. Per quasi un mese ci ha raccontato le sue giornate, i ripassi infiniti, i momenti con gli amici e le paure. Leggi

Quando e come riapriranno le scuole?

A settembre comincerà il nuovo anno scolastico, ma c’è ancora molta confusione su come sarà. Ecco quello che sappiamo su date, scenari e dispositivi di sicurezza. Leggi

Le città devono aprirsi agli studenti

La pandemia costringe a ripensare gli spazi dell’educare e la relazione tra scuole e città. Da Palermo a Milano, gli esperimenti sono diversi. E c’è anche un’esperienza storica a Torino da ricordare. Leggi

L’esame di maturità dovrebbe essere abolito

Gli studenti dell’ultimo anno della scuola secondaria superiore faranno il loro esame non da remoto ma in presenza. Sarebbe stato meglio non farlo, o almeno farlo a distanza. Leggi

Insegniamo l’ecologia a scuola

Oggi abbiamo la possibilità di ripensare la didattica da cima a fondo. Usiamo questo tempo per cambiare il modo di vedere noi stessi e il nostro posto sulla Terra. Leggi

pubblicità
I mesi complicati degli alunni con disabilità

La chiusura delle scuole ha interrotto legami e percorsi fondamentali per 284mila ragazze e ragazzi con disabilità. Molti sono “spariti”. Quattro insegnanti di sostegno raccontano com’è stato ritrovarli, a distanza. Leggi

Per uscire dalla crisi serve un’università gratuita

La grave recessione economica scoraggerà le immatricolazioni, con gravi conseguenze per l’Italia. Per questo serve una misura radicale. Leggi

Tre cose per convivere con la scuola digitale

Il punto non è tanto aderire a un’idea di scuola trasformata dai tempi digitali, quanto di comprendere che se non ci si attrezza per tempo anche il prossimo anno scolastico sarà un disastro. Leggi

Un confronto sui concorsi straordinari della scuola

Le nuove selezioni indette dal ministero dell’istruzione fanno discutere. Le ragioni e le preoccupazioni degli insegnanti che criticano la prova meritano una risposta. Leggi

Contro la pigra e ingiusta pretesa di dare voti a distanza

È un’assurdità pretendere di dare voti a distanza in classi in cui oltre un quinto degli alunni non è stato raggiunto da alcuna proposta didattica durante il confinamento dovuto al covid-19. Leggi

pubblicità
La scuola ha bisogno di insegnanti selezionati con concorsi seri

Per arruolare circa 78mila insegnanti prima di settembre la ministra dell’istruzione ha bandito tre concorsi. Riuscendo ad attirare le critiche di insegnanti, alleati di governo e sindacati. Leggi

Un prestito per aiutare gli studenti e salvare le università

La nuova crisi economica sarà peggiore di quella del 2008. Dodici anni fa migliaia di ragazzi non riuscirono a iscriversi all’università. Aiutarli significa aiutare il paese. Leggi

I rischi di affidarsi ai colossi della tecnologia per la didattica a distanza

Tra le piattaforme indicate dal ministero agli insegnanti ci sono anche quelle di Google, Microsoft e Amazon. Ma sono strumenti che sollevano problemi sulla privacy, la sicurezza e la didattica. Leggi

Chi viene lasciato indietro rischia di non tornare più a scuola

In Italia gli studenti sono dieci milioni. Migliaia stanno rimanendo indietro nella didattica a distanza. Tanti faticheranno a recuperare e ne scaturirà una generazione segnata dalla mancanza di opportunità e dall’emarginazione. Leggi

Gli insegnanti alle prese con le lezioni a distanza

Da Pordenone a Casoria, maestre e professori raccontano cosa significa fare scuola oggi. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.