Psicologia

Lo strano paradosso del potere

Secondo alcune ricerche i soggetti in posizione di potere agiscono come se avessero subìto un trauma cerebrale: impulsivi e, soprattutto, meno empatici. Leggi

In realtà, la felicità si può comprare

A pensarci bene, la distinzione tra spendere per fare esperienze o per comprare cose non ha molto senso. Leggi

pubblicità
Cosa fare se il partner ideale ha un difetto

Perché siamo attratti da qualcuno che al tempo stesso non sopportiamo. Leggi

Programmare una pausa aiuta la creatività

Lasciate perdere il carpe diem, meglio il carpe horarium, cioè il piano di lavoro con intervalli regolari. Leggi

Parlare di neuromarketing a Terracina

Uno può andare a Terracina per rosolarsi sulla spiaggia. O per mangiarsi un notevole gelato al pistilli di zafferano. Io sono stata al Festival delle emozioni. Leggi

pubblicità
Non c’è niente di più pericoloso di un leader stupido

Quello che rende le persone stupide così pericolose è che non è possibile prevedere o spiegare le loro azioni con l’interesse personale. Leggi

La chiave della felicità è nel futuro

Gli psicologi vecchia maniera sono ossessionati dal passato, quelli dell’autoaiuto si concentrano sul presente. Ma è meglio concentrarsi sul futuro. Leggi

Si può imparare a ricordare meglio?

Memorizzare una data, i nomi delle capitali del mondo o qualsiasi informazione complessa è un fatto volontario. Leggi

Se credete di conoscervi, pensateci bene 

Il 95 per cento delle persone sostiene di essere cosciente dei motivi per cui si comporta in un certo modo e di come appare agli altri. Ma non è così. Leggi

Perché rimandiamo le cose importanti?

Non rimandate mai a domani quello che potete fare oggi, soprattutto se a trattenervi è la speranza di farlo meglio. Leggi

pubblicità
Un narcisista alla Casa Bianca

Evitare di parlare della sanità mentale di Donald Trump è rischioso per il pianeta. Leggi

Una vita senza rimpianti

Il tempo da passare su questa terra è breve, quindi è importante usarlo bene. Ma chiederci sempre se lo stiamo usando bene non è un modo di farlo. Leggi

Decisioni non lineari

Una decisione controintuitiva può cambiare le cose perché mette in crisi la logica stessa che regge il sistema e, con questo, spalanca una prospettiva nuova. Leggi

E se il razzismo fosse una mancanza di fantasia?

L’empatia richiede una certa ginnastica mentale. Rivolgerla a intere categorie di persone richiede capacità olimpiche, assenti nella maggior parte di noi. Leggi

Meditare allunga la vita

Una vita alla quale abbiamo prestato il doppio dell’attenzione dura veramente il doppio. Leggi

pubblicità
Chi l’ha detto che non c’è niente da ridere?

Proprio perché è meno facile del solito che una risata ci venga spontanea, forse dovremmo cominciare a coltivarle, le risate e le occasioni per ridere, come se si trattasse di un bene prezioso. Leggi

Come smettere di sentirsi insignificanti

Se il pianeta Terra fosse un essere umano avrebbe circa 40 anni, sarebbe cioè a metà della sua aspettativa di vita. Provate a considerarlo come una terapia dell’insignificanza: quando gli eventi nel mondo sembrano travolgerci, quale consolazione migliore potremmo avere se non quella di ricordarci che adottando una scala temporale diversa quella marea di eventi diventa indistinguibile dal nulla? Leggi

Per cambiare personalità basta la spinta giusta

Tendiamo a pensare che la strada verso la depravazione e la corruzione sia quella della china pericolosa: bastano pochi comportamenti immorali e le cose precipitano, e prima di accorgercene finiamo travolti. Ma una metafora più appropriata potrebbe essere quella della caduta da un precipizio. Leggi

La rabbia prolungata ci impedisce di reagire in modo efficace

Di questi tempi, essere arrabbiati con i politici tende a sostituire l’azione: è un’esperienza emotiva che crea assuefazione e ci illude che stiamo facendo qualcosa, mentre in realtà non è altro che un diversivo. Leggi

L’ipocrita ci disturba perché lancia falsi segnali virtuosi

Potremmo dire che odiamo le persone ipocrite perché predicano bene ma razzolano male, e che questo è un difetto morale, ma non mi sembra una spiegazione sufficiente. Leggi

pubblicità