Sport

Troppo veloce

Dutee Chand è nata in un villaggio povero dell’India. Corre da quando aveva quattro anni e ha sempre sognato di andare alle Olimpiadi. Le autorità sportive hanno cercato di impedirglielo sostenendo che non fosse davvero una donna. Leggi

La macchina delle Olimpiadi invernali di Pechino scalda i motori 

Nel 2022 i giochi si svolgeranno in tre località cinesi, compresa la capitale. Secondo le autorità, sarà un giro d’affari creato da 300 milioni di potenziali sciatori. Leggi

pubblicità
La sportiva che rompe gli schemi della boxe tailandese

“Ho visto un combattimento tra due donne e ho pensato potevo affrontarle. Mio padre non ci credeva, volevo dimostrare che sbagliava”, dice Jade Marrisa, atleta di muay thai. Leggi

Per la Croazia il calcio non è solo un gioco

Il nazionalismo, la guerra, la ricostruzione e le delusioni successive hanno contribuito ai risultati della nazionale ai Mondiali di Russia. Leggi

Il Senegal ai Mondiali fa sognare l’Africa

Un’onda verde-giallo-rossa sta attraversando il continente. Tutti gli occhi, ora, sono puntati sui Leoni della téranga. Leggi

pubblicità
I Mondiali li ha già vinti Putin

Forte dei successi in Siria e dell’ossigeno economico e diplomatico ottenuto dalla Cina, il presidente russo aprirà la Coppa del mondo presentandosi come esempio di stabilità. Leggi

Giovani,  tifosi e di estrema destra

Yulia Krivich ha ritratto un gruppo di giovani hooligans ucraini. I colori pastello e le atmosfere sospese distolgono dai dettagli più violenti. Leggi

Perché il culto del fitness ha molti fedeli

Andare in palestra è un po’ come andare in chiesa: le persone si riuniscono per svolgere un rituale e creare una comunità. Leggi

In un negozio Decathlon

Hai comprato solo barrette proteiche e bibite energetiche. Pensi di essere al supermercato? Leggi

In Afghanistan il velo non ferma le giocatrici di calcio

Un gruppo di ragazze di Herat ha trovato nel calcio un modo per emanciparsi dal ruolo tradizionale delle donne nella società afgana. Leggi

pubblicità
La corsa delle atlete giamaicane verso il riscatto

In Giamaica l’atletica è una vera ossessione nazionale. Per molte ragazze questo sport è l’unico modo per ottenere borse di studio e uscire dalla povertà. Leggi

Una partitella a Gaza

Sempre più di frequente il mondo del calcio si presta a racconti giornalistici che privilegiano protagonisti e scenari sulle prestazioni e i risultati. Leggi

L’Ironman è uno sport per asceti e un affare milionario

Uno non può brevettare il calcio, o il biliardo. Invece Ironman è un marchio registrato come la Coca-Cola. Leggi

Il Milan è stato venduto a un gruppo di investitori cinesi
Il Milan è stato venduto a un gruppo di investitori cinesi. L’imprenditore cinese Li Yonghong è il nuovo proprietario della squadra di calcio milanese, dopo 31 anni di gestione da parte di Silvio Berlusconi. Fininvest ha ceduto il 99,9 per cento delle azioni alla società lussemburghese Rossoneri sport investment lux, creata da Li Yonghong. Il gruppo cinese nelle scorse ore ha pagato l’ultima quota di 370 milioni di euro necessaria per chiudere la trattativa.
La verità nel pallone

Non posso dire di avere un’opinione netta sull’uso dell’instant replay nelle partite di calcio. Ma questo strumento, in molti modi, ci fa riflettere sulla relazione che abbiamo con l’immagine. Leggi

pubblicità
L’oro di Napoli è multirazziale

Il documentario Loro di Napoli di Pierfrancesco Li Donni racconta la storia dell’Afro-Napoli United, squadra fondata nel capoluogo campano nel 2009. Leggi

Ad Addis Abeba si elegge il nuovo presidente della federazione calcistica africana.
Ad Addis Abeba si elegge il nuovo presidente della federazione calcistica africana. Il camerunese Issa Hayatou, al potere dal 1988, cercherà di ottenere il suo ottavo mandato. Il suo sfidante è Ahmad Ahmad, presidente della federazione del Madagascar.
La Nike sperimenta un hijab per le atlete musulmane.
La Nike sperimenta un hijab per le atlete musulmane. Dopo un anno di sperimentazione, l’azienda di indumenti sportivi ha annunciato che nel 2018 metterà in vendita un hijab che potrà essere usato dalle sportive di religione musulmana. Il velo è stato sperimentato dalla pattinatrice Zahra Lari.
Liberi di correre

Fino a non molto tempo fa era considerata una stranezza, una provocazione, un’attività puritana ed elitaria. Non stiamo parlando di chissà quale vizio ma della corsa, riabilitata durante gli anni della contestazione e oggi passatempo di milioni di persone. Leggi

Le arti marziali liberano le donne afgane

Intorno al 500, in un monastero buddista della provincia di Henan, in Cina, nasceva il più antico stile di arti marziali, lo shaolin-quan. Ritenuto il progenitore di tutte le altre discipline cinesi, lo shaolin si è presto diffuso in Afghanistan. A Kabul, un gruppo di giovani donne si allenano sui monti vicini alla città. Leggi

pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.