Ultim’ora
Sono 278 i morti causati dal terremoto nell’Italia centrale
 
  •    

Il mondo adesso

Una bomba causa un incendio all’Istituto nazionale di criminologia del Belgio. L’esplosione non ha provocato morti, ma ha scatenato un incendio nell’edificio, che si trova in un sobborgo della periferia nord di Bruxelles. Poco prima dello scoppio, verso le tre di notte, un’auto aveva sfondato tre recinzioni per entrare nel sito. In Belgio il livello di allerta antiterrorismo resta alto dallo scorso marzo, quando 32 persone sono morte in diversi attacchi a Bruxelles.
I dispersi del terremoto del 24 agosto potrebbero essere ancora una decina. Lo ha dichiarato il sindaco di Amatrice alla protezione civile. I morti accertati sono 290. Intanto proseguono le inchieste delle procure di Rieti e di Ascoli Piceno sugli edifici ristrutturati poco prima del sisma, che sono tuttavia crollati. Tra queste, la scuola di Amatrice, dove il 28 agosto ci sono stati altri cedimenti in seguito a nuove scosse. Ieri i proventi di musei e siti archeologici statali sono stati destinati ai territori terremotati. I beni culturali danneggiati dal sisma sono 293.
In Colombia entra in vigore oggi il cessate il fuoco tra la guerriglia delle Farc e il governo. Il 28 agosto la dirigenza delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia ha ordinato ai suoi miliziani di abbandonare le armi dalla mezzanotte in poi. Le Farc avevano già proclamato un cessate il fuoco nel luglio del 2015 ma questa volta la misura è stata adottata da entrambe le parti in conflitto.
pubblicità
In Venezuela torna in carcere un ex sindaco dell’opposizione. Condannato per non aver impedito delle manifestazioni contro il governo chavista, Daniel Ceballos era da un anno agli arresti domiciliari per problemi di salute. All’alba del 27 agosto degli agenti dei servizi segreti l’hanno portato via da casa in ambulanza, con la scusa di una visita medica, come ha denunciato sua moglie, sindaca di San Cristóbal.
La Germania si aspetta quest’anno 300mila richiedenti asilo. Sono meno di un terzo di quelli accolti nel 2015, quando le richieste sono state 1,1 milioni. Lo ha detto al Bild am Sonntag il responsabile dell’ufficio federale per i migranti e i rifugiati, Frank-Jürgen Weise. Secondo Weise la buona salute dell’economia tedesca e i miglioramenti nei servizi ai profughi rendono il paese pronto ad assorbire i nuovi arrivati.
L’esercito libico lancia la battaglia finale per la conquista di Sirte. Le forze fedeli al governo di unità nazionale sostenuto dall’Onu sono entrate nelle ultime aree della città ancora sotto il controllo dei miliziani del gruppo Stato islamico. Sirte è sotto assedio da mesi; ora “rimangono nelle mani dei jihadisti solo i distretti 1 e 3, dove i reduci si sono barricati”, ha detto l’ufficiale Omar al Hisnawi.
Una donna taglia foglie di marijuana a Corinto, nel dipartimento di Cauca, Colombia, un’area che è stata controllata per anni dalle Farc. Oggi entra in vigore l’accordo di cessate il fuoco tra il governo colombiano e la guerriglia delle Farc, dopo 52 anni di conflitto.
Mosca autorizza la ripresa dei voli charter verso la Turchia. Erano stati vietati dopo che, a novembre, un bombardiere russo impegnato a sostegno di Bashar al Assad in Siria è stato abbattuto dagli F-16 turchi a ridosso della frontiera turco siriana. La crisi diplomatica che ne è derivata si è conclusa dopo il fallito golpe militare in Turchia con l’incontro tra i due leader, Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdoğan.
In Paraguay otto militari uccisi in un’imboscata. Un ordigno è esploso al passaggio del convoglio nel dipartimento di Concepción, nel nord del paese, poi un commando ha aperto il fuoco. I soldati facevano parte dell’unità congiunta di esercito e polizia che pattuglia le zone di attività dei guerriglieri dell’Esercito del popolo paraguayano. Secondo il governo, quest’organizzazione è responsabile di una cinquantina di assassinii dalla sua fondazione nel 2008.
Diciassette donne morte in un incendio a Mosca, in Russia. Il 27 agosto le fiamme hanno distrutto il magazzino di una tipografia nella zona industriale della capitale russa. Quando i pompieri sono riusciti a spegnerle, hanno trovato 16 cadaveri. Un’altra ferita è morta in ospedale. Erano lavoratrici originarie del Kirghizistan, che vivevano nel magazzino.
NUOVE NOTIZIE

