Colombia

Per la Colombia è ora di difendere gli accordi di pace

Un leader dell’ex guerriglia colombiana ha annunciato una “battaglia contro il tradimento degli accordi di pace”. Bisogna dare a questo annuncio il peso che merita, senza diminuirlo o aumentarlo. Leggi

In America Latina l’estrazione illegale dell’oro rende più del narcotraffico

L’immagine dominante della criminalità organizzata latinoamericana è stata per decenni quella del cartello della droga. Ma negli ultimi anni, per un numero crescente di gruppi di narcotrafficanti, di milizie paramilitari di destra e di ribelli di sinistra, la principale fonte di guadagno è rappresentata dalle miniere d’oro illegali. Leggi

pubblicità
Gli sfollati colombiani aspettano la pace

Il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, e il comandante delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia, Rodrigo Londoño, hanno firmato a Cartagena l’accordo di pace. Il 2 ottobre si terrà un referendum in cui i cittadini decideranno se accettare o respingere l’intesa tra il governo e i ribelli. Il video della Thomson Reuters Foundation. Leggi

Il presidente colombiano obbliga i negoziatori delle Farc a non lasciare Cuba.
Il presidente colombiano obbliga i negoziatori delle Farc a non lasciare Cuba. Juan Manuel Santos ha dato l’ordine di sospendere le visite in Colombia che alcuni delegati della guerriglia compiono periodicamente durante le trattative con il governo a L’Avana. Alcune foto di importanti componenti delle Farc per le strade di località colombiane hanno provocato sdegno in chi si oppone ai negoziati.
La Colombia e il Venezuela richiamano gli ambasciatori
La Colombia e il Venezuela richiamano gli ambasciatori. Dopo giorni di tensione diplomatica tra i due paesi, il presidente colombiano Juan Manuel Santos ha definito “inaccettabile” il comportamento delle autorità venezuelane che hanno chiuso la frontiera tra i due paesi e hanno deportato mille colombiani che vivevano in Venezuela, dopo un attacco di contrabbandieri contro militari venezuelani nello stato di Táchira.
pubblicità
I ribelli delle Farc uccidono cinque soldati colombiani alla vigilia dell’inizio del cessate il fuoco. Afp

I ribelli delle Farc uccidono cinque soldati colombiani alla vigilia dell’inizio del cessate il fuoco. Afp

Le Farc annunciano un cessate il fuoco unilaterale e a tempo indeterminato

I ribelli delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc) hanno dichiarato un cessate il fuoco unilaterale per un periodo di tempo indeterminato, a cominciare dalla mezzanotte del 20 dicembre. In un comunicato, il gruppo ha dichiarato che la tregua diventerà un armistizio formale che sarà interrotto solo in caso di attacco:

L’annuncio è stato dato a Cuba, dove sono in corso i colloqui di pace tra le Farc e il governo colombiano. El País

Liberati il generale rapito dalle Farc in Colombia e altri due ostaggi

Il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, ha annunciato che i ribelli delle Farc hanno liberato un generale dell’esercito, Rubén Darío Alzate Mora, e altri due ostaggi rapiti all’inizio di novembre. Reuters

Arrestato in Brasile un boss colombiano del narcotraffico

La polizia di Boa Vista ha arrestato Marcos de Jesús Figueroa García, uno dei più importanti boss colombiani del traffico di droga.

García è il leader dell’organizzazione Los Curicheros. Ricercato anche dall’Interpol, è accusato di omicidio, contrabbando e traffico di droga.

È stato trasferito a São Paulo e dovrebbe rientrare in Colombia il 24 ottobre. Ansa

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.