Aborto

Le bugie del Texas sull’aborto

La legge in vigore nello stato, che proibisce quasi ogni interruzione di gravidanza, fa parte di un piano dei repubblicani per colpire i diritti dei più deboli e conservare il potere. Leggi

I diritti delle donne vanno difesi, dall’Afghanistan al Texas

Il diritto negato all’aborto in Texas o in Polonia, il trionfo dell’oscurantismo taliban e religioso dimostrano che sono più necessarie che mai le azioni e le lotte femministe in tutto il mondo. Leggi

pubblicità
Le donne di San Marino lottano per legalizzare l’aborto

Il piccolo stato è uno dei pochi in Europa in cui interrompere una gravidanza è reato. Un gruppo di donne vuole cambiare le cose ed è intanto riuscito a raccogliere le firme per un referendum. Leggi

La colpa di Guadalupe

Nel 2007 Guadalupe Vásquez Aldana è stata condannata a trent’anni di carcere in Salvador con l’accusa di aver interrotto la gravidanza volontariamente. Aveva avuto un’emorragia. Questa è la sua storia. Dall’archivio di Internazionale. Leggi

Se l’aborto non è un trauma

L’anno scorso ho abortito perché io e mio marito non volevamo un terzo figlio. All’inizio ne ho parlato alle amiche. Ma dopo essermi ritrovata a difendere la mia scelta o a inventare scuse per giustificarla, ho deciso di tacere. Leggi

pubblicità
I diritti delle donne sotto attacco in Umbria e nelle Marche

In Umbria il consiglio regionale presenta un piano che sostiene la famiglia tradizionale e vuole fare entrare i prolife nei consultori, mentre nelle Marche si vuole limitare l’accesso all’aborto farmacologico. Leggi

La Polonia in piazza contro le leggi che vietano l’aborto

Il partito ultraconservatore al potere ha limitato solo ai casi di stupro l’interruzione di gravidanza. Ma il paese, in piena pandemia, ha reagito con una manifestazione di 100mila persone. Leggi

La Polonia in piazza contro il divieto di abortire

Con una sentenza chiaramente dettata dal governo ultraconservatore, la corte costituzionale ha vietato l’interruzione di gravidanza anche in caso di malattie e malformazioni del feto. Ma la società civile si sta già mobilitando. Leggi

Un attacco alle donne che viene da lontano

A ripercorrere dall’inizio la storia dei cimiteri dei feti si può tornare indietro di circa vent’anni, perché è una storia che dura da tanto, tra le denunce delle donne inascoltate dalla politica. Leggi

Una risposta femminista alle dure leggi polacche contro l’aborto

Ecco chi sono le donne che in Europa aiutano le altre donne ad avere più informazioni e sostegno se decidono di interrompere una gravidanza. Anche in Polonia, dove gli ultraconservatori fanno di tutto per impedirglielo. Leggi

pubblicità
La battaglia femminista per il diritto all’aborto in Polonia

“Siamo consapevoli che nessuno ci regalerà nulla, nessuno farà niente per noi, dobbiamo fare tutto da sole”. Intervista all’attivista polacca Marta Lempart. Leggi

La battaglia delle donne argentine per l’aborto non si ferma

Il senato argentino ha respinto il progetto di legge che avrebbe depenalizzato l’aborto. Ma non tutto è perduto: nel paese qualcosa è ormai cambiato nella mentalità e nella vita quotidiana delle persone. Leggi

L’Irlanda decide se legalizzare l’aborto

Il 25 maggio gli irlandesi votano per decidere se abrogare l’ottavo emendamento della costituzione e permettere al governo di modificare una delle legislazioni più restrittive in Europa sull’interruzione di gravidanza. Leggi

Perché la Casa internazionale delle donne di Roma è sotto attacco

A Roma, l’amministrazione guidata per la prima volta da una donna minaccia di chiudere uno dei luoghi storici del movimento femminista italiano. Leggi

Libere di abortire con una pillola

La pillola RU486 è meno invasiva e meno costosa, e dovrebbe essere una valida alternativa all’aborto chirurgico, ma in Italia è usata pochissimo. Leggi

pubblicità
Una risposta onesta

Come posso far capire alla mia compagna che l’aborto è un’ingannevole libertà delle donne che commina la pena di morte a un’innocente creatura? Leggi

Perché nessuno parla degli aborti spontanei?

“Una gravidanza su cinque non viene portata a termine e una donna su quattro ha un aborto spontaneo”, dice la giornalista Janet Murray. “È inquietante il modo in cui la gente si aspetta che le donne debbano affrontare questa esperienza. Il messaggio è chiaro: se il bambino muore, dovete soffrire in silenzio”. Il video del Guardian. Leggi

I preti cattolici potranno assolvere le donne che hanno abortito.
I preti cattolici potranno assolvere le donne che hanno abortito. Lo ha annunciato papa Francesco nella lettera apostolica Misericordia et misera, il documento programmatico del suo pontificato. La misura era stata concessa per il periodo del Giubileo, ma sarà estesa. Francesco ha ribadito che “l’aborto è un grave peccato, perché pone fine a una vita innocente”, ma ha aggiunto che le donne che si pentono di averlo commesso potranno essere perdonate.
In Brasile l’aborto è un tabù anche con l’epidemia di zika

L’aborto in Brasile è un reato punibile con tre anni di prigione. Con il diffondersi del virus zika sono nati migliaia di bambini affetti da malformazioni. Talvolta i dottori consigliano alle loro pazienti di interrompere la gravidanza, ma nei casi meno gravi non è permesso. Per questo motivo molte donne ricorrono all’aborto clandestino, rischiando la vita. Il video del New York Times. Leggi

In America Latina le donne colpite dallo zika non possono abortire

Nei prossimi mesi è possibile che aumenti il numero delle donne intenzionate ad abortire a causa del virus zika, ma nella maggior parte dei paesi dell’America Latina l’interruzione di gravidanza è illegale. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.