Napoli

Il salone del fumetto mette al centro i migranti e il Mediterraneo

Secondo festival di fumetti in Italia per importanza, dopo Lucca Comics & Games, Comicon ha scelto di mettere in primo piano Corto Maltese, Gipi – come ospite d’onore – e gli autori arabi e africani che raccontano le migrazioni. Leggi

A Giugliano si organizza una nuova emergenza rom

Alla vigilia delle elezioni, un campo finanziato dal comune sta per essere sgomberato, senza nessuna alternativa concreta e rinunciando a soluzioni di lungo termine già finanziate. Leggi

pubblicità
Napoli e i suoi giovani che non si fanno addomesticare

La paranza dei bambini di Giovannesi e Selfie, il documentario di Ferrente, affrontano la marginalità degli adolescenti a Napoli con intensità diverse. Leggi

Sparatoria nel centro di Napoli, feriti tre stranieri e una bambina.
Sparatoria nel centro di Napoli, feriti tre stranieri e una bambina. L’episodio è avvenuto nei pressi del mercato di Forcella, in via Annunziata, alle spalle della stazione centrale. La dinamica e i responsabili non sono ancora stati accertati. Nessuna delle persone colpite è in pericolo di vita. La bambina, che ha dieci anni, è stata operata a un piede per estrarle un proiettile. Secondo alcuni testimoni citati dal quotidiano la Repubblica, l’obiettivo del raid sarebbe stato un commerciante che gestisce una bancarella nel mercato, preso di mira in seguito a una lite.
A Napoli la politica culturale oscilla tra fallimenti e ricostruzione

Il racconto di Napoli è come imprigionato nella traiettoria di un pendolo tra l’abisso e la redenzione e viceversa. Anche Gaetano Daniele, detto Nino, ricorre a questa immagine per descrivere i suoi tre anni di lavoro come assessore alla cultura e al turismo della città. Nella giunta di Luigi de Magistris è entrato per sostituire Antonella Di Nocera, battagliera animatrice di un’associazione culturale di periferia, poi caduta in disgrazia presso il sindaco. Leggi

pubblicità
I nostalgici del regno borbonico

Nel 1861, con la proclamazione del Regno d’Italia, scomparve dalle carte geografiche il Regno delle Due Sicilie, che dal 1816 aveva unito il sud Italia sotto un’unica bandiera. Oggi, dopo 155 anni dall’unità d’Italia, molti napoletani guardano ancora con nostalgia al loro passato. Leggi

Come salvare Napoli secondo Luigi de Magistris e Gianni Lettieri

Il 19 giugno a Napoli si tornerà alle urne per decidere al ballottaggio chi sarà il prossimo sindaco della città, tra il sindaco uscente Luigi de Magistris, candidato con una coalizione di liste civiche indipendenti, e Gianni Lettieri, candidato del centrodestra. Dagli asili, al diritto alla salute fino al reddito di sostegno sociale: ecco le priorità dei due candidati che al primo turno hanno preso rispettivamente il 42,8 per cento e il 24 per cento. Leggi

Immaginario napoletano

Non Neapolis città nuova ma Althénopis città vecchia, antica, volle chiamare Fabrizia Ramondino la sua città, a cui ha dedicato vita e opere. Un esordio letterario raffinato e maturo, caldo di vita, di presenze umane ricche e povere. Leggi

A Napoli De Magistris e Lettieri vanno di nuovo al ballottaggio

Si andrà al ballottaggio per decidere il prossimo sindaco di Napoli. Come è già successo nel 2011, si sfideranno Luigi de Magistris e Giovanni Lettieri. Il sindaco uscente, insieme alla sua coalizione, ha ottenuto il 42,8 per cento dei voti (la sua lista civica ha ottenuto il 13,8 per cento). Leggi

A Napoli Luigi de Magistris non ce la fa al primo turno

Il sindaco uscente Luigi de Magistris non riesce a vincere la primo turno: ottiene secondo le proiezioni il 42,5 per cento dei voti e dovrebbe affrontare il candidato del centrodestra Gianni Lettieri.

pubblicità
Le elezioni in Campania viste dai cantieri di Castellammare

Nel punto più a sud della costa napoletana esiste una piccola città in cui si costruiscono navi da sempre. È Castellammare di Stabia, 65mila abitanti di cui quindicimila emigrati, un tempo terza città industriale della regione. A cavallo tra gli anni ottanta e novanta ci sono stati il terremoto, le guerre di camorra e la smobilitazione sistematica dell’apparato produttivo. Oggi è una delle città italiane con il più alto tasso di disoccupazione giovanile. Leggi

