Israele-palestina

La marcia delle tensioni

Decine di migliaia di ebrei israeliani hanno festeggiato il 18 maggio la “giornata di Gerusalemme”, celebrata ogni anno con una marcia delle bandiere per ricordare la... Leggi

Il detenuto simbolo

Khader Adnan ( nella foto ), dirigente del gruppo armato Jihad islamica, è morto il 2 maggio in un carcere israeliano dopo 86 giorni di sciopero della fame. Palestine Chronicle... Leggi

pubblicità
Perché la pace tra israeliani e palestinesi sembra impossibile

L’attuale politica di Israele è fondata su un’ideologia a lungo marginale ma che oggi è molto diffusa nella società: il sionismo religioso. L’affermarsi di questa idea impedisce qualsiasi negoziato di pace. Il video. Leggi

Israele verso il caos con un governo inadeguato

I politici israeliani non sono in grado di gestire la situazione senza precedenti che si è creata nel paese e in tutta la regione, scrive il quotidiano Haaretz in un editoriale Leggi

Irruzione ad Al Aqsa

La polizia israeliana ha fatto irruzione nella moschea Al Aqsa a Gerusalemme all’alba del 5 aprile con il pretesto di sgomberare un gruppo di “agitatori” e si è scontrata... Leggi

pubblicità
Verso l’approvazione

La knesset , il parlamento israeliano, ha adottato in prima lettura il 14 marzo una delle disposizioni più contestate della riforma della giustizia, che dà ai deputati... Leggi

Le prevedibili conseguenze degli attacchi israeliani

Le incursioni militari in Cisgiordania rafforzano la resistenza dei giovani palestinesi, disposti a morire pur di non cedere alle forze di occupazione Leggi

Un’altra strage in Cisgiordania

Il 22 febbraio l’esercito israeliano ha ucciso almeno dieci palestinesi e ne ha feriti circa cento in un raid a Nablus, in Cisgiordania. Secondo i militari si è trattato... Leggi

Governo in azione

Migliaia di israeliani hanno manifestato il 7 gennaio a Tel Aviv contro il nuovo governo formato da Benjamin Neta­nyahu con i partiti di estrema destra. Lo stesso giorno... Leggi

Gli accordi di Netanyahu

Il 27 novembre il Likud, il partito di destra di Benjamin Netanyahu, vincitore alle elezioni del 1 novembre, ha raggiunto un accordo con il leader di un partito religioso... Leggi

pubblicità
Si prepara il nuovo governo

Il 13 novembre il presidente israeliano Isaac Herzog ha incaricato l’ex primo ministro Benjamin Netanyahu, vincitore delle elezioni del 1 novembre insieme ai suoi alleati... Leggi

L’ammissione dell’esercito

Il 5 settembre l’esercito israeliano ha ammesso per la prima volta che molto probabilmente è stato un suo soldato a uccidere la giornalista palestinese Shireen Abu Akleh... Leggi

In memoria di Abu Akleh

Il 18 agosto il governo israeliano ha perquisito e chiuso gli uffici di sette ong palestinesi in Cis­giordania, inserite nell’ottobre 2021 nella sua lista di “organizzazioni... Leggi

In cerca di giustizia

Il 30 giugno i deputati hanno approvato lo scioglimento del parlamento israeliano e indetto elezioni anticipate per il 1 novembre, le quinte in meno di quattro anni. Il centrista... Leggi

A colpi di bandiere

Il 29 maggio decine di migliaia di israeliani hanno partecipato alla “sfilata delle bandiere”, un evento nazionalista che celebra la conquista di Gerusalemme Est nella... Leggi

pubblicità
Cominciano le espulsioni

Dalla metà di maggio è cominciata l’espulsione degli abitanti di Masafer Yatta, una zona a sud di Hebron, in Cisgiordania, dove più di mille palestinesi vivono in otto... Leggi

La morte di Abu Akleh e l’impunità d’Israele

La giornalista di Al Jazeera è stata uccisa mentre seguiva un’operazione dell’esercito israeliano in Cisgiordania. Ma anche questa volta Tel Aviv sfuggirà alle sue responsabilità Leggi

Una giornalista uccisa

L’11 maggio una giornalista palestinese di Al Jazeera, Shireen Abu Akleh (nella foto), è stata uccisa durante un’operazione delle forze israeliane a Jenin, nel nord della... Leggi

Una situazione delicata

Dopo settimane di tensioni, le violenze hanno raggiunto Gerusalemme. Secondo Al Araby al Jadid il 18 aprile le forze israeliane hanno fatto irruzione nella moschea Al Aqsa,... Leggi

La falsa sicurezza promessa da Israele

Gli attentati delle ultime settimane dimostrano che il sistema israeliano serve solo a mantenere il dominio sui palestinesi, e non a proteggere i cittadini Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.