Violenza sulle donne

A che punto è la lotta ai femminicidi in Italia 

Una donna italiana su tre subisce una qualche forma violenza nel corso della sua vita e i femminicidi sono più di un quarto degli omicidi complessivi. Ma mancano servizi di assistenza adeguati per chi vuole sottrarsi all’aggressore. Leggi

In trappola, dalla sottomissione psicologica al femminicidio 

Violenze coniugali e femminicidi sono sempre preceduti da forme di controllo psicologico che rendono le donne prigioniere delle loro relazioni. Nel video di Le Monde, due ex vittime raccontano la loro storia. Leggi

pubblicità
Dati e grafici sulla violenza di genere in Italia e nel mondo

In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, qualche dato sul femminicidio e la violenza di genere in Italia e nel mondo. Leggi

Le donne rompono il silenzio sulla violenza domestica in Bosnia

La polizia spesso ignora le denunce di abusi in famiglia, ma l’aumento della presenza femminile nelle forze dell’ordine sta cambiando le cose. Leggi

La scorciatoia usata da Harvey Weinstein

Alcune persone vanno in galera, altre in clinica di riabilitazione. Weinstein probabilmente andrà in clinica. Leggi

pubblicità
In Brasile chiesti sette rinvii a giudizio per lo stupro di una sedicenne.
In Brasile chiesti sette rinvii a giudizio per lo stupro di una sedicenne. Sono sei maggiorenni e un minorenne. L’indagine è partita quando gli aggressori hanno pubblicato su Twitter immagini in cui si vantavano della violenza, perpetrata a maggio a Rio de Janeiro. La ragazza era stata drogata e non aveva sporto denuncia. La vicenda ha scatenato proteste contro la cultura machista nel paese.
Sono stata stuprata e ora ho la forza di raccontarlo

Sheeva Weil è stata violentata quando era al primo anno di università e ha passato anni a chiedersi se avrebbe potuto fare qualcosa per evitarlo. Oggi, grazie alla terapia, spiega perché così tante vittime di stupro si colpevolizzano. E perché situazioni del genere sono molto più comuni di quanto pensiamo. Il video del Guardian. Leggi

Quasi un terzo delle donne italiane ha subìto violenza fisica o sessuale nella sua vita

Secondo una ricerca dell’Istituto nazionale di statistica (Istat), il 31,5 per cento delle donne italiane tra i 16 e i 70 anni ha subìto violenza fisica o sessuale nel corso della sua vita. Di queste, il 5,4 per cento (un milione e 157mila) le forme più gravi della violenza sessuale come lo stupro e il tentato stupro. Leggi

Migliaia di persone manifestano contro la violenza sulle donne in Argentina

Centinaia di migliaia di persone sono scese in piazza ieri a Buenos Aires e in altre città dell’Argentina contro la violenza sulle donne, una mobilitazione storica dopo una serie di femminicidi che ha scosso il paese. Leggi

Impariamo a parlare di stupro

“In un mondo perfetto non si lancerebbe alcuno stigma sull’essere una vittima di una violenza sessuale”, scrive l’autrice statunitense Jessica Valenti. In quel mondo perfetto e inesistente, le vittime potrebbero raccontare quello che hanno vissuto senza temere di essere insultate, umiliate o minacciate. I giornalisti potrebbero usare i loro nomi senza paura di esporle a rischi. Ma non viviamo in un mondo perfetto né in uno che gli si avvicini. Leggi

pubblicità
Twitter si impegna contro la violenza sulle donne

L’azienda ha lanciato un programma pilota che permette agli utenti di denunciare gli abusi attraverso uno strumento sviluppato dall’organizzazione Women, action and the media (Wam).

Jaclyn Friedman, direttrice di Wam, ha detto:

Era da tempo che organizzazioni e attivisti chiedevano a Twitter di offrire degli strumenti per bloccare i troll e le minacce online contro le donne.The Verge

Buone e cattive

Ogni anno in Turchia decine di giovani donne vengono uccise dai loro fratelli, cugini e padri. Leggi

L’onore al femminile

Dobbiamo cambiare il nostro modo di pensare e la nostra mentalità tradizionale. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.