Politica

Arriva il nuovo governo, ma la destra sovranista è ancora viva

Nel suo discorso alla camera, Giuseppe Conte ha infilato una lunga serie di affermazioni troppo vaghe su ciò che il governo vuole fare. Basterà per far tornare la politica sulla scena e sfidare i nazionalisti sul piano culturale? Leggi

Troppa cattiva televisione può portare al populismo?

Ogni ora passata a guardare un programma spazzatura è un’ora rubata alla lettura o all’esplorazione del mondo fisico. E ha delle conseguenze anche politiche. Leggi

pubblicità
È il momento di abolire il G7

L’incapacità di rappresentare il mondo attuale e le incoerenze interne al gruppo ostacolano discussioni necessarie in un contesto internazionale segnato dalle crisi. Leggi

Le macerie sotto la crisi

Il governo del cambiamento gialloverde si è infranto su se stesso dopo appena quattordici mesi di vita stentata, spericolata, rissosa. Leggi

Le democrazie occidentali stanno diventando ingovernabili?

Se i partiti continuano a declinare, è probabile che i sistemi politici diventeranno più fluidi, e nel peggiore dei casi difficili da governare. Leggi

pubblicità
La sinistra ovvero l’essere di destra a propria insaputa

Il Movimento 5 stelle ha consegnato il paese a Salvini, che poi lo ha scaricato. E il Partito democratico non ha mai costruito una politica alternativa alla destra, di cui alla fine è diventata una brutta copia. Ecco i rischi per il paese. Leggi

Le nazioni sono in crisi, anche se i leader sovranisti dicono il contrario

Gli stati sono in declino in tutto il mondo. E il ritorno del nazionalismo è solo una risposta a questa crisi. Intervista allo scrittore angloindiano Rana Dasgupta. Leggi

Tre crisi che segnano la fine di un’epoca

Siamo di fronte a impasse democratiche così profonde che bisogna chiedersi se non siamo arrivati alla fine di un ciclo politico nel mondo occidentale. Leggi

Come riconoscere il populismo

La parola “populista” è vecchia quanto la democrazia, ma probabilmente non è mai stata diffusa come oggi. Chi sono i protagonisti di questo movimento? Leggi

Per Slavoj Žižek il problema non è Trump, ma cambiare la sinistra

Il filosofo sloveno invita le forze progressiste a contestare il capitalismo e a non difendere solo delle “libertà vuote”. L’intervista del Guardian. Leggi

pubblicità
C’è il rischio di una svolta autoritaria in Italia?

“Il pericolo di autoritarismo io lo vedo impersonato in Matteo Salvini”. Il leader della Lega visto da esperti e corrispondenti stranieri. Leggi

Le prossime elezioni europee decideranno il nostro futuro

Il voto di maggio può cambiare il volto del continente, minacciato dall’avanzata del nazionalismo. Come riformare l’Unione e rilanciare il progetto comune. Leggi

La sinistra che non c’è

In Italia e in Europa le forze progressiste sono in crisi e continuano a perdere elettori. Corrispondenti ed esperti stranieri cercano di spiegare perché. Leggi

Il governo italiano vuole uscire dall’euro?

Le posizioni di Lega e Movimento 5 stelle sulla moneta unica non sono chiare: la prima usa toni aspri, il secondo invece è più cauto. I corrispondenti dei giornali stranieri intervistati sul futuro dell’Italia nell’Unione europea. Leggi

L’alleanza tra Lega e cinquestelle vista dai giornalisti stranieri

Quanto può durare il governo gialloverde? Quattro corrispondenti a Roma di giornali europei commentano l’attualità politica italiana. Leggi

pubblicità
L’insicurezza genera paure

Ricchi sempre più ricchi, poveri sempre più poveri: cresce la richiesta di poteri forti. Come costruire un’alternativa? Se ne discuterà a Ferrara. Leggi

L’euforia di manifestare insieme

“La tua è una generazione che ama le marce, vero?”. So che protestare non fa cambiare idea alle persone, ma si tratta comunque di mandare un messaggio. Leggi

Inafferrabile

Dice il dizionario: “Populismo, atteggiamento politico di esaltazione velleitaria e demagogica dei ceti più poveri”. Leggi

Vento

Il totalitarismo comincia con il disprezzo per quello che abbiamo. Leggi

Dovremmo fidarci di chi ha idee politiche diverse dalle nostre?

Di sicuro non dovrebbe avere importanza se un dentista o un operaio non è d’accordo con noi sulla Brexit o su Jeremy Corbyn, e invece non è così. Leggi

pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.