Sommario

20/26 febbraio 2015 • Numero 1090

La vergogna delle caste

La democrazia non ha sradicato il sistema delle caste, ma l’ha consolidato e modernizzato. E l’occidente spesso lo giustifica come parte integrante della cultura indù

20/26 febbraio 2015 • Numero 1090

In copertina

La vergogna dell’India

La democrazia non ha sradicato il sistema delle caste, ma l’ha consolidato e modernizzato. E l’occidente spesso lo giustifica come parte integrante della cultura indù, scrive Arundhati Roy

Libia

Rivoluzione negata

A quattro anni dalla caduta di Gheddafi, la Libia è un paese dilaniato da una guerra civile in cui si è inserito il gruppo Stato islamico. E dopo l’intervento dell’Egitto il conflitto rischia di allargarsi

pubblicità

Opinioni

La Grecia merita un’altra possibilità

Quando si discute delle misure necessarie in un’economia mondiale depressa, c’è sempre qualcuno pronto ad agitare lo spettro della Repubblica di Weimar, che dovrebbe essere un monito sui pericoli del deficit di bilancio e di una politica monetaria espansiva.

Opinioni

La crisi dello Yemen fa tremare i paesi arabi

L’incredibile situazione in Yemen, dove le fondamenta dello stato stanno lentamente crollando, è un esempio dei problemi strutturali che affliggono molti paesi nel mondo arabo.

Opinioni

Il pianeta dei libri

Da qualche anno Pierre Bayard porta avanti una sua forma di critica letteraria estrema e paradossale che considera i libri più importanti dei loro autori.

pubblicità

Opinioni

Trance globale

Giovanni Truppi, Sizarr, Africa Express

Opinioni

Due vie

Il 9 febbraio nelle discussioni in Francia su ciò che la scuola fa o non fa per educare ai valori della repubblica e al rifiuto del terrorismo sono intervenuti anche il primo ministro Manuel Valls e la ministra dell’istruzione Najat Vallaud-Belkacem

Visti dagli altri

Bloccati a Misurata sognando l’Europa

Nella città libica s’interrompe il viaggio dei migranti eritrei, siriani e gambiani che sperano di attraversare il Mediterraneo. Reportage dal centro di detenzione per immigrati

Editoriali

Triton è una condanna a morte 

The New York Times, Stati Uniti

Ucraina

Una tregua fragile dopo gli accordi

Dal 15 febbraio è in vigore un nuovo cessate il fuoco, stabilito con gli accordi di Minsk. Ma a Debaltseve i combattimenti non sono mai cessati

pubblicità

Editoriali

La Nigeria ostaggio di Boko haram

Dominic Johnson, Die Tageszeitung, Germania

Danimarca

Il terrorismo arriva a Copenaghen

L’attentato del 14 febbraio è il risultato di scelte politiche miopi e populiste che hanno scavato un fossato nella società e alimentato l’islamismo radicale. L’analisi di uno scrittore danese

Argentina

Le bugie di Buenos Aires

Alberto Nisman indagava sull’attentato del 1994 contro un centro ebraico. È stato trovato morto il 18 gennaio. Non si sa ancora se si è suicidato o se è stato ucciso. In ogni caso, gli argentini non crederanno alla versione ufficiale

Siria

Radio Siria libera

Gli Stati Uniti finanziano undici emittenti gestite da attivisti dell’opposizione siriana. Come quella diretta da Raed Fares, odiato dal regime e dai jihadisti

Scienza

Quanto dura il presente

Neuroscienziati e psicologi stanno cercando di misurare il periodo di tempo che chiamiamo “adesso”. Se ci riuscissero la nostra comprensione del mondo potrebbe cambiare completamente

pubblicità

Portfolio

Le foto dell’anno

La giuria del World press photo ha scelto le migliori immagini del 2014. Il primo premio è andato al fotografo danese Mads Nissen

Ritratti

Hervé Falciani. Cavaliere oscuro

I dati che ha sottratto alla Hsbc hanno rivelato che in Svizzera le banche aiutano gli evasori ad aggirare il fisco. Lui si presenta come un paladino della legalità, ma dalle inchieste emerge una personalità ambigua

Viaggi

L’autobus turco e le sue regole

Le disavventure di un turista australiano a cui è stato assegnato per errore un posto accanto a una signora. In un paese sempre meno laico

Graphic journalism

Cartolina da Taiwan

Di Clément Baloup

Pop

Io sono stupido e cattivo

Di Slavoj Žižek

pubblicità

Asia e Pacifico

Un passo indietro per la Malesia

La condanna di Anwar Ibrahim per sodomia avrà ricadute negative anche per il governo. Il capo dell’opposizione, infatti, sapeva tenere insieme le diverse componenti etniche del paese

Americhe

Netflix approda a Cuba

Dal 9 febbraio il servizio di video in streaming è disponibile anche sull’isola. Ma per ora solo pochi cubani potranno usarlo, a causa della connessione internet molto lenta

Segno

David Carr, il giornalista del New York Times morto a 58 anni la sera di giovedì 12 febbraio nella redazione del suo giornale, lasciava il segno in tutti quelli che incontrava. Chi l’ha visto a Ferrara, al festival di Internazionale, ricorderà una persona fuori del comune. Leggi

Cultura

L’eroe del Times

David Carr è stato uno dei più brillanti giornalisti del New York Times. È morto il 12 febbraio. Aveva 58 anni

Scienza e tecnologia

A gara di previsioni

Gli europei parlano del tempo più spesso degli americani e sono anche più bravi a prevederlo. Ma ora gli Stati Uniti stanno cercando di colmare la distanza

Vite da piccolo schermo

Qual è il segreto della famiglia perfetta? Leggi

Disobbedienza civile

Bassem Tamimi, originario di Nabi Salih, in Cisgiordania, è rimasto sorpreso quando mi ha incontrato a un evento di disobbedienza civile a est di Gerusalemme. Sa bene che ho paura delle reazioni violente dell’esercito israeliano. Si protestava contro il progetto israeliano di costruire un insediamento per beduini su terre confiscate al villaggio palestinese di Abu Dis. Leggi

Scienza e tecnologia

Il buco nero dei bit

I file in cui archiviamo le foto e i documenti nella speranza di conservarli a lungo potrebbero rivelarsi inutili. Perché la tecnologia su cui si basano cambia molto in fretta

Dalla Persia all’Iran, via Parigi

Le sette storie della Signora melograno di Goli Taraghi sono piene di un sottile e continuo pathos “politico” e di un’ironia affettuosa e partecipe per i destini di umani che ricostruisce. Leggi

Economia e lavoro

Pechino prova a limitare i debiti

Il governo cinese ha deciso di ridurre la dipendenza delle amministrazioni locali dai canali di finanziamento informali creando un mercato ufficiale delle obbligazioni

Il giustiziere di Wikipedia

Se state leggendo questa rubrica forse siete anche voi un po’ come Bryan Henderson. Leggi

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.