Sommario

810 (28 agosto / 3 settembre)

Lo scienziato ribelle

James Hansen è uno dei climatologi più importanti del mondo. Ma i politici non lo sopportano. Perché sostiene che la minaccia del riscaldamento globale è più grave del previsto

810 (28 agosto / 3 settembre)

In copertina

Lo scienziato ribelle

James Hansen è uno dei climatologi più importanti del mondo. Ha denunciato i rischi del riscaldamento globale nel 1981. Poi ha aspettato quasi trent’anni che i politici intervenissero. Alla fine ha deciso di impegnarsi in prima linea

Blog

Ho visto il futuro ed è rotto

pubblicità

Cultura

Gli alieni sbarcano a Johannesburg

In District 9 l’equipaggio di un’astronave extraterrestre è costretto ad atterrare nel Sudafrica dell’apartheid. E il film, a sorpresa, conquista il box office statunitense

Elezioni democratiche

A vent’anni dal crollo del muro di Berlino, il numero dei paesi democratici è cresciuto ovunque. Leggi

Opinioni

Birra e divise

pubblicità

Se la guerra è un crimine

Da quando sua figlia si è sposata e si è trasferita ad Amman, in Giordania, lei è rimasta sola con i suoi ricordi. Leggi

Medio Oriente

La guerra silenziosa

Con l’occupazione dei territori palestinesi, Israele punta a cancellare la presenza araba dalla Cisgiordania. Un vero e proprio caso di pulizia etnica, scrive Slavoj Zizek

A tutto vapore

Centocinquant'anni fa veniva inaugurata la Highland Main Line, la linea ferroviaria con treni a vapore che allora era l'unica via di collegamento tra la Scozia e il resto del Regno Unito. Leggi

Asia e Pacifico

I filippini orfani di Corazón Aquino

Agosto

Il caldo fa affiorare l’intolleranza e le critiche. Leggi

pubblicità

In copertina

Come parlare di ambiente

Non basta diffondere dati e ricerche allarmanti. Per sensibilizzare l’opinione pubblica bisogna fare appello ai valori. La ricetta del linguista George Lakoff

Lingue e contenuti

Il Clil si è rivelato assai efficace per lo studio delle grandi lingue veicolari. Leggi

Visti dagli altri

Novanta secondi di orgoglio civico

Società. Il palio di Siena è uno degli spettacoli più autentici ed emozionanti dell’Europa moderna. Ma svolge anche un’importante funzione sociale

Società

Chi ha paura dei musulmani?

Negli Stati Uniti e in Europa gli intellettuali neoconservatori lanciano l’allarme sulla “bomba” demografica islamica. E propongono rimedi che alimentano la xenofobia

Economia e lavoro

L’economia polacca resiste alla crisi

pubblicità

Cartoline

La visita di Vladimir Putin in Italia ci era sembrata una buona occasione per consegnare all’ambasciatore russo le cartoline in memoria di Anna Politkovskaja. Con un certo anticipo abbiamo provato a fissare un appuntamento. Senza successo. Allora le abbiamo spedite, con posta prioritaria e ricevuta di ritorno. Non c’è da farsi illusioni: è altamente improbabile che Putin venga a sapere delle cartoline. Ma comunque avremmo voluto vedere la faccia del funzionario dell’ambasciata della Federazione russa, al numero 5 di via Gaeta, a Roma, che la mattina del 9 marzo 2007 si è visto recapitare da un postino italiano un grande scatolone con dentro, ordinatamente impilate, 8.237 cartoline con la foto di una giornalista russa uccisa a Mosca il 7 ottobre 2006 e la scritta: “Noi non dimenticheremo Anna Politkovskaja”. Leggi

Concorrente

Verrà il giorno in cui si scoprirà che questa storia di internet che ruba copie ai quotidiani è una sciocchezza. Ne è convinto lo scrittore americano Dave Eggers, che sta lavorando al prototipo di un giornale perfetto. L’idea è banale: se date alle persone una buona ragione per spendere un euro, lo faranno.

Poi forse un giorno si scoprirà anche che non è detto che i giornali debbano andare online. In fondo, quando arrivò la tv nessun quotidiano lanciò la sua rete televisiva. I giornalisti della carta stampata continuarono a fare il loro mestiere, semmai cercando di farlo un po’ meglio perché c’era un nuovo concorrente.

L’equivoco, forse, nasce dal fatto che all’inizio il web era solo testo, e quindi si pensò che era una cosa per giornalisti della carta stampata. Ma non saranno loro a firmare gli scoop di domani su internet. Saranno ragazzi che oggi hanno dodici anni e che sapranno tutto di come si fa un sito e si racconta una notizia. Leggi

Ritratti

Sam Say. L’energia del caffè

Ex rifugiato, è tornato in Laos con un sogno: fondare un’azienda agricola in cui dare lavoro e assistenza a decine di famiglie di contadini poveri

Americhe

Le alleanze segrete tra Cia e Blackwater

Graphic journalism

Cartoline da Taranto

Il fumetto di Squaz

pubblicità

Opinioni

L’America di Ilka

Attualità

Il lato segreto di Abdullah

Il principale sfidante di Karzai è un esempio di trasformismo in un paese tormentato dalla guerra e dalla violenza

Visti dagli altri

Il menù dei giornali e la fame dei lettori

Stampa. Cinquant’anni fa il giornalista Enzo Forcella sosteneva che i quotidiani erano scritti solo per politici, sindacalisti e industriali. Oggi non è cambiato molto

Cina

I tabaccai del mondo

Nella contea di Yunxiao si producono molte delle sigarette destinate al contrabbando globale. Un’attività intorno a cui ruotano soldi e violenza

Europa

Nei Balcani rinasce la Jugosfera

Cambiare in meglio

Circa la metà degli americani disapprova il modo in cui Obama affronta la questione della sanità. Leggi

Attualità

L’odissea in Europa dei giovani afgani

Il caos del paese asiatico spinge centinaia di ragazzini a scappare in occidente. Ecco la storia di alcuni di loro arrivati da soli nel vecchio continente

Africa e Medio Oriente

Baghdad accusa i membri del Baath

Scienza e tecnologia

Il seme boliviano della discordia

Piccoli passi avanti

Il compito più difficile sarà costringere i governi a rendere conto della loro condotta. Leggi

La lista degli oggetti proibiti

In Gran Bretagna sono vietate le forbici, i cavatappi e una serie di altri oggetti che invece sono ammessi negli Stati Uniti. Leggi

La ricetta del successo

Ai grafici viene spesso chiesto di dare una nuova immagine a giornali in difficoltà. Leggi

Attualità

L’Afghanistan dopo il voto

In attesa dei risultati ufficiali, nel paese si moltiplicano le accuse di brogli. Dalla conferma di Karzai alla vittoria di Abdullah, passando per il ballottaggio, tutti gli scenari dei prossimi mesi

Idee

Anticipo felice

Gli acconti agli scrittori sono diventati un cardine dell’industria del libro. È possibile farne a meno? Oggi c’è chi ci prova

Opinioni

0,1

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.