Sommario

945 (20/26 aprile 2012)

Contro Sarkozy

François Hollande alla conquista di una Francia divisa e in crisi.

945 (20/26 aprile 2012)

Asia e Pacifico

L’offensiva dei taliban e la strategia occidentale

Gli attacchi del 15 aprile nel centro di Kabul segnano l’inizio di una nuova stagione di violenza. E dimostrano ancora una volta il fallimento della missione Nato

Società

Gioco solo altri due minuti

Internet e gli smartphone hanno favorito la diffusione di videogiochi come Angry birds, Farmville e Bejeweled: estremamente semplici ma capaci di creare una vera e propria dipendenza. Milioni di persone in tutto il mondo ci giocano e molte aziende li usano per pubblicizzare i loro prodotti

pubblicità

Viaggi

Il sentiero del lago

Il trekking nelle vallate andine dell’Argentina meridionale. In kayak nelle acque calme e trasparenti dei laghi di origine glaciale

Pop

Camminare è politica

Di Will Self

Africa e Medio Oriente

La guerra mascherata tra Juba e Khartoum

Le violenze tra il Sudan e il Sud Sudan non si sono ancora trasformate in un conflitto vero e proprio. La Cina, che ha interessi in entrambi i paesi, potrebbe fare da mediatrice

pubblicità

In copertina

Lontani da Parigi

La distanza tra centro e periferia del paese non è mai stata così grande. Viaggio nella Francia profonda alla vigilia del voto del 22 aprile

Portfolio

I partigiani di un’altra Europa

Il fotografo Danilo De Marco ha ritratto quasi un migliaio di combattenti della seconda guerra mondiale. I loro occhi ci invitano a non dimenticare, scrive Gian Paolo Gri

Graphic journalism

Cartolina da Parigi

Di Chantal Montellier

Egitto

La lunga marcia dei Fratelli

Per la prima volta nella loro storia, i Fratelli musulmani hanno vinto le elezioni in vari paesi arabi. Hanno rinunciato alla violenza e alle idee più radicali, ma ora li aspetta la sfida del governo. L’analisi dell’Economist

Americhe

Argentina e Spagna ai ferri corti

Buenos Aires ha deciso di espropriare la compagnia petrolifera Ypf, estromettendo la spagnola Repsol. Una scelta che potrebbe costituire un precedente importante

pubblicità

Opachi

Sergey Brin ha fondato Google con Larry Page quando aveva 25 anni. Oggi ne ha 38 ed è miliardario. Leggi

Cina

Donne ruggenti

La Cina è il paese con il maggior numero di miliardarie del mondo. Dietro al loro successo ci sono un’educazione severa in stile confuciano e l’incontro con l’occidente, scrive Amy Chua

Bielorussia

Dittatore al verde

A vent’anni dal crollo dell’Unione Sovietica, Minsk resiste ancora a ogni apertura democratica. Ma il regime di Aleksandr Lukashenko è minacciato da una crisi economica gravissima

In copertina

Hollande contro Sarkozy

Ha studiato nelle migliori università ed è molto diverso dal presidente uscente. Ma perfino nel suo partito è considerato poco autorevole. Ecco perché il candidato socialista è il favorito nel voto francese

In copertina

Sarkozy e l’arma della paura

Il presidente in carica ha puntato su una strategia già collaudata. Che però questa volta non funzionerà, scrive Jacques Attali

pubblicità

Economia e lavoro

Un mondo di tassi truccati

In Europa, Nordamerica e Asia sono in corso indagini per capire se le grandi banche manipolano i tassi d’interesse applicati ai prestiti. Provocando forti perdite ai loro stessi clienti

Cultura

Allergia alla realtà

Dal successo di un film si può capire molto del pubblico. E a giudicare da quello che guardano, i russi non vogliono pensare

Scienza e tecnologia

Ogni bambino nasce con i suoi batteri

Non è vero che i feti sono sterili, sostiene un nuovo studio. Già nell’utero sono contaminati dai batteri materni, che influenzano il sistema immunitario del nascituro

Ritratti

Raed Arafat. Soccorso in testa

Per i romeni è il medico palestinese che ha rinnovato il pronto soccorso. Ha ispirato la rivolta contro i tagli alla spesa pubblica e oggi è un eroe popolare

Pop

Palestina a Las Vegas

Di Alma Khasawnih

pubblicità

Scienza e tecnologia

L’anno di Larry Page

Il cofondatore di Google fa il punto del suo primo anno da amministratore delegato. Che lo ha visto impegnato in una sfida continua con la concorrenza

Opinioni

L’ora giusta contro le infezioni

Opinioni

L’esagerazione della minaccia

Occupai. E poi?

Scrittori per il 99%, Occupy Wall Street; A cura di Janet Byrne, The Occupy handbook Leggi

Opinioni

Una primavera a Pechino

Provincia di Vudù

VeneziA, Offlaga Disco Pax, L’Orso Leggi

475 milioni

I contributi dello stato ai partiti per le elezioni del 2008 ammontano a 475 milioni di euro. Leggi

Mantenere il controllo

Il mercato dell’immagine è senz’altro uno dei più interessanti, anche a livello economico. Leggi

La stazione intermedia

Vivo in provincia di Bergamo e vorrei partire in cerca di un lavoro stimolante. Non voglio allontanare mio figlio dal mio ex compagno, ma se accetto questa mediocrità morirò lentamente. Che fare? Leggi

Lettura a ostacoli

Le lineette si prestano a molti usi – forse troppi. Leggi

Romney aggiusta il tiro

Ora che finalmente è il candidato repubblicano in pectore, Mitt Romney può ricominciare a comportarsi da moderato. Leggi

Se il computer non vale un Perù

Le scuole elementari peruviane permettono, loro malgrado, di verificare i limiti dell’introduzione delle tecnologie informatiche nella didattica. Leggi

Editoriali

L’esempio della Norvegia

The Independent

Il destino della natura

Franco Ferrarotti, Atman. Il respiro del bosco Leggi

Visti dagli altri

Una nuova ondata di scandali

La corruzione dei politici che emerge dalle indagini della magistratura potrebbe rafforzare il governo di Mario Monti

Opinioni

La probabile fine di Sarkozy e Merkel

Visti dagli altri

Se la soluzione alla crisi è il suicidio

Dall’inizio del 2011 ventitré imprenditori si sono tolti la vita perché non riuscivano più a pagare i debiti delle loro aziende. L’inchiesta del New York Times

Editoriali

Banca mondiale poco globale

Le Monde

Visti dagli altri

Le verità dell’elefante ogni sera in tv

Il programma di Giuliano Ferrara dimostra che l’arrivo di Monti non ha scalfito il potere di Berlusconi sull’informazione