Niger

Niger

Capitale
Niamey
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Franco CFA
Superficie
Contro i jihadisti in Africa nasce il gruppo dei cinque

Sostenuti dall’Unione europea e dall’Onu, i paesi del Sahel cominciano a coordinare i loro eserciti in una piattaforma comune antijihadista. Leggi

Un operatore umanitario statunitense è stato rapito in Niger
Un operatore umanitario statunitense è stato rapito in Niger. Uomini armati hanno sequestrato l’uomo davanti alla sua abitazione ad Abalak, nella regione Tahoua. Gli assalitori hanno ucciso la guardia del corpo dell’uomo e un poliziotto prima di fuggire a nord, in direzione del Mali. Non ci sono ancora state rivendicazioni del rapimento. Le autorità nigerine hanno disposto una presenza militare lungo il confine per rintracciare l’uomo. Il dipartimento di stato statunitense sta indagando sull’accaduto.
pubblicità
Almeno 22 soldati uccisi in un attacco contro un campo per profughi maliani in Niger
Almeno 22 soldati uccisi in un attacco contro un campo per profughi maliani in Niger. Il 6 ottobre un gruppo formato da una quarantina di miliziani, che si presume appartengano ad Al Qaeda nel Maghreb islamico, ha attaccato un campo profughi a Tazalit, nell’ovest del Niger. Le guardie del campo sono state colte di sorpresa mentre pranzavamo e almeno 22 sono state uccise. Sono stati rubati tre veicoli.
Perché i paesi africani bloccano l’esportazione degli asini in Cina

Il Niger e il Burkina Faso hanno preso provvedimenti contro la vendita di asini alla Cina, dove la loro pelle è molto richiesta per la medicina tradizionale. Ma l’aumento della domanda di questi animali fa salire il loro prezzo nei paesi d’origine. Leggi

Più di trenta morti in Niger durante uno scontro tra militanti di Boko Haram e militari.
Più di trenta morti in Niger durante uno scontro tra militanti di Boko Haram e militari. Lunedì 12 settembre, nei pressi del villaggio di Toumour, ha avuto luogo uno scontro tra militanti del gruppo jihadista Boko Haram e l’esercito nigerino. Nella serata di martedì 13 settembre, il ministro della difesa nigerino ha confermato che negli scontri sono morti cinque soldati e trenta jihadisti. Toumour si trova nel sudest del paese, vicino al confine con la Nigeria e alle sponde del lago Ciad.
pubblicità
In Niger i migranti si preparano alla grande traversata

Madya si appoggia al bancone e comincia a scorrere il dito sul cellulare, con tranquillità professionale. Sulla parete di fianco, una gigantografia della moschea della Mecca promette “viaggi organizzati e accessibili”. I clienti di questo trafficante di uomini, diventato un punto di riferimento per i migranti africani diretti in Italia, fanno un viaggio diverso che ha però contorni altrettanto sacri. Leggi

Fuggire da Boko haram
Attentato di Boko haram in un villaggio nel nordest della Nigeria.
Attentato di Boko haram in un villaggio nel nordest della Nigeria. I miliziani hanno incendiato diverse case nel villaggio di Kuda durante un funerale. L’attacco è durato circa due ore. Il bilancio provvisorio è di 18 donne morte. C’è stato un altro attacco del gruppo terroristico in un campo profughi del Niger dove vivono gli sfollati in fuga dalle violenze di Boko haram. Nell’attacco sono stati uccisi sette poliziotti e dodici sono stati feriti.
Ritrovati i corpi di 34 migranti morti nel deserto tra Niger e Algeria
Ritrovati i corpi di 34 migranti morti nel deserto tra Niger e Algeria. Tra le vittime, anche venti bambini. Secondo il ministro dell’interno nigerino Bazoum Mohammed, sono presumibilmente morti di sete dopo essere stati abbandonati dai trafficanti di esseri umani vicino ad Assamakka. I decessi risalgono a una settimana fa. Il Niger si trova su una delle principali rotte usate dai migranti che dall’Africa subsahariana cercano di arrivare in Europa. Secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni, nel 2015 l’hanno percorsa circa 120mila persone.
Attacco di Boko haram nel sudest del Niger: 32 morti.
Attacco di Boko haram nel sudest del Niger: 32 morti. Trenta militari dell’esercito nigerino e due di quello nigeriano sono rimasti uccisi durante un attacco dei ribelli di Boko haram a Bosso, cittadina rurale nel sudest del Niger, molto vicina al confine con la Nigeria. Nel tardo pomeriggio del venerdì un migliaio di militanti di Boko haram hanno attaccato un check point. Sessantasette i feriti. La mattina di sabato 4 giugno le truppe nigerine hanno ripreso il controllo della città.
pubblicità
L’opposizione nigerina torna in parlamento.
L’opposizione nigerina torna in parlamento. Il 17 aprile i partiti della Coalizione per l’alternanza 2016 hanno deciso di mettere fine a un boicottaggio di tre settimane contro il presidente Mahamadou Issoufou, di cui non riconoscono la vittoria alle presidenziali di fine marzo.
In Niger una vittoria senza sorprese per Mahamadou Issoufou.
In Niger una vittoria senza sorprese per Mahamadou Issoufou. Secondo i risultati parziali del secondo turno delle presidenziali, il capo di stato uscente ha ottenuto il 93 per cento dei voti. La coalizione dell’opposizione aveva denunciato frodi al primo turno e invitato gli elettori a boicottare il ballottaggio. Issoufou è un alleato dei paesi occidentali nella lotta contro l’estremismo islamico in Africa occidentale.
Partire o restare, la strada attraverso il deserto del Niger