Guida alle elezioni amministrative di Napoli

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, si ricandida a palazzo San Giacomo ed è appoggiato da una lista civica sostenuta anche da Sinistra ecologia libertà e Possibile. I sondaggi lo danno favorito per il voto del 5 giugno, ma non è escluso il ballottaggio con il centrodestra di Gianni Lettieri. Leggi

Scampia cambia volto grazie alla resistenza dei suoi abitanti

Se si volesse individuare un simbolo della rinascita del quartiere napoletano di Scampia dopo gli anni bui delle guerre di camorra e dei supermarket della droga, bisognerebbe andare a cercare tra le 120 associazioni attive sul territorio, un numero sorprendente per un quartiere di quarantamila abitanti considerato l’emblema delle periferie difficili italiane. Leggi

Guida alle elezioni amministrative del 5 giugno

Si andrà alle urne in 1.363 comuni, di questi 1.175 sono nelle regioni a statuto ordinario e 188 nelle regioni a statuto speciale. Le città con più di centomila abitanti che vanno al voto sono Bologna, Bolzano, Cagliari, Latina, Milano, Napoli, Novara, Ravenna, Rimini, Roma, Salerno, Torino e Trieste. Ecco chi sono i candidati nelle città più grandi. Leggi

I problemi di Napoli sono spariti dalla campagna elettorale

Il 5 giugno Napoli sceglie il suo nuovo sindaco. E mentre gli sfidanti si battono a colpi di proclami, invettive e accuse di brogli, nessuno guarda i veri problemi della città: un hinterland senza controllo, la disoccupazione giovanile alle stelle e l’ombra minacciosa e persistente della criminalità organizzata. Leggi

pubblicità
Bagnoli è stanca delle promesse non mantenute

Dove c’era l’acciaieria è rimasto il vuoto. Duecento ettari di terreno in abbandono o quasi, affacciati sul golfo, tra la falesia di Posillipo e il rione di Bagnoli, alle spalle l’abitato di Campi Flegrei e di fronte la spiaggia di Coroglio con l’isoletta di Nisida. Dalla chiusura dell’ultimo altoforno, nel 1991, attorno a questo spazio ruotano progetti di riassetto urbano e si scontrano visioni del futuro di Napoli. Leggi

Sulla morte di Davide Bifolco a Napoli restano ancora molte ombre

Il 21 aprile 2016 l’appuntato dei carabinieri Giovanni Macchiarolo è stato condannato a quattro anni di prigione per l’omicidio colposo di Davide Bifolco, un giovane di 16 anni del rione Traiano di Napoli. Una vicenda con ancora parecchie lacune. Leggi

Scontri tra polizia e manifestanti a Napoli durante la visita del premier Matteo Renzi.
Scontri tra polizia e manifestanti a Napoli durante la visita del premier Matteo Renzi. Sul lungomare ci sono stati momenti di tensione tra le forze dell’ordine e un corteo di protesta contro l’arrivo in città del primo ministro italiano. C’è stato un lancio di pietre contro gli agenti, che hanno risposto con i lacrimogeni. Quattro agenti sono rimasti lievemente feriti. Renzi è a Napoli per partecipare a un vertice sulla riqualificazione dall’area ex Italsider a Bagnoli.
I ragazzi che resistono nel rione Sanità di Napoli

Là dove Genny Cesarano si è accasciato, colpito da un proiettile vagante, i suoi amici hanno piantato un ulivo. Una lapide ricorda il tragico fatto. Il ragazzo, di appena 17 anni, è stato ucciso alle quattro del mattino del 6 settembre scorso, nella piazza che gira intorno alla splendida chiesa barocca di San Vincenzo Ferrer. Leggi

A Napoli si beve l’acqua pubblica e la bolletta costa meno

Distribuire acqua potabile a una grande città è un affare complesso, che ha bisogno di un’infrastruttura pesante, fatta di acquedotti, vasche di carico, serbatoi interconnessi e una rete di distribuzione capillare. Questo è vero più o meno in ogni grande città. Ma se Napoli è un caso unico in Italia è perché qui l’acqua è pubblica. Leggi

pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.