Diritti gay

Taiwan guida la lotta per il matrimonio omosessuale in Asia

L’isola è stata il primo paese asiatico a legalizzare il matrimonio tra omosessuali, e potrebbe produrre un effetto domino. Leggi

La rivoluzione arcobaleno arriva nei cartoni animati 

“Ci siamo: è arrivato il momento di fare la storia”: nel 2016 per la prima volta una coppia omosessuale è apparsa nel mondo dell’intrattenimento per bambini. Leggi

pubblicità
Le radici del nazionalismo nella nuova Europa

Lo scontro tra i paesi dell’Europa occidentale e quelli centrorientali sui valori della democrazia ha motivi storici, però è anche frutto di manipolazioni politiche. Leggi

I flagellanti di Reggio Emilia e la pittura pompier

Un gruppo cattolico oltranzista di Reggio Emilia ha indetto una “processione di riparazione” per il gay pride. Stupisce il modo scelto per pubblicizzare il raduno. Leggi

Storia di Daniel, cacciato di casa perché gay

Il giornalismo digitale immersivo, l’ultimo filone che sfrutta i dispositivi di realtà virtuale, sembra essere il nuovo terreno d’incontro tra startup tecnologiche, ong e grandi gruppi editoriali. Nonny de la Peña è la fondatrice di Emblematic, una delle aziende all’avanguardia nel settore. Leggi

pubblicità
Due vittorie per i genitori gay

Il 23 febbraio la corte d’appello di Trento ha convalidato il certificato di nascita di due gemelli nati con la gestazione per altri in Canada, ammettendo così che i bambini avevano due padri. Per la prima volta a una coppia di uomini italiani è stato riconosciuto il titolo di genitori. Ma a differenza di un anno fa, le polemiche sono state quasi inesistenti. Leggi

Nuove famiglie e diritti dei gay, intervista a Claudio Rossi Marcelli

“La vita delle famiglie omogenitoriali non è semplice, dal punto di vista politico e sociale. Ma la realtà è difficile anche per tutte le altre famiglie”. Claudio Rossi Marcelli, intervistato al festival di Internazionale a Ferrara, parla di Italia e diritti civili. Leggi

Milioni di persone negli Stati Uniti hanno celebrato il Gay pride.
Milioni di persone negli Stati Uniti hanno celebrato il Gay pride. Gli eventi principali a New York, Chicago e San Francisco hanno fatto registrare un’ampia partecipazione perché sono arrivati due settimane dopo la strage di Orlando, in cui sono morte 49 persone. Intanto al ritorno dal viaggio in Armenia, il papa ha dichiarato che la chiesa cattolica deve chiedere scusa agli omosessuali per averli discriminati.
A Istanbul la polizia carica il gay pride

La polizia ha usato gas lacrimogeni per disperdere alcune decine di manifestanti per i diritti lgbt, che avevano provato a celebrare il gay pride, nonostante le autorità avessero negato l’autorizzazione. La carica è avvenuta nel centro di Istanbul, lungo il viale Istiklal, a poche decine di metri da piazza Taksim, quando un gruppo ha esposto uno striscione arcobaleno e tentato di leggere una dichiarazione da un balcone, tra gli applausi degli attivisti.

Solidarietà dall’Italia a Orlando

Shoot me: colpiscimi, uccidimi, sparami, fotografami: nella notte tra sabato 18 e domenica 19 giugno, a Roma, Milano e Firenze, centinaia di poster sui muri di strade e piazze affermano la libertà di amare. A una settimana esatta dalla strage di Orlando, in Florida, un progetto collettivo di guerrilla art: 49 ritratti di baci omosessuali raccolti dal fotografo Gianluca Vassallo. Un bacio per ognuna delle persone uccise nella notte tra l’11 e il 12 giugno.

pubblicità
A Kiev il primo gay pride nel centro della città

Più di 700 attivisti per i diritti degli omosessuali hanno sfilato questa mattina a Kiev, in Ucraina. Per la prima volta la manifestazione si è potuta svolgere nel centro della capitale, mentre le due edizioni precedenti si erano dovute tenere in periferia. Migliaia di agenti in assetto antisommossa erano dispiegati lungo il percorso, in un paese dove l’omofobia è particolarmente diffusa e l’influente chiesa ortodossa stigmatizza l’omosessualità con forza. Non sono scoppiati gli scontri degli anni passati; la polizia ha fermato alcuni attivisti di destra che manifestavano contro i diritti gay.

