Ambiente

Il rinascimento della plastica aggrava la crisi climatica

Le aziende petrolifere guadagnano più di 400 miliardi di dollari all’anno producendo plastica, che ormai pervade l’intero ecosistema e l’organismo umano. Non basta riciclarla, bisogna smettere di usarne troppa e male. Leggi

L’eterno gioco dell’oca a Bagnoli

L’area a ovest di Napoli ha ospitato a lungo un imponente insediamento industriale. Da decenni si discute su come bonificarla e restituirla alla città. Ma anche l’ultimo progetto è fermo al palo. All’estero gli esempi non mancano. Leggi

pubblicità
Principianti

Anche se i lockdown hanno contribuito a ridurre le emissioni di gas serra le temperature aumentano, insieme al rischio di siccità, alluvioni e povertà. Eppure gli strumenti per combattere la crisi climatica non sono inaccessibili. Leggi

Un mondo che scompare

I lavori che hanno vinto il premio Andrei Stenin nella sezione dedicata all’ambiente. Leggi

La Groenlandia difende le sue terre dallo sfruttamento minerario

Inuit ataqatigiit, il principale partito di sinistra, ha vinto le elezioni locali promettendo di fermare un progetto minerario. Ma la svolta ambientalista non risolve il problema del futuro economico e politico della grande isola. Leggi

pubblicità
Ravenna è il banco di prova per il futuro energetico in Italia

Nella città romagnola l’Eni ha presentato una piano di cattura e stoccaggio dell’anidride carbonica. Un sistema su cui pesano dubbi e incertezze, e che va analizzato per capire come spendere i soldi per il rilancio post-pandemia. Leggi

Anche l’islam scopre la sua anima ambientalista

Seguendo l’esempio della chiesa cattolica, la comunità islamica globale sta mettendo a punto un nuovo documento per esortare i musulmani a lottare contro il cambiamento climatico e proteggere il pianeta. Leggi

Un anno senza sprechi

Come cambia la vita di una famiglia quando cerca di rispettare l’ambiente
e vivere eticamente? Leo Hickman del Guardian ci ha provato per un anno. Dall’archivio di Internazionale. Leggi

Nuovo appuntamento del festival di Internazionale

Un bilancio di dieci anni di guerra in Siria, le storie dei braccianti stagionali sfruttati in Europa, una riflessione sul consumo intelligente: nel fine settimana torna il festival in streaming. Leggi

Perché l’ecocidio va considerato un crimine internazionale

Un movimento in forte crescita chiede che la distruzione dell’ambiente sia trattata alla stregua del genocidio e dei crimini contro l’umanità. Leggi

pubblicità
Le aziende della logistica stanno divorando la bassa bergamasca

Il fallimento dell’autostrada BreBeMi non ha fermato lo sfruttamento di un territorio già segnato da molte crisi aziendali. Nuovi progetti promettono più occupazione, ma non tengono conto dei rischi per l’ambiente e per i lavoratori. Leggi

I pescherecci stranieri svuotano il mare del Ghana

Negli ultimi anni migliaia di pescatori ghaneani hanno perso il lavoro a causa dei pescherecci industriali stranieri. Se questo tipo di pesca non sarà regolata, le risorse ittiche del paese si esauriranno presto. Il video. Leggi

La caccia al lupo divide la Norvegia

Ogni anno il governo di Oslo decide se permettere la caccia a un certo numero di lupi, scatenando un acceso dibattito tra i cittadini. Dalle più remote comunità del paese, un cacciatore e un ambientalista raccontano cosa è in gioco per loro. Leggi

L’altro inquinamento prodotto dalle automobili

Le particelle rilasciate dagli pneumatici sono un’insidia nascosta per l’ambiente. La pioggia le riversa nei fiumi e nei mari, il vento le deposita sui ghiacciai, e non è sempre bene riusare gli pneumatici per l’asfalto. L’esperienza della California. Leggi

Chi protegge le foreste e i gorilla dell’Africa centrale

Il Parco nazionale dei Virunga, nella Repubblica Democratica del Congo, si trova in una delle aree al mondo più colpite dalla deforestazione. Ogni giorno i ranger rischiano la vita per difendere la natura e le specie a rischio. Il video. Leggi

pubblicità
Strepitoso

Diciamo che il pianeta è nato a mezzanotte e che dura un giorno. All’inizio non c’è nulla. Poi c’è tutto. Leggi

L’insostenibile peso dell’antropocene

I prodotti manufatti dagli esseri umani pesano 1.100 miliardi di tonnellate, cioè più di tutti gli animali, le piante, i microrganismi e gli insetti. Anche in un momento come questo, sono numeri utili per provare a invertire la rotta. Leggi

Il carbone ha i giorni contati

È arrivata l’ora di abbandonare il cuore tossico dell’economia basata sui combustibili fossili. Europa e Stati Uniti hanno dimostrato che il re carbone può essere detronizzato, ora tocca all’Asia. Leggi

Un pianeta in crisi

Planet book è un nuovo libro pubblicato da Contrasto, che racconta la crisi climatica attraverso duecento fotografie di autori internazionali. Leggi

Il Brasile brucia e la colpa è spesso delle multinazionali

Da agosto 2020 ci sono stati più di 45mila incendi solo nella savana brasiliana del Cerrado. Le fiamme, appiccate per espandere i campi coltivabili e i pascoli, distruggono l’ecosistema e minacciano gli abitanti che vivono nell’area. Il video. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.