IN PRIMO PIANO
NUOVE NOTIZIE

  • 29 Ago 2016 08.20

I titoli dei quotidiani di oggi

  • Corriere della Sera: “Inchiesta su collaudi e lavori mai fatti”
  • La Repubblica: “Il governo: ‘Via dalle tende in un mese’. I pm indagano sulle ristrutturazioni killer”
  • La Stampa: “I palazzi che non dovevano cadere”
  • Il Messaggero: “Sisma, ecco incentivi e sussidi”
  • Il Sole 24 Ore: “Per la riforma della Pa sei mesi ad alto impatto”
  • Il Fatto Quotidiano: “Paghiamo ancora Roma ’60”
  • Libero: “Ecco chi distrugge le banche”
  • Il Giornale: “Fiorello mette in guardia dalla beneficenza show”
  • Il Foglio: “I terremoti (e i rimedi) degli altri”
  • 28 Ago 2016 17.52

Professione fotoreporter

Oltre a eleggere la gif migliore dell’anno e premiare Kim Kardashian per avere “spaccato” la rete, i Webby awards celebrano ogni anno, in diverse sezioni, tanti altri siti e contenuti, tra i quali il progetto Conflict, dedicato ai fotografi di guerra, vincitore per la categoria Miglior serie documentaria. Leggi

pubblicità
  • 28 Ago 2016 15.23

Piccole storie segrete

Come spesso accade, i primi romanzi dicono di più sul progetto di uno scrittore di quanto non dicano i capolavori, punti di arrivo di un percorso e dotati ormai di una loro autonomia. Così succede con La bella scrittura, di Rafael Chirbes. Leggi

  • 28 Ago 2016 13.12

Troppe donne fanno male?

Le società possono sviluppare uno squilibrio tra i sessi per motivi diversi, come le migrazioni, le guerre, il tipo di lavoro disponibile o le preferenze socioculturali. Finora si pensava che le società con un surplus maschile fossero più instabili e inclini alla violenza. Ma forse non è così. Leggi

  • 28 Ago 2016 11.13

L’Europa del Manifesto di Ventotene nascerà solo se lo vorremo tutti

Un conto sarebbe stato arrivare a Ventotene gli anni scorsi, quando il peggio poteva essere evitato. Diverso è arrivarci per un festival letterario nell’estate del 2016, quando tutto è ormai libero di accadere. Ma poiché la letteratura ha spesso come sottofondo l’arte della beffa, a Ventotene quest’anno, pochi giorni prima degli scrittori, sono approdate le personalità politiche più potenti di Italia, Francia, Germania per agitare tutte insieme l’ampolla di un miracolo: cambiare tutto, senza modificare nulla. Leggi

pubblicità
  • 28 Ago 2016 10.15

I titoli dei quotidiani di oggi

  • Il Corriere della Sera: “Il dolore e l’abbraccio: non siete soli”
  • La Repubblica: “’Non vi lasceremo soli’”
  • La Stampa: “L’Italia piange i morti del terremoto”
  • Il Messaggero: “Sfollati, il piano del governo”
  • Il Sole 24 Ore: “’Non vi lasceremo soli’”
  • Il Fatto Quotidiano: “Terremoto, sempre ritornano: i mafiosi e l’arrestato a L’Aquila”
  • Libero: “Tante tombe, zero case”
  • Il Giornale: “Il patto dell’Amatricia(na)”
  • Il Manifesto: “La promessa”
  • L’Unità: “L’abbraccio dell’Italia”
  • 27 Ago 2016 17.47

Il Gabon elegge il nuovo presidente

Domenica 27 agosto si tengono in Gabon le elezioni presidenziali. L’ex presidente del parlamento Guy Nzouba Ndama e l’ex primo ministro Casimir Oye Mba si sono ritirati dalla corsa alla presidenza per appoggiare un terzo candidato, Jean Ping, che sfida il capo di stato uscente Ali Bongo Ondimba. Ping è un diplomatico di lungo corso e stretto collaboratore del padre di Ondimba, che ha guidato il paese prima di lui per 41 anni.

Una fila di cittadini del Gabon fuori da un seggio elettorale delle presidenziali del 27 agosto 2016, a Libreville.

Il voto si svolge in un clima di tensione sociale soprattutto per l’impatto economico provocato dal crollo del prezzo del petrolio, sul cui sfruttamento si basa l’economia del paese.

