Cisgiordania

Per l’esercito israeliano la penna e la telecamera sono dei nemici

Una proposta di legge vorrebbe impedire di documentare quello che succede in Cisgiordania. Ma noi giornalisti abbiamo il dovere di violare questa legge, come ogni legge liberticida. Non smetteremo di scrivere, con tutta le nostre forze. Leggi

Normali ingiustizie

La frammentazione della Cisgiordania è ormai così impressa nella loro mente che i palestinesi non conoscono più posti lontani appena venti chilometri da casa. Leggi

pubblicità
Meglio dimenticare

“Dovrei intervistare i tuoi genitori”, ho detto a S, un amico che negli ultimi vent’anni ha vissuto lontano da Israele. Leggi

Le mappe della pace

Israeliani e palestinesi hanno ignorato l’importanza delle carte geografiche che accompagnano i loro accordi. Un errore che ha pesato sul fallimento delle trattative. Un articolo dall’archivio di Internazionale. Leggi

I coloni violenti di Yitzhar

Negli ultimi mesi i coloni di Yitzhar hanno compiuto almeno sei attacchi contro i villaggi vicini. Leggi

pubblicità
In festa per Mandela

Mandela, 24 anni, è stato interrogato per 54 giorni sulle sue attività in un’organizzazione studentesca di sinistra. È stato rilasciato ma potrebbe essere denunciato per affiliazione a un’organizzazione illegale. Leggi

La vita dei palestinesi si scontra con il muro costruito da Israele

Nel 2002 Israele ha cominciato a costruire una barriera di separazione in Cisgiordania. È lunga 570 chilometri e sorge per lo più sulle terre dei palestinesi. Leggi

Lavoratori senza permesso

Ho parlato con decine di palestinesi che speravano nella rimozione di un divieto per motivi di sicurezza che gli impedisce di entrare in Israele per lavorare. Leggi

Attentatori per finta

Il 14 febbraio tre giovani palestinesi sono stati bloccati mentre portavano quattro bombe artigianali in un tribunale militare. Casi simili c’erano già stati due giorni prima e a dicembre. Leggi

Una scuola in pericolo

È la mattina del 31 gennaio e mi preparo ad andare a El Muntar, una delle tante comunità beduine a est di Gerusalemme la cui esistenza è minacciata dalla brama di terra dei coloni. Leggi

pubblicità
Quattro case demolite

Sabato scorso un amico mi ha portata a Jenin, in Cisgiordania. Voleva andare a trovare la sua famiglia estesa, i Jarrar, che avevano perso un figlio e quattro case in un raid israeliano due giorni prima. Leggi

Storie da approfondire

Si avvicina il momento di spedire la rubrica, ma la pagina è ancora bianca. Per ogni idea che mi viene in mente trovo sempre un motivo per non approfondirla. Leggi

Uno schiaffo ai soldati

Gli attivisti della valle del Giordano stanno cercando di convincermi a tornare lì per documentare le violenze dei coloni israeliani nei confronti dei contadini palestinesi. Leggi

Versioni opposte

Abed, cinque anni, non ha permesso a suo fratello Ahed, 18 anni, di lasciarlo a casa. Piangendo in silenzio, ha preteso di visitare il terreno dove il 30 novembre loro padre era stato ucciso da un colono. Leggi

Due bambine

Una vive a Gerusalemme e una a Hebron. Le differenze tra le loro storie sono abissali. Leggi

pubblicità
La confusione delle statistiche

Tra il fiume Giordano e il Mediterraneo vivono 5.102.809 bambini e ragazzi di meno di 18 anni. Leggi

Espulsione rinviata

I migliori nel darmi informazioni in tempo reale sono gli attivisti israeliani. Condividiamo un obiettivo: mettere i bastoni tra le ruote ai provvedimenti di espulsione. Leggi

I pannelli solari restituiti

Jubbeth adh Dhib è noto per l’installazione di un impianto di energia solare finanziato dai Paesi Bassi. Leggi

Hamas fa un passo verso la riconciliazione palestinese

Ha il controllo della Striscia di Gaza dal 2007, ma sembra aver accettato di farsi da parte e lasciare spazio al governo dell’Autorità palestinese. Leggi

Terreni rubati

Due chiamate perse, due sms e due messaggi su WhatsApp, tutti mandati da due amici. Non avevo altra scelta che aprirli: Fawzi è morto. Leggi

pubblicità