Energia

I limiti ai prezzi non servono a niente

Le misure proposte dall’Unione europea e dal G7 sugli acquisti di gas naturale e petrolio russo non avranno nessun effetto concreto, ed è proprio questo il loro obiettivo Leggi

Tempi più rapidi per le rinnovabili

La commissione industria del parlamento europeo ha approvato la proposta per favorire la diffusione delle fonti di energia rinnovabili. Tutti i progetti per la costruzione... Leggi

pubblicità
Il gas viaggia sott’acqua

Dopo il fallimento dei negoziati per il rilancio del gasdotto MidCat, il 20 ottobre i governi di Spagna, Francia e Portogallo hanno raggiunto un accordo per la costruzione... Leggi

A Piombino c’è un’altra campagna elettorale

Governo e regione hanno trovato un accordo per installare il rigassificatore nel porto. Mentre i leader nazionali sono quasi tutti favorevoli, la politica locale è schierata contro il progetto. Leggi

Contro l’inflazione rilanciamo i beni pubblici

Per rispondere alla crisi energetica e alla conseguente crescita dei prezzi i controlli non bastano. Leggi

pubblicità
Gas

Il 21 luglio si capirà se Vladimir Putin vuole davvero usare la fornitura del gas per ricattare i paesi europei che hanno deciso le sanzioni contro Mosca. Leggi

Quel che resta del nucleare

La centrale di Borgo Sabotino, vicino a Latina, aspetta dal 1987 di essere smontata. Ma è un’impresa molto complessa, anche perché quando fu costruita gli impianti non erano stati pensati per essere demoliti. Leggi

Più greggio russo in Asia

La Cina e l’India hanno aumentato le importazioni di petrolio dalla Russia approfittando del calo del prezzo dovuto alle sanzioni occidentali e facendo recuperare a Mosca... Leggi

Un nuovo gasdotto contro i tagli russi

L’opera, lunga 714 chilometri, dovrebbe collegare Barcellona a Livorno, dove arriveranno dai 15 ai 30 milioni di metri cubi all’anno di gas. Quanti ne importa oggi l’Italia dalla Russia. Leggi

L’invasione russa aggrava la dipendenza del mondo dal carbone

La domanda è cresciuta a causa della scarsità di gas e della ripresa della produzione dopo lo stop pandemico. Anche la guerra fa lievitare i costi del combustibile, che ora stanno diventando inaccessibili per i paesi emergenti. Leggi

pubblicità
Il metodo baltico per staccarsi da Mosca

La Lituania, l’Estonia e la Lettonia sono già in grado di rinunciare al gas russo. Grazie a una rete di infrastrutture che raggiunge anche la Finlandia Leggi

I profitti del petrolio e del gas volano grazie alla guerra in Ucraina

Le aziende che fanno profitti con i combustibili fossili hanno contribuito a innescare l’attuale crisi in Europa dell’est. Leggi

Con la guerra tornano le trivelle

Il conflitto in Ucraina ha riacceso il dibattito sul gas. Il governo vuole incrementare la produzione nazionale sui giacimenti esistenti con l’obiettivo di ridurre la dipendenza energetica dall’estero, in particolare dalla Russia. Leggi

La fusione nucleare è un po’ più vicina

I recenti progressi ottenuti da istituti pubblici e aziende private fanno sperare che in futuro avremo una fonte di energia pulita e illimitata. Ma la strada è ancora lunga Leggi

L’Arabia Saudita vuole diventare una potenza dell’idrogeno

Il principale esportatore di petrolio vuole diventare leader nella produzione di questa fonte di energia pulita. Ma gli esperti rimangono scettici. Leggi

pubblicità
Addio a EastMed

“Il gasdotto EastMed, un progetto da sei miliardi di dollari che avrebbe dovuto collegare i giacimenti sottomarini di Israele ed Egitto ai mercati europei attraverso Cipro... Leggi

Gas e nucleare resistono

Dopo più di un anno di negoziati, la Commissione europea ha presentato agli stati dell’Unione una proposta in base alla quale le centrali nucleari e a gas naturale potrebbero... Leggi

Un momento decisivo per la rivoluzione energetica

Di recente c’è stato un cambio di passo nella crescita dell’energia eolica e solare, che potrebbe avere conseguenze positive per tutto il pianeta. Ma i cambiamenti innescati dalla transizione saranno caotici e in molti casi traumatici. Leggi

Il Nordafrica è la nuova frontiera dell’idrogeno verde

I piani europei per l’energia a idrogeno da produrre in Nordafrica e da esportare in Europa presentano diversi elementi di sfruttamento ambientale e della manodopera che ricordano i meccanismi dell’epoca coloniale. Leggi

Nuovo stop al Nord Stream 2

Il gasdotto Nord Stream 2, che dovrebbe collegare i giacimenti russi alla Germania attraverso il mar Baltico raddoppiando la portata della condotta già esistente, ha incontrato... Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.