Abbiamo bisogno di una scuola che protegga trans e omosessuali

Alan è morto a Barcellona il giorno dopo Natale. Era un ragazzo trans di 17 anni. Era stato uno dei primi minorenni a ottenere il cambio di nome su un documento d’identità in Spagna. Ma quel certificato nulla ha potuto contro il pregiudizio. Le scene di molestia e intimidazione che ha subìto per tre anni a scuola hanno piegato la sua fiducia nel poter vivere, spingendolo al suicidio. Leggi

La Grecia riconosce le unioni tra persone dello stesso sesso.
La Grecia riconosce le unioni tra persone dello stesso sesso. Il parlamento di Atene ha approvato nella notte una legge che consente a due persone dello stesso sesso di contrarre un’unione civile. Nonostante la forte contrarietà della chiesa ortodossa, il testo è stato approvato da 194 deputati su 249 presenti, 55 hanno votato contro.
Negli Stati Uniti gli uomini gay potranno donare il sangue.
Negli Stati Uniti gli uomini gay potranno donare il sangue. A causa della diffusione dell’hiv, dal 1977 era vietato a tutti gli uomini che avevano fatto sesso con un altro uomo. Ora gli omosessuali potranno donare il sangue se non hanno avuto rapporti sessuali nell’ultimo anno. Una restrizione simile è in vigore nel Regno Unito, mentre in Italia non ce n’è nessuna.
Il Portogallo approva una legge che permette le adozioni alle coppie gay
Il Portogallo approva una legge che permette le adozioni alle coppie gay. Cinque anni fa Lisbona aveva legalizzato i matrimoni tra persone delle stesso sesso e nel 2013 la step child adoption, cioè l’adozione del figlio del proprio partner.
pubblicità
Caro Matteo Renzi, i figli delle coppie gay non vanno discriminati 

Caro presidente Renzi, mi chiamo Claudio Rossi Marcelli e sono un giornalista italiano. Vivo con mio marito e i nostri tre figli - tutti di nazionalità italiana - in Danimarca e il motivo principale di questa scelta è che qui ci trattano come la famiglia che siamo. Mentre in Italia, no. Leggi

Un sacerdote ha dichiarato di essere gay alla vigilia del sinodo sulla famiglia

Krzysztof Charamsa è segretario aggiunto della commissione teologica internazionale vaticana e insegna in alcune università pontificie. Dopo la rivelazione sul suo orientamento sessuale non potrà continuare a svolgere i suoi compiti in Vaticano.  Leggi

Una giornata con la più famosa transgender indiana

“Faccio parte della più antica comunità transgender conosciuta con il nome di hijra. Non siamo né uomini né donne. Siamo il terzo genere”. Laxmi Narayan Tripathi si batte per i diritti della comunità transgender indiana da oltre vent’anni. Il ritratto del Guardian. Leggi

Un festival del cinema lgbt in Kenya
Un festival del cinema lgbt in Kenya. Nel paese l’omosessualità è illegale, ma a Nairobi si svolge il festival cinematografico Out dedicato ai diritti dei gay. Il festival dura quattro giorni e per gli organizzatori è un modo per provare ad aprire il dibattito sui diritti della comunità lgbt.
Il viaggio di nozze

“In Ucraina il matrimonio gay è illegale. Per me è stato importantissimo poterci sposare in una città così bella”. Taras Karasiichuk e Mykola Maslov sono andati a New York per poter camminare mano nella mano e baciarsi in pubblico, cose impossibili nel loro paese. Il video del New York Times. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.