Streaming

Il successo del Coachella e degli altri festival musicali sudati e affollati

In California si è da poco concluso il festival di Coachella, un baccanale musicale celebre per le esibizioni appariscenti. Il suo successo è invidiato da tutti gli altri eventi dal vivo. Ma la cosa divertente è che quello californiano non è molto diverso dalle centinaia di altri festival che si svolgono ogni anno nel mondo. Leggi

È un buon momento per chi produce video originali e di qualità

Kathleen Grace ha avuto un 2015 niente male. A giugno la sua casa di produzione New Form Digital ha caricato su YouTube la puntata pilota di Single by 30, uno show su due teenager che si fanno una promessa di matrimonio nel caso si trovassero a trent’anni senza legami. Leggi

pubblicità
Apple music pagherà i diritti, anche nel periodo di prova

La Apple pagherà i diritti per la riproduzione della musica anche durante i tre mesi di prova del suo servizio streaming Apple music, che sarà lanciato in più di cento paesi il 30 giugno prossimo. Lo ha confermato l’azienda, dopo le proteste di artisti ed etichette discografiche che chiedevano il riconoscimento dei diritti d’autore.

È stata la cantante country pop Taylor Swift a dare una voce e un volto a queste critiche. In un post pubblicato sul suo blog dal titolo “To Apple, Love Taylor”, Swift aveva chiesto all’azienda statunitense di abbandonare la sua decisione di non retribuire gli artisti per lo streaming delle loro canzoni nel periodo di prova. Immediata la risposta di Eddy Cue, vicepresidente dei servizi internet e software della Apple, che su Twitter ha assicurato: “Apple music pagherà per lo streaming, anche durante il periodo di prova”.

Cue ha chiarito che, nei primi tre mesi di erogazione gratuita del servizio, la compagnia pagherà gli artisti sulla base del flusso di dati, ma non ha voluto specificare quanto. Dopo il periodo di prova, negli Stati Uniti i titolari dei diritti d’autore otterranno il 71,5 per cento degli abbonamenti a Apple music. Una percentuale che sarà diversa in altre parti del mondo, ma che dovrebbe oscillare, in media, attorno al 73 per cento.

Apple music permetterà di ascoltare musica in streaming a un prezzo di 9,99 dollari al mese, o di 14,99 dollari se a fare la sottoscrizione sarà una famiglia composta fino a un massimo di sei persone. I primi tre mesi di streaming saranno gratuiti, per consentire alle persone di provare il servizio prima di abbonarsi.

Inizialmente, Swift aveva annunciato che non avrebbe reso disponibile su Apple Music il suo nuovo album “1989”, criticando la scelta della compagnia di Cupertino: “tre mesi senza essere pagati è un periodo lungo, ed è ingiusto chiedere a chiunque di lavorare in cambio di nulla”. Dopo la dichiarazione di Cue, la cantante ha espresso soddisfazione su Twitter.

Non è comunque la prima volta che Swift attacca i servizi che offrono musica gratis. In un suo editoriale sul Wall Street Journal, pubblicato nel giugno 2014, paragonava lo streaming alla pirateria nel causare la perdita di valore della musica. Per queste ragioni aveva già fatto rimuovere tutti i suoi album da Spotify, tra i più importanti servizi di streaming e principale avversario di Apple music.

Il nuovo album dei Black Keys in streaming

Turn blue uscirà il 13 maggio ma si può già ascoltare in anteprima. Leggi

I Black Keys pubblicano il nuovo singolo Fever

Il brano è il primo estratto dal nuovo album del gruppo statunitense, intitolato Turn blue. Leggi

pubblicità
Il nuovo album di Beck in streaming

Beck ha reso disponibile in streaming sul sito di Npr il suo nuovo album Morning phase, che uscirà nei negozi il 25 febbraio. Leggi

Le potenzialità della musica in streaming

Nell’era di Spotify la musica non è mai stata così a portata di mano. Eppure non riesco ancora ad affezionarmi allo streaming. Leggi

Arcade Fire, il nuovo album Reflektor in streaming

Il nuovo album del gruppo canadese si può già ascoltare online. Leggi

Arcade Fire, ecco il video di Reflektor

La band canadese ha pubblicato il video del nuovo singolo. Qualche impressione a caldo. Leggi

Pretty Saro, una gemma folk di Bob Dylan

Un inedito del cantautore di Duluth, la cover di una vecchia canzone inglese. Si può ascoltare qui. Leggi

pubblicità
Mi sono innamorato di Google Chromecast

Il nuovo prodotto di Google è diventato il mio strumento preferito per guardare video presi da internet sul televisore. Leggi

Il nuovo singolo degli Arctic Monkeys

Gli Arctic Monkeys hanno pubblicato un nuovo singolo, intitolato Do I wanna know?. Si può ascoltare qui. Leggi

Una bella cover di Get lucky

Il nuovo singolo dei Daft Punk secondo i Daughter, trio pop inglese dall’anima malinconica. Leggi

James Blake, un cuore soul dentro uno scheletro elettronico

Il nuovo album del musicista britannico uscirà l’8 aprile. Ma nel frattempo si può ascoltare il primo singolo Retrograde. Leggi

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.