Libia

Libia

Capitale
Tripoli
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Dinaro libico
Superficie
Per il controllo della capitale

Il 17 maggio il governo guidato dal primo ministro Fathi Bashagha, eletto a febbraio dal parlamento di Tobruk, ha cercato per la seconda volta di insediarsi nella capitale... Leggi

Liberi dalla prigionia

In Libia un’unità delle forze armate del governo di Tripoli ha liberato a Bani Walid 195 persone, tra cui 23 donne e due bambini, che erano stati sequestrati da un gruppo... Leggi

pubblicità
I nuovi protagonisti della lotta per il potere in Libia

Per la terza volta in otto anni la Libia si ritrova con due governi. Nel breve periodo, saranno le milizie sul campo a determinare chi resterà al potere. Leggi

Il divorzio politico che allontana le elezioni

Un anno di tentativi di riunificare l’est e l’ovest della Libia rischiano di fallire. Il parlamento di Tobruk, che non riconosce più l’autorità del governo di Tripoli, ha nominato un nuovo premier Leggi

Si rischia la spaccatura

La camera dei rappresentanti libica, con sede a Tobruk, nell’est della Libia, ha fissato per il 7 febbraio la scelta di un nuovo primo ministro per sostituire Abdul Hamid... Leggi

pubblicità
Cinque anni dopo l’accordo con la Libia, per i rifugiati non c’è speranza

Sono più di 80mila le persone fermate e riportate in Libia, un paese che non può essere considerato sicuro. E l’Italia ha speso quasi un miliardo di euro per cooperare con la cosiddetta guardia costiera libica e per finanziare i centri di detenzione. Leggi

La Libia deve ancora aspettare per avere elezioni libere ed eque

Le presidenziali libiche previste per il 24 dicembre sono state rinviate. Com’è già successo in passato, le Nazioni Unite hanno cercato di mettere il carro davanti ai buoi. Leggi

Un voto da non rinviare

“È cruciale che le elezioni presidenziali si svolgano il 24 dicembre, come da programma”, scrive il quotidiano libico Al Wasat. L’ha affermato anche la consigliera... Leggi

Le urne o i fucili

Nella battaglia degli appelli e dei ricorsi fatti dai candidati alle elezioni presidenziali libiche, in programma il 24 dicembre, ci sono più domande che risposte, scrive... Leggi

Come mandare all’aria le elezioni presidenziali in Libia

Si sono presentati più di novanta candidati alle presidenziali libiche in programma il 24 dicembre. E la legge elettorale è contestata perché sembra fatta apposta per escludere alcune persone e favorirne altre. Leggi

pubblicità
Il ritorno in politica della famiglia Gheddafi

La candidatura di Saif al Islam Gheddafi, il secondo figlio dell’ex dittatore libico, rischia di screditare le elezioni presidenziali in programma il prossimo 24 dicembre Leggi

Un vertice a Parigi per dare una possibilità alla Libia

Il 24 dicembre per la prima volta nella storia del paese sarà eletto un presidente. La comunità internazionale si riunisce a Parigi per fare pressioni a favore del ritiro dei combattenti stranieri. E fare i conti con la candidatura del generale Haftar. Leggi

Divisi al vertice

In Libia è partita la registrazione delle candidature alle elezioni del 24 dicembre. Tra gli aspiranti alla presidenza ci sono il maresciallo Khalifa Haftar e Saif al Islam... Leggi

Le violenze contro i migranti in Libia ora si compiono alla luce del sole

Il raid delle forze di sicurezza contro i profughi e i richiedenti asilo che vivevano nel quartiere di Gargarish, a Tripoli, dimostra l’ostilità crescente e aperta nei confronti dei migranti, soprattutto subsahariani. Leggi

Il patto tra Turchia e Russia per costruire armamenti

Il presidente turco ha annunciato una collaborazione con Mosca per produrre aerei da combattimento e sottomarini. La decisione mette in difficoltà la Nato, di cui Ankara fa parte, e rimescola le alleanze in tutta Europa. Leggi

pubblicità
I vicini della Libia fanno ancora i conti con la morte di Gheddafi

Dieci anni fa la scomparsa del dittatore libico ha creato un vuoto di potere di cui molti hanno cercato di approfittare. A pagarne le conseguenze peggiori sono stati i migranti e gli abitanti dei paesi del Sahel. Leggi

Il popolo del deserto a cui Tripoli non riconosce nessun diritto

Presenti nelle aree desertiche dalla Libia al Mali, i tuareg sono stati usati da Gheddafi nelle sue lotte di potere, ma continuano a essere ai margini della società libica, guardati con sospetto anche dal mondo arabo. Leggi

Aumentano i fondi italiani per la guardia costiera libica

Il 15 luglio la camera ha approvato il decreto missioni, che prevede il finanziamento della cosiddetta guardia costiera libica e dei centri di detenzione in cui sono stati documentati dall’Onu “inimmaginabili orrori”. Leggi

In Libia gli aerei militari cadono uno dopo l’altro

Nella storia recente del paese ci sono stati diversi casi di incidenti che hanno coinvolto aerei da guerra Mig. Da dove sono arrivati tutti quegli apparecchi d’epoca sovietica e perché sono così pericolosi? Leggi

La presenza turca in Libia crea le prime spaccature nel governo

Quando la ministra degli esteri Najla el Mangoush ha chiesto esplicitamente il ritiro delle truppe di Ankara, si è ritrovata al centro di un polverone. Che mostra quanto siano fragili gli equilibri di potere a Tripoli. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.