Sergio mattarella

Secondo la stampa straniera il governo italiano è un fantasma

“Se non ci riesci al primo o al secondo tentativo, prova, prova e riprova. Questa è stata la lezione dei partiti populisti italiani mercoledì 30 maggio”. La crisi italiana sulla stampa di tutto il mondo. Leggi

Ordine

Le ragioni per avere dei dubbi sul contratto di governo tra Lega e cinquestelle non mancavano. Leggi

pubblicità
L’Italia verso uno scontro decisivo sull’euro

Il governo di Carlo Cottarelli non avrà la fiducia in parlamento. E l’Italia si avvicina a elezioni che saranno una sorta di referendum sulla moneta unica. Leggi

La crisi istituzionale italiana nella stampa straniera

Dall’Economist al Guardian, cosa scrivono i quotidiani stranieri della situazione politica italiana. Leggi

La scelta di Mattarella e la strategia della Lega

Sergio Mattarella si è solo assunto le sue responsabilità costituzionali. La Lega forza la mano nella speranza di guadagnare voti alle prossime elezioni. Leggi

pubblicità
Quentin al Colle
Il presidente Sergio Mattarella ha incontrato papa Francesco

“Desidero esprimere la mia gratitudine per l’impegno che l’Italia sta profondendo per accogliere i numerosi migranti che, a rischio della vita, chiedono accoglienza. Non dobbiamo stancarci nel sollecitare un impegno più esteso a livello europeo e internazionale”, ha detto papa Francesco nel discorso pronunciato durante l’incontro con Sergio Mattarella, in visita di stato in Vaticano. “Le istituzioni e la società italiane sono impegnate, con generosità, per fronteggiare questa emergenza e l’Italia invoca da tempo un intervento deciso dell’Unione europea per fermare questa continua perdita di vite umane nel Mediterraneo, culla della nostra civiltà. Con quelle vite spezzate si perde la speranza di tante persone e si compromette la dignità della comunità internazionale. Rischiamo di smarrire la nostra umanità”, ha ribadito il presidente.

Politica

Capolavoro! Memorabile! Colpo del secolo! Spettacolare! Esclamazioni di entusiasmo e aggettivi enfatici si sono sprecati per commentare il modo in cui Matteo Renzi ha gestito l’elezione del presidente della repubblica. Leggi

I poteri occulti e la loggia P2 secondo Sergio Mattarella

Nel word cloud dell’intervento alle camere del nuovo presidente della repubblica Sergio Mattarella spiccavano due parole: mafia e corruzione. Sono due patologie italiane che il presidente conosce da vicino. In questa intervista del 2011 ricorda i tempi della loggia P2 e parla dei poteri occulti in Italia. Leggi

Un discorso da manuale

I parlamentari che martedì 3 febbraio hanno assistito nell’emiciclo della camera dei deputati al discorso d’investitura di Sergio Mattarella, dodicesimo presidente della repubblica italiano, devono avere ancora le mani che gli bruciano. Infatti hanno applaudito per 42 volte nei 30 minuti dell’intervento. Leggi

pubblicità
Il rituale bizantino del giuramento

L’Italia è un paese minacciato da una corruzione dilagante, dall’aumento delle attività mafiose e dalla mancanza di riforme efficienti. Ma è anche una repubblica che adora i rituali bizantini e i protocolli anacronistici. Una delle cerimonie più sfarzose è tradizionalmente quella del giuramento del presidente della repubblica, che è stato celebrato il 3 febbraio in una capitale transennata e precipitata in un gigantesco ingorgo. Leggi

Mattarella non delude

Non delude il discorso con cui il neopresidente Sergio Mattarella ha inaugurato il suo settennato. Ha fatto bene Mattarella a ricordare subito che il primo compito che gli spetta è rappresentare l’unità della nazione e poi a ricordare che è chiamato a esercitare la funzione di arbitro. Ma ha fatto ugualmente bene a mettere alcuni paletti. Leggi

Sergio Mattarella si è insediato al Quirinale

Il presidente del senato Pietro Grasso, che ha svolto il ruolo di supplente del presidente della repubblica, ha dato il benvenuto al Quirinale al nuovo presidente Sergio Mattarella. Durante la cerimonia, Grasso ha ricordato il primo incontro con Mattarella in Sicilia, nel 1980, in occasione dell’uccisione del fratello del presidente Piersanti da parte della mafia. “Caro presidente, quando ci siamo conosciuti eravamo persone diverse, io giovane magistrato lei professore di diritto, e mai in quel momento doloroso avremmo potuto immaginare che la vita ci avrebbe condotto al salone dei corazzieri in questo giorno”, ha detto Grasso ricordando l’uccisione di Piersanti Mattarella. Mattarella ha ringraziato Grasso e il presidente uscente Giorgio Napolitano. “Il Quirinale deve diventare sempre di più la casa degli italiani”, ha detto Mattarella. Infine il presidente ha salutato la corte costituzionale di cui ha fatto parte, ricordando il ruolo importante che ricopre.

Silvio Berlusconi al Quirinale

Anche Silvio Berlusconi partecipa alla fase finale della cerimonia di insediamento di Sergio Mattarella al Quirinale. Silvio Berlusconi è stato invitato in quanto leader di Forza Italia dallo stesso presidente. Mattarella ha invitato anche Beppe Grillo che invece non parteciperà alla cerimonia, al suo posto Luigi Di Maio.

Tutte le citazioni di Sergio Mattarella

Giorgio Napolitano, Carlo Azeglio Ciampi, papa Francesco, ma anche Stefano Taché, il bambino di due anni ucciso in un attentato compiuto da un commando palestinese alla sinagoga di Roma nel 1982. Il presidente della repubblica Sergio Mattarella nel suo discorso d’insediamento a Montecitorio ha citato dodici figure della storia italiana recente. Leggi

pubblicità
La bandiera presidenziale è stata alzata al Quirinale, dopo l’arrivo del presidente della repubblica Sergio Mattarella. Sky

La bandiera presidenziale è stata alzata al Quirinale, dopo l’arrivo del presidente della repubblica Sergio Mattarella. Inno di Mameli all’ingresso del palazzo. Sky

La diretta dal Quirinale
Verso il Quirinale
Sergio Mattarella al milite ignoto

Sergio Mattarella ha deposto una corona di alloro davanti al monumento al milite ignoto a Piazza Venezia.

pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.