Georgia

Georgia

Capitale
Tbilisi
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Lari georgiano
Superficie
L’idea di Macron per rilanciare l’Europa

La comunità politica proposta dal presidente francese offrirebbe ai paesi candidati all’ingresso un quadro di avvicinamento all’Ue. Si scontrerà con diversi ostacoli, ma con la guerra in corso ha perfettamente senso. Leggi

La libertà nel pallone

In Unione Sovietica il calcio in tv era una chimera. Cercare un modo per vedere le partite internazionali e procurarsi informazioni sulle grandi squadre europee erano imprese eccitanti e avventurose. I ricordi di uno scrittore georgiano, per la serie dedicata al crollo dell’Urss. Leggi

pubblicità
Saakashvili in ospedale

Il 20 novembre l’ex presidente georgiano Mikhail Saakashvili ha accettato di mettere fine allo sciopero della fame di protesta contro la sua incarcerazione, dopo che il... Leggi

Il paradiso perduto dell’Abkhazia 

Dopo il crollo dell’Unione Sovietica l’Abkhazia ha dichiarato l’indipendenza dalla Georgia, causando una guerra. Da allora è economicamente isolata e in gran parte abbandonata. Oggi gli abitanti vogliono rilanciare il turismo. Leggi

Una poltrona ha fatto riesplodere la tensione tra Russia e Georgia 

La polemica sulla visita di un politico russo a Tbilisi potrebbe cambiare l’intero sistema elettorale della Georgia. Leggi

pubblicità
Ricette dal Caucaso

Una chef ucraina che lavora a Londra riscopre la cucina del suo cuore. Ecco una ricetta dal suo ultimo libro, Kaukasis. Olia Hercules sarà al festival di Internazionale a Ferrara per un incontro su come scrivere di cucina. Leggi

Lo zingaro più amato della Georgia

La Georgia è un paese davvero bello, ma anche parecchio povero. Non parlo di Tbilisi, da dove scrivo, ma dei suoi dintorni, dove la situazione è disastrosa. Leggi

Il partito di governo vince le elezioni parlamentari in Georgia.
Il partito di governo vince le elezioni parlamentari in Georgia. I primi scrutini elettorali mostrano il partito Sogno georgiano in vantaggio con il 50,44 per cento dei voti contro il 26,67 per cento del Movimento nazionale unito (Unm). Il Sogno georgiano ha dichiarato vittoria già a partire dai primi exit poll dell’8 ottobre, ma le opposizioni hanno denunciato brogli elettorali e protestato davanti alla commissione elettorale di Tbilisi.  La distribuzione dei seggi parlamentari avverrà secondo un criterio maggioritario.
La Georgia al voto per eleggere un nuovo parlamento.
La Georgia al voto per eleggere un nuovo parlamento. Più di venti partiti si contendono i seggi nell’assemblea nelle elezioni dell’8 ottobre. Il testa a testa sarà tra il partito Sogno georgiano del miliardario Bidzina Ivanishvili attualmente al governo e il partito di opposizione Movimento nazionale unito (Unm).  Il voto è visto come una prova di stabilità per l’ex repubblica sovietica, che deve affrontare disoccupazione e debito in crescita. I seggi si chiuderanno alle 20 ora locale.
Stelle di confine
pubblicità
Salto tra le nuvole
Giochi della Georgia
Otto persone della stessa famiglia uccise in Ohio.
Otto persone della stessa famiglia uccise in Ohio. Sette componenti della famiglia Rhoden sono stati trovati morti intorno alle otto del mattino di venerdì 22 aprile, in tre case vicine nella Pike County, un’area a sudest dell’Ohio, a 150 chilometri da Cincinnati. Nelle case sono stati trovati anche tre bambini, illesi. Poche ore più tardi un altro componente della famiglia è stato trovato morto nella sua casa, a qualche chilometro di distanza. Tutte le vittime sono state uccise con colpi d’arma da fuoco alla testa. Sempre il 22 aprile, ad Appling, in Georgia, Wayne Hawes, un uomo di 51 anni, ha ucciso cinque persone, tra cui alcuni parenti della moglie, prima di togliersi la vita.
Si dimette il premier in Georgia
Si dimette il premier in Georgia. Il primo ministro georgiano Irakli Garibashvili ha annunciato le sue dimissioni, in un momento in cui la coalizione di governo cerca di rafforzare la sua popolarità in vista delle elezioni politiche del 2016. Nominato premier a novembre 2013, a 33 anni, Garibashvili è stato il più giovane leader di governo in Europa.
In Georgia eseguita la prima condanna a morte di una donna dal 1945.
In Georgia eseguita la prima condanna a morte di una donna dal 1945. Kelly Gissendaner, di 47 anni, è morta questa notte con iniezione letale in un carcere di Jackson, negli Stati Uniti. Cinque giorni fa, papa Francesco aveva chiesto al Congresso di Washington di abolire la pena di morte.
pubblicità
Uno studente è morto in una sparatoria all’università di Savannah in Georgia

Uno studente di 22 anni è rimasto ucciso in una sparatoria all’interno del campus della Savannah state university, in Georgia, negli Stati Uniti. Qualcuno gli ha sparato durante una lite, ieri sera, in un’associazione studentesca. L’università ha identificato la vittima in Christopher Starks, originario dell’area metropolitana di Atlanta. La polizia non è ancora riuscita ad arrestare il responsabile.

