Sport

Charlotte Dod, Exmouth, 1888

Nell’Inghilterra vittoriana una tennista adolescente diventò una delle migliori del mondo e poi sfidò tre uomini per dimostrare fin dove potevano arrivare le donne. Ma poi la sua eredità è stata cancellata. Leggi

La pallacanestro nell’era dell’epidemia

I pannelli di plexiglass, i silenzi durante i tiri liberi, i messaggi di Black lives matter. Il New York Times racconta l’atmosfera nella “bolla” di Orlando, in Florida, dove sta per ricominciare la stagione Nba. Leggi

pubblicità
Raymond Poulidor, Parigi, 1964

Sembrava arrivato il momento in cui Poulidor, l’uomo semplice e sfortunato, avrebbe battuto Jacques Anquetil, il campione moderno e idolatrato, vincendo finalmente il Tour de France. Leggi

Bobby Moore, Guadalajara, 1970

Il capitano dell’Inghilterra, che poco prima era stato arrestato con l’accusa di aver rubato un braccialetto a Bogotá, giocò una partita eccezionale contro il Brasile di Pelé, Jairzinho e Rivelino. Leggi

David Ionovič Bronštejn, Mosca, 1951

In prima fila, nella sala Čajkovskij, lo sfidante poteva vedere bene sua madre e suo padre, sorvegliato a breve distanza dal generale Viktor Abakumov, capo della polizia segreta. Leggi

pubblicità
Michael Te-Pei Chang, Parigi, 1989

Nessuno avrebbe immaginato che di lì a poco sarebbe diventato il primo atleta statunitense di origine asiatica a raggiungere una fama planetaria. Leggi

Ayrton Senna da Silva, Castle Donington, 1993

Quel giorno mostrò tutta la sua grandezza: la faccia tosta, il piacere della rivalità, l’abilità sul bagnato, la convinzione quasi messianica di essere il miglior pilota al mondo. Leggi

Moses Fleetwood Walker, Louisville, 1884

È stato il primo afroamericano a giocare in un campionato professionistico, sessant’anni prima di Jackie Robinson. La sua storia è stata cancellata dai bianchi e dimenticata dai neri. Leggi

Le giocatrici che aiutano gli abitanti del campo profughi di Shatila

La squadra di basket femminile del campo di Beirut, in Libano, fa parte di un progetto di sport popolare internazionale. Ora aiuta le famiglie più in difficoltà a causa della pandemia e delle misure restrittive imposte dal governo. Leggi

Il mondo dello sport può sopravvivere senza tifosi?

Le maggiori competizioni sportive si stanno organizzando per ricominciare senza spettatori. Il vero problema sarà compensare i mancati guadagni. Leggi

pubblicità
Martina Hingis, Londra, 1997

A soli 16 anni sconcertò tutti con il suo tennis perfetto e la sua apparente sicurezza. Nessuno poteva immaginare quello che sarebbe successo di lì a poco. Leggi

Sergej Bubka, Barcellona, 1992

Tutti davano per scontato che avrebbe vinto facilmente la medaglia d’oro al salto con l’asta. Ma per Bubka il destino aveva in serbo qualcosa di inimmaginabile. Leggi

Olga Korbut, Monaco di Baviera, 1972

Alle Olimpiadi di Monaco una ginnasta sovietica fece emozionare il pubblico di tutto il mondo. E scardinò i rigidi schemi della guerra fredda. Leggi

LeBron James, Baltimora, 2011

Nel 2011 il campionato di basket statunitense rimase fermo per quasi sei mesi. Così i giocatori più forti del mondo cominciarono a sfidarsi in piccole palestre in giro per il paese. Leggi

La squalifica per doping dovrebbe far paura a tutti i russi

Le stelle olimpiche saranno in gara sotto una bandiera neutrale. È l’ennesima prova che Putin fa di tutto per proteggere lo stato ma non i cittadini. Leggi

pubblicità
Il basket statunitense vittima collaterale della crisi di Hong Kong

La tempesta che ha travolto la lega professionistica di basket statunitense (Nba) rivela l’impatto della crisi infinita a Hong Kong ma anche delle tensioni a Pechino. Leggi

Fissati con il calcio

Il corso di calcetto di mio figlio veicola un modello educativo agli antipodi del mio. Però lui si diverte tanto e tutti gli anni si presenta il dilemma: continuare o no? Leggi

Gli Stati Uniti puntano alla quarta Coppa del mondo

Le calciatrici americane hanno uno stile d’attacco molto spavaldo: nonostante qualche problema in difesa, sono ancora le più temibili. Leggi

Le calciatrici svedesi puntano sulla creatività

La Svezia è stata una delle portabandiera del calcio femminile, raggiungendo spesso il podio e prestazioni molto elevate. Ora la squadra cerca la finale. Leggi

La nazionale femminile olandese prova un balzo in avanti

Per la seconda volta ai mondiali, forti in attacco e veloci, le “leonesse arancioni” sfideranno l’Italia cercando di confermare il successo degli Europei 2017. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.