“Io sono il fratello maggiore. È arrivato per me il momento di sacrificarmi per far stare meglio gli altri. È una questione di fortuna. Qualcuno è morto, ma qualcun altro invece è arrivato. È come suicidarsi. Arrivare o morire”. Reportage da Agadez, in Niger, per capire cosa spinge i giovani africani a lasciare il proprio paese e a rischiare la vita attraversando il deserto. Leggi

In Niger l’opposizione denuncia brogli nelle presidenziali di domenica.
In Niger l’opposizione denuncia brogli nelle presidenziali di domenica. I partiti d’opposizione si rifiutano di accettare i risultati parziali dello scrutinio, che danno un vantaggio di oltre 10 punti percentuali all’attuale presidente Mahamadou Issoufou, candidato al secondo mandato. La campagna elettorale è stata segnata da scontri tra i suoi sostenitori e oppositori.
Il voto in Niger prolungato per un secondo giorno.
Il voto in Niger prolungato per un secondo giorno. La decisione è stata presa dopo che ieri ci sono stati problemi in diversi seggi e gli elettori non sono riusciti a votare. L’attuale presidente Mahamadou Issoufou, 63 anni, spera di ottenere un secondo mandato e potrebbe vincere già al primo turno, perché l’opposizione si presenta divisa. I risultati definitivi dovrebbero arrivare entro cinque giorni.
pubblicità
Elezioni presidenziali e legislative in Niger.
Elezioni presidenziali e legislative in Niger. Circa 7,5 milioni di elettori devono scegliere tra 15 candidati. L’attuale presidente Mahamadou Issoufou, 63 anni, candidato a un secondo mandato, è sicuro di vincere al primo turno, perché l’opposizione si presenta divisa. Un eventuale ballottaggio è previsto per il 20 marzo.
Domani si vota in Niger in un clima di grande tensione

Domenica i nigerini votano per eleggere il presidente, dopo una campagna caratterizzata da forti tensioni tra i diversi schieramenti politici, in un paese segnato dalla povertà e dalla paura per gli attacchi terroristici. Leggi

Il Niger verso le presidenziali

Il 21 febbraio in Niger si terrà il primo turno delle elezioni presidenziali e legislative. Un eventuale ballottaggio è previsto per il 20 marzo.

Il fotografo della Reuters Joe Penny ha scattato alcune foto prima e durante un comizio del presidente in carica Mahamadou Issoufou, che si scontrerà con l’ex presidente del parlamento Hama Amadou.

Attacco di Boko haram in Niger: 18 morti
Attacco di Boko haram in Niger: 18 morti. Il gruppo jihadista ha fatto un attentato nella regione di Diffa, nel villaggio di Wogom, nel sudest del paese, al confine con la Nigeria. Undici persone sono rimaste ferite.
Almeno sei morti in diversi attentati in Niger.
Almeno sei morti in diversi attentati in Niger. Gli attacchi, attribuiti al gruppo jihadista nigeriano Boko haram, sono avvenuti a Diffa, nel sudest del paese. Sono morti un soldato e cinque civili, oltre a quattro jihadisti. Secondo un responsabile della sicurezza, due attentatori sono stati uccisi prima di far esplodere i loro ordigni.
pubblicità