Il giorno prima dell’omicidio di Starks, mercoledì 26 agosto, due giornalisti televisivi statunitensi, Alison Parker di 24 anni, e Adam Ward di 27, sono stati uccisi a colpi d’arma da fuoco da un ex collega durante una diretta da un centro commerciale di Moneta, un sobborgo affacciato sullo Smith Moutain Lake, il più noto lago della Virginia. Il responsabile dell’attacco, che si è suicidato poco prima dell’arresto, aveva filmato l’accaduto per pubblicarlo sui social.

La polizia georgiana abbatte una tigre che ha ucciso un uomo

Una tigre scappata dallo zoo di Tbilisi durante l’alluvione in Georgia è stata abbattuta dalla polizia dopo che ha ucciso un uomo e ne ha ferito un altro. Lo sostiene la polizia locale. Altri animali fuggiti dallo zoo potrebbero essere ancora liberi, ma le autorità hanno dato versioni discordanti sulla situazione.

Attenzione: il video contiene immagini cruente.

L’uomo ucciso dalla tigre aveva circa quarant’anni. L’animale l’avrebbe attaccato ieri verso mezzogiorno vicino a piazza degli Eroi, in una zona centrale della città che si trova proprio vicino allo zoo. La sua morte porta a venti il numero totale delle vittime registrate in seguito all’alluvione. Almeno sei persone risultano ancora disperse.

Ci sono state polemiche sul fatto che la polizia ha reagito in modo sbagliato all’alluvione, sacrificando molti animali senza motivo. Il governo ha dichiarato che gli agenti hanno fatto tutto il possibile per mettere in salvo gli animali, ma hanno dovuto dare la precedenza alla sicurezza dei cittadini.

Inondazione a Tbilisi, in Georgia, animali in fuga dallo zoo

La forte pioggia caduta nelle ultime ore a Tbilisi, la capitale della Georgia, ha causato un’inondazione nella quale sono morte almeno dieci persone. Altre risultano disperse e decine hanno perso la casa. Le autorità hanno esortato la popolazione a rimanere chiusa in casa dopo che alcuni animali, tra cui tigri, leoni, orsi e lupi, sono fuggiti dallo zoo. Un ippopotamo è stato rintracciato e catturato un tranquillante. Alcuni animali sono morti nell’inondazione, ma non è ancora chiaro il numero di quelli in libertà.

L’inondazione è stata causata dallo straripamento del fiume Vera. Migliaia di persone sono rimaste senza elettricità. Le squadre di soccorso sono al lavoro e il sindaco Davit Narmania ha detto che la situazione resta “molto grave”.

Scenari di prova
L’Unione europea concede un prestito da 1,8 miliardi di euro all’Ucraina

L’Unione europea ha approvato un prestito da 1,8 miliardi di euro all’Ucraina, si tratta del più importante accordo finanziario tra l’Unione e uno stato non europeo mai stato siglato.

L’accordo è stato firmato a Riga, in Lettonia, durante il summit tra i leader dei 28 paesi dell’Unione e i sei paesi del blocco ex sovietico: Armenia, Azerbaigian, Moldova, Georgia, Ucraina e Bielorussia. Il prestito è stato accordato per rilanciare l’economia del paese, pesantemente colpita dalla guerra tra esercito ucraino e separatisti filorussi nell’est del paese. Il prestito impone all’Ucraina di adottare riforme economiche e misure per combattere la corruzione.

A scatenare la crisi in Ucraina nel 2013 fu proprio un vertice del partenariato orientale che si tenne a Vilnius. All’epoca, l’allora presidente dell’Ucraina Viktor Janukovič rifiutò all’ultimo momento di firmare un accordo di associazione con l’Unione europea, provocando manifestazioni di piazza che portarono alla sua deposizione e al conflitto separatista nel paese. L’accordo fu poi firmato il 28 giugno 2014 dal presidente filoeuropeo Petro Porošenko.

A Riga è stato deciso anche che l’Unione europea concederà 200 milioni di euro in donazioni all’Ucraina e ad altri cinque paesi: l’Armenia, l’Azerbaigian, la Bielorussia, la Georgia e la Moldova.

Tre paesi che fanno parte del partenariato orientale, la Georgia, la Moldova e l’Ucraina, chiedono l’adesione all’Unione, mentre gli altri tre paesi preferiscono mantenere un rapporto di cooperazione esterna. Inoltre l’Armenia e la Bielorussia sono membri dell’Unione economica euroasiatica, che molti considerano un progetto concorrente a quello dell’Unione.

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.