Sommario

10/16 luglio 2015 • Numero 1110

L’illusione del cibo naturale

Se oggi possiamo mangiare di più con meno lavoro è merito dei metodi di produzione moderni. Ma serve una nuova etica dell’industria alimentare

10/16 luglio 2015 • Numero 1110

In copertina

Buono, economico e industriale

La moda del cibo naturale non ha basi storiche. Perché se oggi possiamo mangiare di più con meno lavoro è merito dei metodi di produzione moderni. Ma serve una nuova etica dell’industria alimentare. L’opinione di una storica britannica fa discutere
 

Attualità

La Grecia dice basta

Il netto successo del no al referendum del 5 luglio dimostra che i greci ne hanno abbastanza dell’austerità. E rafforza il governo di Alexis Tsipras. Ma l’ultima parola spetta ai creditori

pubblicità

Bosnia Erzegovina

Srebrenica fu abbandonata

L’11 luglio 1995 la città bosniaca, in teoria sotto la protezione dell’Onu, fu conquistata dai soldati del generale serbo Ratko Mladić, che massacrarono più di ottomila prigionieri. Vent’anni dopo nuovi documenti rivelano come le grandi potenze decisero di sacrificare Srebrenica per arrivare a un accordo di pace

Gibuti

Trovare rifugio a Gibuti

Il piccolo paese del Corno d’Africa è rimasto uno dei pochi ad accogliere le migliaia di yemeniti che scappano dalla guerra civile

Bolivia

L’orgoglio aymara

Prima dell’elezione di Evo Morales gli indigeni boliviani erano emarginati. Oggi la situazione è cambiata e i palazzi costruiti a El Alto da Freddy Mamani sono il simbolo di una nuova borghesia

pubblicità

Giappone

Non c’è più rispetto

In Giappone i casi di anziani maltrattati dai familiari sono in aumento. Colpa di una società che invecchia e della mancanza di strutture e personale di assistenza

Portfolio

Archeologia del futuro

Il sudcoreano Daesung Lee ha raccontato la desertificazione della Mongolia con un progetto che unisce fotografia documentaria e messa in scena, premiato al festival Cortona on the move

Ritratti

Mariana Mortágua. Ribelle di famiglia

Suo padre è stato uno dei protagonisti della resistenza alla dittatura portoghese. Lei ha sfidato la connivenza tra lo stato e le grandi banche e cerca di riaccendere la lotta contro l’austerità

Viaggi

Creta selvaggia

Sull’isola greca lontano dai percorsi più battuti, tra i kafenia di Ano Vouves e le distese di tulipani dell’altopiano di Omalos

Graphic journalism

Cartoline da Parigi

Di Sani Djibo

pubblicità

Pop

Le conseguenze dell’austerità

Di Amartya Sen

Africa e Medio Oriente

Gli iraniani aspettano la fine delle sanzioni

L’accordo sul nucleare potrebbe favorire le nuove imprese e l’arrivo di capitali stranieri. L’Iran potrebbe essere l’economia emergente più dinamica dei prossimi anni

Americhe

Gli Stati Uniti lasciano i migranti al loro destino

Di recente Washington ha lanciato un programma per aiutare le vittime di violenza in America Centrale a chiedere asilo negli Stati Uniti. Ma il sistema non funziona

Asia e Pacifico

Il rapporto scomodo  sulla fame in India

La malnutrizione nel paese è diminuita nell’ultimo decennio, ma la situazione è ancora molto preoccupante. Lo rivela uno studio che il premier Narendra Modi teneva nascosto

Cultura

La diva fragile

Amy di Asif Kapadia, è un ritratto triste e intimo di Amy Winehouse. Uscirà in Italia a settembre

pubblicità

Scienza e tecnologia

I benefici di una boccata d’aria fresca

Una passeggiata sulla spiaggia o in un bosco ci fa bene non solo perché l’aria non è inquinata, ma forse anche perché ci espone a basse dosi di tossine naturali. Una teoria da verificare

Economia e lavoro

La bancarotta di Puerto Rico

Dopo anni di cattivo governo e indebitamento eccessivo, l’isola caraibica ha dichiarato insolvenza. La soluzione più praticabile per uscire dalla crisi sembra il taglio del debito

Editoriali

Un’occasione storica per l’Europa

I Efimerida ton Syntakton, Grecia

Editoriali

Resa dei conti tra Cina e mercati

Financial Times, Regno Unito

Opinioni

Il prossimo che ci umilia

Che tragedia vedersela con i pezzenti. La parola fa pensare a chi è ridotto con le pezze al culo. Ma non è così

pubblicità

Opinioni

Settant’anni portati male per le Nazioni Unite

Nelle ultime settimane si sono celebrate molte importanti ricorrenze, quindi è comprensibile che molti abbiano dimenticato che il 26 giugno è stato il settantesimo anniversario della conferenza di San Francisco e della firma della carta con cui fu istituita l’Organizzazione delle Nazioni Unite
 

Russia, Cina e India riscoprono Hegel

La storia non è finita con il trionfo del capitalismo e della democrazia, è evidente. Per dimostrarlo spesso si citano l’esplosione dell’islam radicale e la controffensiva lanciata dall’occidente, due eventi che hanno dominato l’ultimo decennio in molti paesi

Curiosità

Hanno quarant’anni di differenza ma, oltre alla distanza anagrafica, è difficile immaginare due persone più lontane e diverse di Adriano Sofri e Zerocalcare.  Leggi

L’educazione sentimentale degli adolescenti

Non trovi che questo gran parlare di educazione sessuale cominci a essere irritante? A noi il sesso non ce l’ha insegnato nessuno, ma mi pare che ce la siamo cavata comunque. Leggi

Una mattina in un tribunale militare israeliano

Sono al tribunale militare di Ofer per seguire il caso di un ragazzo accusato di aver aggredito un poliziotto mentre l’amministrazione “civile” israeliana demoliva un palo dell’elettricità nel suo villaggio beduino. Leggi

Vampire world

Asian Dub Foundation, Alpha Blondy, Mbongwana Star. Leggi

La carriera scolastica non serve a fare carriera

Fino a poco tempo fa negli Stati Uniti la maggior parte delle persone pensava che gli studi universitari fossero la chiave per la mobilità sociale. Leggi

La verità dietro a un delitto d’onore 

Si parla molto di fumo in questo romanzo che ha tra i suoi personaggi perfino un Perelà, ma i cui meriti stanno altrove e che non è un superficiale gioco letterario, anche se l’autore ne è tentato. È l’opera prima (del 2006) di uno scrittore romano di origine siciliana che dalla storia e dalla cultura dell’isola ruba l’ispirazione. Leggi

Classi capovolte a Parigi

La flipped classroom, la classe capovolta che vuole ribaltare i modi tradizionali d’insegnamento, sta guadagnando spazio anche nei sistemi educativi centralistici come il francese o l’italiano. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.