Giornalismo

Rivelazioni

La ministra dell’interno britannica ha approvato l’estradizione di Julian Assange negli Stati Uniti. Il fondatore di Wikileaks potrà fare appello, ma rischia di affrontare un processo per spionaggio e, probabilmente, il carcere a vita. Leggi

Il giornalismo in Grecia è attaccato da leggi bavaglio e intimidazioni 

Il governo greco e le aziende private ostacolano le inchieste giornalistiche sulla gestione dei fondi europei, l’accoglienza dei migranti, gli scandali farmaceutici. E l’omicidio del reporter Giorgos Karaivaz, ucciso nel 2021, è ancora irrisolto. Leggi

pubblicità
I Pulitzer del 2022

Il 9 maggio sono stati assegnati i premi Pulitzer, i più importanti riconoscimenti giornalistici del mondo. Il Wash­ington Post è stato premiato nella categoria “Giornalismo... Leggi

I giornalisti stranieri sfruttano il coraggio dei colleghi ucraini

I reporter locali sono essenziali per raccontare la guerra ucraina all’estero. Ma spesso le testate internazionali li sottopagano e non garantiscono la loro sicurezza. Leggi

Nessuno ricorda il primo giornalista ucciso nella guerra in Bosnia

Kjašif Smajlović venne ucciso la mattina del 9 aprile 1992. Dopo l’inizio degli attacchi serbi decise di non scappare e raccontare cosa stava succedendo. Nessuno è stato mai processato per il suo omicidio. Leggi

pubblicità
A pranzo con Sergio Scandura: il Mediterraneo è un buco nero

Giornalista di Radio Radicale, è uno dei maggiori esperti di tracciamento di navi e aerei. Ricostruisce i movimenti dei migranti e le operazioni di soccorso in un tratto di mare da cui non arrivano più informazioni ufficiali. Leggi

Il giornale che pochi conoscono e che andrebbe tenuto d’occhio

Legato al movimento spirituale cinese Falun gong, che ha subìto la repressione di Pechino, l’Epoch Times è diventato cassa di risonanza dei movimenti contro i vaccini e delle posizioni xenofobe dell’estrema destra. Leggi

Con la Novaja Gazeta si spegne l’ultima voce indipendente in Russia

Da tempo i mezzi di comunicazione indipendenti incontrano grandi difficoltà in Russia. L’ultima vittima è il giornale in cui lavorava Anna Politkovskaja. Putin vuole che i russi abbiano accesso a un’unica fonte di informazioni: la sua. Leggi

In tempi di guerra le radio tornano a trasmettere come in passato

In occasione del conflitto in Ucraina, la Bbc ha ricominciato a usare le onde corte. In questo modo le notizie possono viaggiare lontano, e raggiungere più facilmente russi e ucraini. Leggi

I giornalisti latinoamericani sono sotto assedio

L’uccisione di cinque giornalisti in Messico in poco più di un mese ha risvegliato l’attenzione del paese sui rischi a cui sono esposti i professionisti dell’informazione, soprattutto quelli che lavorano per piccoli giornali o radio locali. Ma il problema riguarda tutta l’America Latina. Leggi

pubblicità
Il giornalismo d’inchiesta si affida al metodo scientifico

La pandemia, il riscaldamento climatico, le dispute nel mondo della scienza, l’uso dei database e delle osservazioni satellitari richiedono ai reporter un costante aggiornamento, che in molti casi è promosso da riviste e università. Leggi

La verità preconfezionata del governo polacco sulla crisi dei migranti

Per un giornalista ci sono due modi per accedere al confine da cui cercano di passare i migranti provenienti dalla Bielorussia: accompagnati dai militari oppure fingendo di essere qualcos’altro e scoprendo molto di più. Leggi

Incontro di civiltà

L’altro può essere il nostro nemico, il nostro dio o il nostro interlocutore. L’umanità è sempre stata di fronte a queste tre scelte. E ogni volta che ha preferito la guerra ha sbagliato. Dall’archivio di Internazionale un articolo di Ryszard Kapuściński, a 15 anni dalla sua morte. Leggi

L’inafferrabile Julian Assange

Una telefonata, un hacker misterioso, le verifiche e il lavoro di una squadra di grandi giornalisti. La più grande fuga di notizie della storia, dall’archivio di Internazionale. Leggi

Informazione tossica, colonialismo digitale e profitti mostruosi

Le notizie false hanno un ridottissimo costo di produzione, viaggiano in fretta, sorprendono, scandalizzano, fanno arrabbiare. Sono più redditizie di quelle vere. Per questo è importante promuovere un’informazione di qualità. Leggi

pubblicità
Il mio lavoro a ogni costo

“Vivere così è orribile. Vorrei un po’ più di comprensione, ma la cosa più importante è continuare a raccontare quello che vedo”. Anna Politkovskaja spiega il mestiere del giornalista. Dall’archivio di Internazionale. Leggi

Cosa sono e chi coinvolgono i Pandora Papers

Secondo i suoi autori è la più grande inchiesta nella storia del giornalismo: più di trecento personalità di novanta paesi sono coinvolte in una rete di elusione fiscale del valore di 600 miliardi all’anno. Leggi

Bussole e musica

Nel corso del festival, le giornaliste e i giornalisti della redazione di Internazionale terranno una serie di incontri per condividere con il pubblico strumenti e consigli su alcuni temi che li appassionano. Leggi

Sono una giornalista, ma per Mosca sono una spia

In Russia sempre più spesso i mezzi d’informazione indipendenti vengono bollati come agenti stranieri. Sonja Grojsman, finita nella lista nera del ministero della giustizia, racconta come sono cambiati il suo lavoro e la sua vita. Leggi

David Randall è stato un giornalista universale

I valori classici del giornalismo, indagare, parlare con le persone, conoscere bene la propria materia e la geografia. Il tutto con umorismo e leggerezza: ecco perché a Ferrara mancherà David Randall. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.