Il bibliopatologo risponde

Una rubrica di posta sulle perversioni culturali. Se volete sottoporre i vostri casi, scrivete a g.vitiello@internazionale.it

Guida turistica ai mondi letterari

Caro bibliopatologo, un paio d’anni fa ho sperimentato sulla mia pelle l’effetto lenitivo di un libro in un momento in cui la vita mi ha ferito profondamente. Leggi

Chiodo scaccia chiodo, libro scaccia libro

Gentile bibliopatologo, come si fa a superare il senso di lutto che ci pervade quando finiamo di leggere un libro? Leggi

pubblicità
Processo al bovarismo

Caro bibliopatologo, quanto è grande il rischio di idealizzare un amore, se si sono lette le storie di Isabel Allende, Emily Brontë, Lev Tolstoj? Leggi

Dormire in mezzo ai libri fa bene

Gentile bibliopatologo, è più importante leggere o possedere un libro? Leggi

La biblioteca disonorata

Amo la lettura, ma non leggo mai. Perché non sopporto di trovarmi di fronte a un libro che non mi piace, che non riesce a rapirmi. Leggi

pubblicità
Lo spaesamento del lettore indeciso

Per ogni libro che leggo di un qualsivoglia autore, ne leggo anche uno di Calvino. È normale una tale ossessione per uno scrittore? Leggi

Lo yoga della lettura

Ogni volta che comincio un libro si presenta questo scenario. I primi giorni mi immergo in una lettura appassionata, poi lo abbandono. Leggi

Sbadigli repressi 

Succede da sempre, da quando leggevo le favole alla nonna. Leggo i libri fino alla fine, ma dopo 4-5 pagine sbadiglio. Leggi

Ogni scrittore è uno sciamano

Mi domando spesso come facciano gli scrittori, soprattutto quelli giovani, a pronunciarsi su cosa hanno in testa i loro personaggi. Leggi

Se ti rifugi nei libri non chiuderti a chiave

È normale cercare certe risposte nei libri? A volte temo che il mio sia un tentativo di allontanare la realtà, per paura di viverla fino in fondo. Leggi

pubblicità
Psicologia della copertina

Leggo la maggior parte dei libri in formato elettronico perché così, se mi trovo in un luogo pubblico, posso nascondere facilmente cosa sto leggendo. Leggi

Lettori, amanti e desideri spenti

Il possesso intristisce l’amante, quando è troppo facile. E intristisce anche il bibliomane, questo dongiovanni dei libri. Leggi

Le parole della nostalgia

Anni fa ho dovuto abbandonare il mio paese. Ne rimpiango la lingua, e ho paura che la nostalgia peggiorerà. Leggi

Il brivido della lettura

I libri comprati non li leggo. Mentre quelli presi in biblioteca sì. Che mi succede? Leggi

Piccoli lettori crescono

Mio marito ha provato a proporre a nostro figlio tanti libri, ma l’unico che è riuscito a finire è Il piccolo principe. È grave? Leggi

pubblicità
Bibliopatologie di coppia

Gentile bibliopatologo, con la mia fidanzata abbiamo deciso di rivolgerci a lei sperando possa aiutarci a risolvere i nostri problemi. Leggi

La donna che sussurrava ai libri

Io parlo con i libri e i libri parlano con me… Posso guarire? Leggi

Il terrore di finire un libro

Non ricordo neanche un finale. Anna Karenina si è buttata oppure no? Boh. Leggi

Non bisogna leggere molti libri, bisogna leggere molto

Ho un problema: non sono capace di mettere da parte un testo anche quando lo trovo noioso, banale, autoreferenziale. Leggi

Attenzione, la lettura può creare dipendenza 

Passo da periodi in cui leggo bulimicamente a periodi di totale astinenza durante i quali, senza una motivazione precisa, non leggo niente. Leggi

pubblicità