Palestina

Palestina

Capitale
n.d.
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Nuovo siclo israeliano
Superficie
Vent’anni di muro inutile in Cisgiordania

La costruzione di una barriera per separare i palestinesi è stata approvata dal parlamento israeliano nel giugno 2002. Non è servita a rendere Israele più sicuro, ma a garantirgli una serie di successi strategici. Leggi

Ogni venerdì del mese

Scontri violenti sono scoppiati tra i palestinesi e la polizia israeliana nella moschea Al Aqsa, a Gerusalemme, il 29 aprile, l’ultimo venerdì di Ramadan. Nel complesso... Leggi

pubblicità
Sette morti in tre giorni

Fra il 31 marzo e il 2 aprile le forze israeliane hanno ucciso sette palestinesi in Cisgiordania, scrive Al Jazeera. I primi due, tra cui un minorenne, sono morti in un raid... Leggi

Gli attacchi palestinesi contro gli israeliani sono un’eccezione

Gli attentati compiuti da singoli individui spinti dalla disperazione o dalla vendetta non servono alla causa palestinese. Ma non ci si può neanche aspettare una condanna pubblica. Leggi

Malak Mattar ritrae il desiderio di libertà delle donne di Gaza

Incontro con una giovane artista palestinese che con la sua pittura esprime femminilità, senso di appartenenza e il dolore di un territorio in guerra. Leggi

pubblicità
Le accuse di Amnesty international contro l’apartheid israeliano

Anche se è stato attaccato dal governo di Tel Aviv e ignorato da molte democrazie europee, il rapporto dell’organizzazione per i diritti umani può contribuire a fare pressione per smantellare un sistema coloniale. Leggi

Le radici della violenza dei coloni in Cisgiordania

Gli attacchi commessi dagli estremisti ebrei hanno l’obiettivo di normalizzare la presenza degli insediamenti illegali. Una strategia sostenuta anche dal governo israeliano Leggi

Israele progetta nuovi insediamenti nelle alture del Golan

Il governo di Naftali Bennett ha annunciato di voler raddoppiare la popolazione israeliana nel territorio conteso con la Siria. Poche voci si sono sollevate in protesta. Leggi

Quando un abito ricamato è più politico della kefiah

Il concorso di Miss universo che si è tenuto in Israele ha amplificato la polemica sull’appropriazione culturale israeliana delle tradizioni palestinesi, creando un caso intorno al thobe, il vestito tipico della regione. Leggi

Storie di ordinaria occupazione delle terre palestinesi

Un rapporto dell’ong israeliana B’Teselem denuncia l’appropriazione indebita delle terre palestinesi in Cisgiordania da parte di coloni ebrei violenti. Leggi

pubblicità
In difesa delle olive

Da quando è cominciata la raccolta delle olive nella Cisgiordania occupata, i coloni ebrei portano avanti violenti attacchi quotidiani contro i villaggi palestinesi, danneggiando... Leggi

Ai palestinesi viene impedito anche di raccogliere le loro olive

Da quando è cominciato il raccolto, ci sono stati molti attacchi contro i contadini palestinesi da parte dei coloni ebrei. Con i soldati israeliani che fingono di non vedere o addirittura aiutano gli aggressori. Leggi

Mohammed el Kurd e il nuovo modo di raccontare la Palestina

Insieme alla sua gemella, il giovane palestinese è il simbolo di un nuovo attivismo contro l’occupazione israeliana. A partire dal giardino di casa sua ha conquistato il pubblico al festival di Internazionale a Ferrara e in tutto il mondo. Leggi

Come si muore protestando contro un insediamento in Cisgiordania

Le testimonianze dei manifestanti che da maggio si mobilitano contro la costruzione dell’avamposto illegale di Evyatar nelle terre dei loro villaggi. E il racconto dell’uccisione di quattro di loro. Leggi

Una strada di Gaza, 43 civili uccisi dalle bombe

Omar Abu al-Ouf vive a Gaza e ha 16 anni. È l’unico della sua famiglia a essere uscito vivo dalla sua casa, bombardata dagli israeliani durante l’ultimo conflitto. Dopo due settimane di ospedale, torna nel suo quartiere devastato dalla guerra. Il video del Guardian. Leggi

pubblicità
Perché l’Europa non alza la voce con Israele

Mentre negli Stati Uniti la narrazione del conflitto tra israeliani e palestinesi comincia a cambiare, l’Unione europea continua a fossilizzarsi su posizioni che non corrispondono più alla realtà. Leggi

Uno strano governo per chiudere l’era di Netanyahu in Israele

Il centrista Yair Lapid e il nazionalista religioso Naftali Bennet si alterneranno alla guida dell’esecutivo, che ha ricevuto anche l’appoggio di uno dei partiti arabi. Ma con una coalizione così, il problema palestinese non potrà essere affrontato. Leggi

La normalità israeliana che alimenta la guerra

Il blocco di Gaza continuerà, lo stivale israeliano continuerà a schiacciare il collo della Cisgiordania, e nelle città miste arabo-ebraiche continueranno le provocazioni. Leggi

Il costo insostenibile della distruzione di Gaza

Secondo i calcoli di Hamas i danni ammontano a più di 250 milioni di dollari. Inoltre a causa della distruzione delle infrastrutture elettriche e idriche circa ottocentomila persone non hanno accesso all’acqua. Leggi

Le nuove voci palestinesi

Nell’ultimo decennio si era fatta strada l’idea che quello palestinese fosse un popolo vinto e rassegnato. Una nuova generazione tecnologica e impegnata ricorda invece il movimento statunitense Black lives matter. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.