Catalogna

Barcellona si risveglia senz’acqua

Il governo catalano ha cercato per mesi di evitare il razionamento dell’acqua, minimizzando il problema. Alla fine è stato costretto a prendere misure drastiche Leggi

Catalogna senz’acqua

Il presidente della Catalogna Pere Aragonès ha proclamato lo stato d’emergenza a Barcellona e nelle aree circostanti a causa della prolungata siccità. Agli abitanti è... Leggi

La Catalogna proclama lo stato d’emergenza per una grave siccità

Il 1 febbraio il presidente della Catalogna Pere Aragonès ha proclamato lo stato d’emergenza a Barcellona e nelle aree circostanti a causa di una grave siccità. Sono previste restrizioni idriche per gli abitanti, l’agricoltura e l’industria. Leggi

I deputati spagnoli bocciano in prima lettura l’amnistia per i separatisti catalani

Il 30 gennaio il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez ha subìto una pesante battuta d’arresto quando il congresso dei deputati ha respinto il suo progetto di legge di amnistia per gli indipendentisti catalani. Leggi

Il premier uscente spagnolo Pedro Sánchez ottiene la fiducia del parlamento

Il premier uscente Pedro Sánchez ha ottenuto il 16 novembre la fiducia del parlamento, nonostante la forte opposizione alla sua decisione di concedere un’amnistia agli indipendentisti catalani in cambio del loro sostegno. Leggi

Le ragioni dell’amnistia per i leader catalani

La decisione del premier uscente Pedro Sánchez di amnistiare gli indipendentisti e di portare i loro partiti al governo sta spaccando la Spagna. Ma è una scelta condivisibile, sostiene un giurista Leggi

Il premier spagnolo Pedro Sánchez raggiunge un accordo con gli indipendentisti catalani

Il 9 novembre il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez ha raggiunto un accordo con Junts per Catalunya, la formazione indipendendista guidata da Carles Puigdemont, che gli permetterà di restare al potere. Leggi

Manifestazione a Barcellona contro l’amnistia per i separatisti catalani

Molti leader della destra spagnola hanno partecipato l’8 ottobre a una manifestazione a Barcellona contro il progetto di concedere un’amnistia ai separatisti catalani Leggi

La destra spagnola cerca di conquistare il voto catalano

La Catalogna è un bacino di voti importante, e in vista delle elezioni del 23 luglio potrebbe essere decisiva. Il Partito popolare ha cercato di moderare le sue posizioni anti indipendentiste, ma Vox si mostra sempre più intransigente. Leggi

La siccità colpisce le riserve idriche della Catalogna

◆ Da più di due anni nella comunità autonoma della Catalogna, nel nordest della Spagna, è in corso una grave siccità che minaccia le principali riserve idriche e ha... Leggi

Riserva quasi a secco

Il terreno arido della riserva Baells, nella comunità autonoma della Catalogna. L’acqua della riserva è ai livelli più bassi dal 1990 a causa della siccità che ha colpito... Leggi

In Spagna per Pedro Sánchez il difficile comincia adesso

Il premier socialista ha ottenuto l’investitura del parlamento. Ma il suo governo è appeso a un dialogo con i separatisti catalani che si annuncia molto delicato. Leggi

La crisi senza uscita della Catalogna

Le manifestazioni e gli scontri di Barcellona arrivano dopo due anni in cui né il governo di Madrid né le autorità di Barcellona hanno provato a trovare una soluzione che non fosse quella giudiziaria. Leggi

Con la sconfitta di Pedro Sánchez la Spagna ha perso un’occasione

Il 13 febbraio il parlamento spagnolo ha bocciato la legge di bilancio, aprendo una crisi di governo da cui gli indipendentisti catalani sperano di trarre nuova forza. Leggi

In Spagna si apre tra le proteste il processo agli indipendentisti catalani 

Il 10 febbraio la destra spagnola ha portato in piazza decine di migliaia di persone contro il primo ministro socialista Pedro Sánchez. Ma altri due appuntamenti potrebbero cambiare lo scenario politico spagnolo. Leggi

In Spagna l’estrema destra è uscita dall’ombra

Molti avevano detto che sarebbe stata l’estrema destra ad approfittare dello scontro fra Madrid e gli indipendentisti catalani. Quella previsione si è avverata. Leggi

Le elezioni catalane commentate dalla stampa europea

Per i giornali spagnoli ed europei, le elezioni del 21 dicembre in Catalogna non risolvono la situazione di stallo. Ora anche Bruxelles deve aiutare la mediazione. Leggi

Cosa succederà dopo le elezioni in Catalogna

Il 21 dicembre i catalani votano per rinnovare il parlamento regionale, sciolto dal governo spagnolo. La decisione del premier spagnolo era sembrata una mossa intelligente, ma qualcosa non ha funzionato. Leggi

Disforia nazionale

La mia simpatia va verso la rottura, verso la trasformazione, verso l’ontologia dell’impossibile. E in ogni caso verso nuove repubbliche della penisola. Leggi

La Catalogna verso elezioni molto incerte

L’unica certezza è che i catalani andranno a votare. Lo faranno tra poco meno di due mesi, il 21 dicembre 2017. Per il resto, il futuro è pieno di incognite. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.