Repubblicani

Un infiltrato tra i gay della destra americana

“Hai sentito? Gli omosessuali hanno finalmente raggiunto la vera parità. Ora possiamo esibire il nostro diritto a essere di destra e intolleranti come gli etero. Ma com’è davvero la vita di un gay di destra?”. Un fumetto di Sam Wallman. Leggi

Il miliardario Donald Trump si candida alle presidenziali del 2016

Il miliardario Donald Trump ha annunciato la sua candidatura alle primarie repubblicane, è il dodicesimo in lizza. I sondaggi non lo danno come favorito, ma Trump ha dichiarato guerra all’establishement, presentandosi come un imprenditore di successo, estraneo al mondo della politica.  Leggi

pubblicità
Stati Uniti, un altro repubblicano scende in campo per le primarie

L’ex senatore della Pennsylvania Rick Santorum, già candidato nel 2012, ha annunciato che correrà per le primarie repubblicane negli Stati Uniti. Santorum, appoggiato in gran parte dagli evangelici, ha sempre avuto posizioni molto conservatrici sui temi della famiglia e della società, è anche un oppositore dell’aborto e dei matrimoni tra persone dello stesso sesso.

Dieci anni fa è diventato famoso per aver detto che l’omosessualità è una bestialità, attirando le critiche degli attivisti per i diritti civili. Ma negli ultimi tempi è tornato sui suoi passi e in South Carolina ha detto che è un dovere “amare e accettare i transessuali”. Secondo la Cnn, Rick Santorum rappresenta bene il tentativo dei repubblicani di scendere a patti su temi morali e sociali che stanno rapidamente cambiando la società statunitense.

Nel 2012 Santorum vinse a sorpresa nelle primarie in Iowa e diventò una spina nel fianco per l’allora favorito Mitt Romney. Secondo il New York Times, il focus della campagna di Santorum sarà la classe media impoverita e i temi dell’economia saranno affrontati “in chiave populista”. Annunciando la sua campagna per le primarie, Santorum ha detto che la sua preoccupazione è di aiutare la classe media, “affossata dalle politiche del governo”.

Mitch McConnell sarà il leader della maggioranza al senato

I repubblicani statunitensi hanno scelto all’unanimità Mitch McConnell come nuovo leader della maggioranza al senato dopo la vittoria alle elezioni di metà mandato del 4 novembre. Il nuovo senato si insedierà a gennaio. Reuters

La strategia della frode

La chiave per vincere le elezioni è conquistare più voti. Può sembrare un’osservazione ovvia. Ma è anche incompleta, oltre che ingenua. Leggi

pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.