Un uomo controlla le liste elettorali in un seggio di Libreville, 27 agosto 2016.
I votanti in fila in un seggio della capitale Libreville, il 27 agosto 2016.
  • 27 Ago 2016 16.58

Scrivere sui muri

Il monte Rushmore, sul quale sono scolpiti in modo monumentale i volti di quattro presidenti degli Stati Uniti, si trova nell’area delle Black hills strappata ai sioux nel corso di una durissima guerra contro i nativi americani. Difficilmente si potrebbe trovare un esempio migliore delle implicazioni politiche di quei processi di decorazione del paesaggio che di solito chiamiamo arte. Leggi

  • 27 Ago 2016 15.51

Requiem per il sogno americano

Ogni quattro anni l’abusato “sogno americano” torna nei discorsi dei candidati alle primarie e alle presidenziali statunitensi. Secondo un proverbiale bastian contrario come Noam Chomsky, invece, c’è poco da sognare. Leggi

  • 27 Ago 2016 14.23

L’attualità vista da Perpignan

Il 27 agosto comincia la nuova edizione di Visa pour l’image, uno dei festival di fotogiornalismo più prestigiosi e interessanti, che si svolge nella città francese di Perpignan. Leggi

pubblicità
  • 27 Ago 2016 12.38

Il parlamento iracheno diviso sulla corruzione

Con un ampio sorriso, la deputata irachena Hanan Fetlawi si alza in piedi e punta il dito verso il tabellone del parlamento per indicare la sua vittoria. Con 142 voti su 325, è riuscita a far approvare l’impeachment del ministro della difesa Khaled Al Obaidi. Leggi

  • 27 Ago 2016 11.06

Viaggio nella foresta amazzonica dove la solitudine non esiste

I puntini sulla mappa hanno nomi come Nueva Esperanza, Nuevo Destino, Nueva Patria. Oppure El Porvenir (“l’avvenire”), o ancora nomi di santi. Siamo nella parte più occidentale e remota del bacino amazzonico; da qui il fiume percorrerà ancora più di cinquemila chilometri prima di raggiungere l’oceano Atlantico. Leggi

  • 27 Ago 2016 10.07

I titoli dei quotidiani di oggi

  • Il Corriere della Sera: “Senza casa 2.500 sfollati”
  • La Repubblica: “Terremoto, l’accusa del procuratore: ‘Palazzi con più sabbia che cemento’”
  • La Stampa: “I morti senza nome del terremoto”
  • Il Messaggero: “Indagati anche i terremotati”
  • Il Sole 24 Ore: “Salvati in 238 dalle macerie, ma i morti salgono a 281”
  • Il Fatto Quotidiano: “La scuola crollata: quei lavori sballati puzzano di mafia”
  • Libero: “Pensano ai morti, trascurano i vivi”
  • Il Giornale: “Ma i container no”
  • Il Foglio: “Sisma, un romanzo di formazione per l’Italia”
  • Il Manifesto: “Messa in sicurezza”
  • L’Unità: “Dove erano, come erano”
  • 26 Ago 2016 20.02

Le foto del giorno

Dall’attentato del gruppo jihadista Al Shabaab a Mogadiscio, in Somalia, all’emergenza terremoto nell’Italia centrale: ventiquattr’ore in immagini. Leggi

  • 26 Ago 2016 19.00

Una ballata di Frank Ocean e altre canzoni per il weekend

Frank Ocean, Syd Arthur, Wolf Parade, Son Little, Thom Yorke: la musica uscita negli ultimi giorni che non potete perdervi per niente al mondo. Leggi

pubblicità
  • 26 Ago 2016 18.30

Dalla Russia con poco amore

Dal passato regime sovietico la Russia, come del resto altri paesi ex comunisti, ha ereditato un sistema scolastico efficiente. Leggi

  • 26 Ago 2016 18.15

Il terzo ponte sul Bosforo

Il nuovo ponte Yavuz Sultan Selim sul Bosforo, a Istanbul. La struttura si trova a nord dei due ponti già esistenti sul Bosforo.
  • 26 Ago 2016 18.02

René Burri e le altre mostre del weekend

Cento opere che ripercorrono la carriera di René Burri e raccontano il suo approccio all’architettura come operazione politica e sociale. Da Burri e Dorothea Lange: gli appuntamenti più interessanti in giro per l’Italia. Leggi

  • 26 Ago 2016 17.30

La democrazia a colori di William Eggleston

Fino alla fine degli anni sessanta, la fotografia a colori era usata in particolare nella pubblicità; in un ambito più autoriale era poco apprezzata da critici e fotografi. Questo è successo fino all’arrivo di William Eggleston, un pioniere che ha fatto entrare la fotografia a colori nel mondo dell’arte. Leggi

  • 26 Ago 2016 16.57

The witch e gli altri film del weekend

La fiaba horror di Gavin Hood ambientata nel New England del seicento, la guerra dei droni di Il diritto di uccidere, il farsesco Ma loute di Bruno Dumont e il Leone d’argento della scorsa edizione della Mostra del cinema. Ce n’è per tutti. Leggi