Libia

Libia

Capitale
Tripoli
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Dinaro libico
Superficie
Di fronte a una guerra

Una mostra a Milano presenta il lavoro di Emanuele Satolli e Alessio Romenzi, due fotoreporter italiani che negli ultimi anni hanno raccontato con profondità e sensibilità i conflitti in Medio Oriente. Leggi

Le voci dei migranti che nessuno vuole davvero ascoltare

Michelangelo Severgnini, ideatore e regista del radiodocumentario Exodus, è convinto che i migranti bloccati in Libia siano vittime di un sistema di sfruttamento che la comunità internazionale deve smantellare al più presto. Leggi

pubblicità
Il naufragio più tragico del 2019

L’Unhcr parla di cento morti nel naufragio più grave finora di profughi in fuga dalla Libia. Intanto in Italia la camera ha approvato il decreto sicurezza bis che criminalizza il soccorso in mare. Leggi

Gli interessi economici del maresciallo Haftar in Cirenaica

Tratta di migranti, contrabbando di petrolio, esportazione di rottami: un rapporto spiega come si sta arricchendo chi controlla l’est della Libia. Leggi

Che ci fanno in Libia dei missili provenienti dalla Francia?

Il ritrovamento esige delle risposte ufficiali sul reale ruolo ricoperto da Parigi in questo conflitto. Leggi

pubblicità
Il bombardamento dei migranti in Libia è un crimine di guerra

Il primo sospettato per il raid sul centro di detenzione di Tajura è il generale Haftar. Ma la responsabilità politica è anche dei governi europei, che assistono alla ripresa della guerra in Libia senza intraprendere un’azione comune. Leggi

La vita in Niger dei rifugiati liberati dalle carceri libiche

Hanno vissuto violenze indicibili in Libia, sono riusciti a essere portati al sicuro, ma ora sono bloccati in Niger in attesa che i governi occidentali li accolgano. Leggi

A Tripoli si cerca di sopravvivere anche a questa guerra

Reem Tombokti è una giovane blogger libica. Quando la guerra è in agguato nell’oscurità, dietro ogni angolo, la morte non è l’unica cosa a farle paura. Leggi

Al telefono con Tripoli, sospesa tra la guerra e la normalità

Nonostante l’intensificarsi dei combattimenti tra Haftar e Al Sarraj, sembra che una parte della città neghi il dolore di essere in piena guerra. Leggi

Le ambiguità della Francia sulla guerra in Libia

Il governo di Parigi sostiene l’offensiva del colonnello Khalifa Haftar, che però rischia di prolungare il conflitto. Leggi

pubblicità
L’uomo forte della Libia

Il generale libico Khalifa Haftar ha formato un suo esercito per salvare il paese dall’instabilità e dal terrorismo islamico. Ma molti lo accusano di voler diventare un nuovo Gheddafi. Dall’archivio di Internazionale. Leggi

Fino a dove può arrivare Haftar con la sua offensiva su Tripoli?

Le recenti conquiste territoriali e le proteste in Algeria hanno permesso a Khalifa Haftar di avanzare sulla Libia occidentale. Leggi

I dubbi sulla capacità della Libia di soccorrere migranti

Un’intervista al direttore degli affari legali dell’autorità marittima internazionale sulla zona di ricerca e soccorso libica per la trasmissione Report di Rai 3. Leggi

In ricordo di Mohamed Ben Khalifa, fotoreporter ucciso a Tripoli

Le condizioni di lavoro di fotoreporter e giornalisti locali come Ben Khalifa sono segnate dall’ostilità delle milizie e delle autorità, dal controllo e dalla censura. Leggi

In Libia fioccano le notizie false

Scrivere da Tripoli dà sempre un brivido e i risultati possono essere tragicomici. Come quando mi hanno descritto a capo di una milizia della città. Leggi

pubblicità
Riportare i migranti in Libia è un favore ai trafficanti

Spesso a sproposito si cita l’Unhcr per affermare che i centri di detenzione libici non sono poi così disumani. Ma ora è la stessa agenzia dell’Onu a chiarire che riportare i migranti in Libia è illegale. Leggi

Un nuovo rapporto dell’Onu denuncia gli orrori in Libia

Torture, estorsioni, stupri, esecuzioni arbitrarie: un nuovo rapporto dell’Onu denuncia “orrori inimmaginabili” nei centri di detenzione libici. Leggi

La realtà che i politici libici vogliono nascondere

Il governo, fallimentare sotto ogni altro aspetto, in una cosa ha avuto successo: zittire i mezzi di informazione o costringerli a diventare strumenti della sua propaganda. Leggi

A Tripoli è cominciata la resa dei conti tra le milizie

I giovani miliziani libici sono molto attivi sui social network e condividono tante foto, che documentano un clima tesissimo e la totale assenza delle istituzioni. Leggi

La conferenza di Palermo porterà la pace in Libia?

Il conflitto nel paese è diventato così ingarbugliato che ci vorrebbe quasi un miracolo. I risultati ottenuti in passato non sono del tutto incoraggianti. Leggi

pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.