Giustizia

La sconcertante storia di Ilaria Salis

Le Monde racconta la vicenda della donna italiana in carcere in Ungheria, accusata di aver aggredito dei neonazisti. La sua detenzione ha causato tensioni tra Roma e Budapest Leggi

Israele sul banco degli imputati alla Corte internazionale di giustizia

L’11 e il 12 gennaio si terranno due udienze al tribunale dell’Onu, in cui lo stato ebraico sarà formalmente accusato di aver commesso “atti di genocidio”. È uno sviluppo senza precedenti. Leggi

Sotto copertura

Un testimone, mascherato per non essere riconosciuto, al tribunale militare di Goma, nell’est della Repubblica Democratica del Congo (Rdc). Era atteso al processo contro... Leggi

La voce della piazza

Uno striscione con il volto del primo ministro israeliano Benjamin Neta­nyahu e la scritta “dittatore in fuga” è esposto durante una manifestazione contro la riforma... Leggi

La verità sulla morte di Luca Attanasio è ancora lontana

Il 14 settembre si aprono a Roma le udienze per la morte dell’ambasciatore italiano: cos’è successo quel giorno? Perché mancavano le principali misure di sicurezza? Scoprire la verità è importante anche per i congolesi. Leggi

Perché si torna a parlare della strage di Ustica

L’ex presidente del consiglio italiano Giuliano Amato ha rilanciato la tesi secondo cui dietro l’incidente aereo del 1980 ci sono responsabilità della Francia mai chiarite Leggi

Al bivio

Una manifestazione contro la riforma della giustizia presentata dal governo di estrema destra di Benjamin Netanyahu. Decine di migliaia di israeliani scendono in piazza ogni... Leggi

La protesta continua

Gli israeliani che si oppongono alla riforma della giustizia voluta dal governo di estrema destra di Benjamin Netanyahu hanno organizzato una giornata di mobilitazione l’11... Leggi

Giustizia da riformare

Nel sistema penale giapponese i diritti delle persone accusate di un reato sono sistematicamente violati, dall’arresto alla condanna. Il problema, scrive The Diplomat, è... Leggi

Sulla giustizia internazionale l’Italia è in ritardo

Il governo ha modificato un disegno di legge che dava la possibilità di perseguire reati molto gravi anche se non commessi da cittadini italiani o sul territorio nazionale Leggi

Il cambiamento è possibile

Contro l’estrema destra al governo in Israele c’è un’opposizione che non si era mai vista prima. E che ora potrebbe darsi nuovi obiettivi Leggi

Tutti gli errori di Benjamin Netanyahu

Di fronte a una mobilitazione senza precedenti, il premier israeliano è stato costretto a sospendere la riforma della giustizia. La sua coalizione resta intatta, ma ha perso forza Leggi

Tutte le ambiguità della protesta israeliana

Un grande movimento contesta la riforma della giustizia proposta dal governo di estrema destra. Senza mettere in dubbio i limiti di un sistema oppressivo Leggi

Il complice dei trafficanti che fingeva di combatterli

Genaro García Luna è stato ministro della sicurezza pubblica del Messico dal 2006 al 2012. Un tribunale di New York ha dimostrato che collaborava con il cartello di Sinaloa Leggi

Una riforma pericolosa in Israele

In due mesi la coalizione al governo in Israele, che unisce conservatori, forze di estrema destra e partiti di stampo religioso, ha suscitato uno dei più vasti movimenti... Leggi

Lo sciopero della fame per abolire il 41 bis

L’anarchico Alfredo Cospito è detenuto e non si alimenta da ottobre. Protesta contro le norme sul carcere duro Leggi

Il pizzaiolo della ’ndrangheta

La storia di Edgardo Greco, killer dell’organizzazione criminale calabrese, che da anni gestiva una pizzeria in Francia Leggi

L’inutile battaglia ideologica sulla giustizia della destra italiana

Il ministro Carlo Nordio ha invitato il parlamento a non avere un atteggiamento sottomesso rispetto ai magistrati, aprendo un nuovo scontro tra politica e magistratura. Leggi

La riforma della giustizia per ora serve soprattutto a tenere insieme la destra

Il ministro Carlo Nordio sembra intenzionato a mettere mano ad alcuni temi giuridici, come l’obbligatorietà dell’azione penale, l’uso delle intercettazioni e la separazione delle carriere. Temi delicati che riaprono lo scontro con i magistrati. Leggi

L’autoritarismo del presidente che punta a un secondo mandato

Il paese rischia il default a causa del crollo del bitcoin e lo scoppio di nuove violenze. Il governo è sempre più autoritario, il benessere delle famiglie non è migliorato, ma sette elettori su dieci approvano l’operato del presidente Bukele. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.