Sommario

955 (29 giugno/5 luglio 2012)

Messico. Ultime notizie dal fronte

Ciudad Juárez è il simbolo di un paese assediato dai narcos, che affronta diviso le elezioni presidenziali. Il reportage di Jonathan Littell

955 (29 giugno/5 luglio 2012)

Ritratti

Narendra Modi. Despota e santone

Vuole diventare il più influente leader indiano. I suoi sostenitori sperano che possa sconfiggere la corruzione. Ma non tutto è limpido nella vita di Modi

Europa

La Norvegia aspetta il verdetto per la strage di Utøya

Il processo ad Anders Behring Breivik si è concluso il 22 giugno

pubblicità

Editoriali

La libanizzazione della Siria

Bernard Guetta, France Inter

Rubamazzo sulla spiaggia

Per noi genitori è meglio andare in vacanza con amici che hanno figli? Leggi

Miracolo a Londra

Francesca Kay, Il bambino sbagliato Leggi

pubblicità

Grecia

La Grecia ha perso un’occasione

Il piano d’austerità voluto dall’Unione europea può salvare le banche, ma non la Grecia. La sconfitta della sinistra radicale frena ogni possibilità di cambiare, scrive Slavoj Žižek

Americhe

La solitudine di Fernando Lugo

Tradito dai suoi alleati e osteggiato dai proprietari terrieri, il 22 giugno il presidente paraguaiano è stato destituito

Asia e Pacifico

Un movimento per salvare il Pakistan

Il 60 per cento dei pachistani ha meno di 25 anni. Da loro deve partire la spinta per superare la crisi economica, politica e istituzionale, scrive Ahmed Rashid

Scienza e tecnologia

Perché aspettare il peggio per fare qualcosa?

Il summit sullo sviluppo sostenibile Rio+20 è stato l’ennesima occasione mancata. Ma un giorno una legge che protegga davvero il pianeta ci sarà, scrive Gwynne Dyer

Storia di un fallimento

I miei amici di Jenin, in Cisgiordania, si aspettavano grandi cose dal mio articolo, pubblicato su Ha’aretz, sugli arresti compiuti dall’Autorità Nazionale Palestinese nel campo profughi. E anch’io, se devo essere sincera. Leggi

pubblicità

Bacalao Burger

Deus, The Van Houtens, Teresa Salgueiro Leggi

Tutto normale

In Francia tutto è “normale”, come ha detto il presidente. Compresa la sua immagine e quella della sua compagna, che ha voluto restare a lavorare come giornalista a Paris Match. Leggi

Inchiesta

Washington sorveglia l’Africa dal cielo

Gli Stati Uniti hanno creato una rete di piccole basi militari segrete in tutto il continente africano. L’obiettivo è dare la caccia ai ribelli e ai terroristi islamici

Viaggi

La festa nella giungla

Vang Vieng, in Laos, è piena di giovani di tutto il mondo che pensano solo a divertirsi. L’anno scorso, però, l’assenza di regole ha causato 27 morti

Economia e lavoro

Credito paralizzato in Corea del Sud

Il settore bancario sudcoreano è stato travolto dal fallimento di alcune casse di risparmio. Il loro crollo ha mandato in fumo i soldi di migliaia di piccoli risparmiatori

pubblicità

Più democrazia in Europa per uscire dalla crisi

I padri dell’Europa non avevano come solo orizzonte l’integrazione economica. Ecco alcune proposte per fondare una vera unione politica. Leggi

Sempre di più

Elettra Stimilli, Il debito del vivente. Ascesi e capitalismo Leggi

Altitudine

Volare può causare mal di montagna? Leggi

35 per cento

La Banca d’Italia ha circa settemila dipendenti. Le donne sono il 35 per cento del totale e il 22 per cento dei dirigenti. Leggi

Opinioni

Lode ai bravi giornalisti sportivi

pubblicità

Cultura

Ritorno a Varsavia

Dopo l’Olocausto e l’esperienza del comunismo, gli ebrei polacchi sono finalmente liberi di esplorare le loro radici

Scienza e tecnologia

Come diventare invisibili

Migliaia di smartphone in giro per il mondo sono strumenti pronti a registrare qualsiasi nostro movimento. Le aziende che li hanno creati possono aiutarci a difendere la privacy

Portfolio

Arrivi e partenze

Il fotografo danese Jacob Aue Sobol ha viaggiato sulla Transiberiana da Mosca a Pechino, passando per Ulan Bator. Un modo per scoprire tre città che non conosceva e, soprattutto, creare un legame intimo con i loro abitanti

Pop

La mia Londra non c’è più

Di Nick Hornby

Editoriali

Il ritorno di Berlusconi

The Guardian

In copertina

I fantasmi di Ciudad Juárez

Negli ultimi anni la violenza è diminuita, ma la città messicana al confine con gli Stati Uniti è sempre più il simbolo di un paese corrotto, che arriva diviso alle elezioni presidenziali del 1 luglio. Il reportage di Jonathan Littell

Visti dagli altri

Il marmo di Carrara ha smesso di brillare

Lo sfruttamento delle cave di marmo sta distruggendo l’ambiente e creando problemi alla salute degli abitanti. Le autorità comunali, però, sembrano incapaci di reagire

Graphic journalism

Cartolina da Lione

Di Simon Roussin

Africa e Medio Oriente

Gli studenti sudanesi sfidano Omar al Bashir

Dopo la secessione del Sud Sudan, Khartoum deve affrontare una grave crisi economica. L’annuncio di nuove misure di austerità ha scatenato le proteste della popolazione

Scienza

I nuovi depressi

Gli antidepressivi degli anni novanta sono stati una delusione. Ma hanno aiutato gli scienziati a capire meglio il cervello e una delle malattie più misteriose che colpiscono gli esseri umani

Finlandia

Chiamata persa

Il successo della Nokia è partito dalla cittadina finlandese di Salo. Ora che l’azienda è in crisi, i suoi abitanti imparano a cavarsela da soli. Le prime a reagire sono state le donne

Pop

La zona grigia della Cina

Louisa Lim e Jeffrey Wasserstrom

Opinioni

È ora di dirglielo

Attualità

Il successo del candidato di scorta

Nato in una famiglia borghese di provincia, conservatore e religioso, Mohamed Morsi ha conquistato gli egiziani grazie al suo talento politico, all’aspetto semplice e ai modi schietti

Accade in Thailandia

Yingluck Shinawatra, la quarantacinquenne presidente del governo eletta con una maggioranza assoluta meno di un anno fa, ha distribuito i primi tablet a un gruppo di bambine e bambini di prima elementare. Leggi

Attualità

Un presidente islamico per l’Egitto democratico

Gli egiziani hanno scelto Mohamed Morsi, il candidato dei Fratelli musulmani. Ma le leve del potere sono ancora in mano alla giunta militare

La tentazione di Condoleezza

La scelta del candidato alla vicepresidenza di Mitt Romney è il segreto meglio custodito della politica statunitense. Leggi

Lacrime

Mr. Wiggles è l’amico cattivissimo che racconta barzellette feroci, ma così divertenti da far ridere fino alle lacrime. E dalla prossima settimana ci mancherà. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.