Sommario

650 (14/20 luglio 2006)

Futuropoli

Le città scoppiano. Ma la soluzione non è tornare in campagna. Bisogna progettare in modo diverso le metropoli di domani. Un’inchiesta di Fred Pearce

650 (14/20 luglio 2006)

Parole

“La cosa più terribile sono le organizzazioni criminali. Approfittano della speranza di chi vive nella miseria ma vuole dare a se stesso e ai suoi cari un futuro migliore, e per farlo si affida a persone che con imbarcazioni non sicure si mettono in mare. Questo porta a tragedie continue. Dobbiamo combattere tutto ciò. Per le persone che vogliono nuove opportunità di vita e di lavoro dobbiamo aumentare le possibilità di entrare legalmente in Italia e negli altri paesi europei. Gli italiani sono stati un popolo che ha lasciato il suo paese ed è emigrato. Questo ci impone il dovere di guardare alle persone che vogliono venire in Italia con una totale apertura di cuore e di dar loro la possibilità di un lavoro, di una casa, di una scuola per i figli, e un benessere che è anche la salute e l’apertura dei nostri ospedali per tutte le loro necessità. Questa è la politica del mio governo”.

Parole pronunciate da Silvio Berlusconi il 18 agosto 2009 in un’intervista. All’emittente tunisina Nessma Tv. Leggi

Società

Le città del futuro

Le megalopoli del terzo mondo crescono ormai a ritmi incredibili. Popolate dai poveri dell’economia globale

pubblicità

In copertina

Il modello cinese

A Shanghai sta per cominciare la costruzione di Dongtan, un sobborgo destinato a diventare un punto di riferimento per le città ecologiche

Medio Oriente

La storia di Khaled

È il 21 giugno. Una famiglia palestinese è a tavola. Arriva un missile. Poi un altro. Il racconto di Gideon Levy

Messico

Democrazia imperfetta

Felipe Calderón, candidato della destra, ha vinto le elezioni in Messico. Ma l’opposizione parla di brogli e chiede di ricontare i voti

pubblicità

Messico

Le lezioni del voto

Tibet

I nuovi partigiani

I giovani esuli tibetani vogliono usare metodi più decisi contro l’occupazione cinese. Ma il Dalai Lama è contrario. Il reportage dello scrittore Pankaj Mishra

Società

Sulla scia del fumo

L’80 per cento dell’hascisc consumato in Europa arriva dal Marocco. Un mercato che nel 2004 ha fatto guadagnare ai trafficanti di droga 11 miliardi di euro. Il percorso della cannabis, dal produttore al consumatore

Cultura

Vignette sul piede di guerra

Dov’è il confine tra libertà d’espressione e offesa razzista? L’autore di Maus torna sul caso dei disegni danesi su Maometto

Ritratto

Cameron Sinclair. L’architetto umanitario

Rifiuta il ruolo del designer d’élite e mette la sua professionalità al servizio delle vittime di guerre e di calamità naturali

pubblicità

Viaggi

L’altro arcipelago

Spiagge tropicali, risaie, lagune e foreste pluviali. Nelle settemila isole filippine ci sono tante meraviglie e nessun turista

Economia e lavoro

Il tempio della contraffazione

Scienza e tecnologia

L’eredità della pecora

Africa e Medio Oriente

I dieci comandamenti per guidare l’Uganda

Americhe

Aiuti statunitensi all’Uruguay

pubblicità

Asia e Pacifico

Le sfide dell’Asahi Shimbun

Europa

Elogio della Finlandia

Portfolio

Al villaggio

Le foto di Guy Tillim

Cultura

Cinema, libri, musica, tv

Società

Storie vere, cruciverba, cucina e altro

pubblicità

Opinioni

Il numero: 20 per cento

Opinioni

La parola: nanog

Opinioni

Fuga impossibile

Opinioni

Critica selettiva

Opinioni

Obbligo di fumare

Opinioni

Mljet

Opinioni

Reporter fortunati

Opinioni

Bugie corporative

Opinioni

Il barbecue fa male?

Opinioni

Ho visto United 93

Opinioni

Fiabe per adulti

Opinioni

Pizza Italia

Sbarazzatevi del superfluo

Non c’è niente di più difficile che eliminare una scena ben scritta. Ma bisogna sforzarsi di farlo, per l’equilibrio del romanzo. Sarete ricompensati. Leggi

Peccato per il servizio

Ne fa una lunga salsiccia, la piega in due e la fa roteare come un lazo. Leggi

Opinioni

Taxi

Opinioni

Più hockey per tutti

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.