Cipro

Cipro

Capitale
Nicosia
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Euro
Superficie
L’unità di Cipro è ancora lontana

L’incontro in Svizzera lasciava sperare che si fosse vicini a una federazione tra la comunità greca e quella cipriota. Ma la Turchia ha fatto naufragare l’accordo. Leggi

I colloqui di pace su Cipro sono stati rimandati al 18 gennaio.
I colloqui di pace su Cipro sono stati rimandati al 18 gennaio. Agli incontri per favorire la riunificazione dell’isola, durati quattro giorni, hanno partecipato anche i ministri degli esteri britannico, greco e turco, oltre al premier turco Binali Yıldırım. Tra le questioni rimaste in sospeso c’è quella della sicurezza, attualmente garantita sull’isola da Grecia, Turchia e Regno Unito. Il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan ha dichiarato che è fuori discussione un ritiro delle truppe turche senza il ritiro delle forze greche.
pubblicità
Riprendono i negoziati di pace per Cipro ma la riunificazione resta lontana 

Dal 9 all’11 gennaio il presidente della parte greca di Cipro, Nicos Anastasiades, e il rappresentante di quella turca, Mustafa Akıncı, s’incontrano a Ginevra per far avanzare il processo di pace. Ma restano ostacoli legati alle questioni della sicurezza e della ripartizione territoriale. Leggi

Entrano nella fase finale i negoziati di pace a Cipro.
Entrano nella fase finale i negoziati di pace a Cipro. Dopo 18 mesi di intensi negoziati, è cominciata l’ultima fase del processo di pace che potrebbe portare alla riunificazione di Cipro, divisa da 43 anni. Dal 9 gennaio, per tre giorni, il leader grecocipriota Nicos Anastasiades e il turcocipriota Mustafa Akıncı sono riuniti a Ginevra sotto l’egida delle Nazioni Unite.
Riprendono a Ginevra i negoziati per la riunificazione di Cipro.
Riprendono a Ginevra i negoziati per la riunificazione di Cipro. L’esito delle trattative, nonostante l’ottimismo di entrambe le parti, resta incerto. Il 22 novembre i colloqui tra i rappresentanti della parte greca e di quella turca si erano conclusi con un fallimento, ma i leader dei due schieramenti sperano che il 2017 sia l’anno buono per la riappacificazione definitiva. Cipro è divisa in due dal 1974.
pubblicità
I negoziati sulla riunificazione di Cipro riprenderanno il 9 gennaio.
I negoziati sulla riunificazione di Cipro riprenderanno il 9 gennaio. Lo scorso 22 novembre l’ultima sessione di colloqui tra i rappresentanti della parte greca e di quella turca dell’isola si era conclusa con un fallimento. Ma oggi le Nazioni Unite hanno annunciato la ripresa dei negoziati a Ginevra. Cipro è divisa in due dal 1974, anno in cui l’esercito turco invase la parte settentrionale dell’isola in reazione a un colpo di stato che mirava a unire il paese alla Grecia.
Al via i negoziati per la riunificazione di Cipro.
Al via i negoziati per la riunificazione di Cipro. I colloqui tra i rappresentanti della parte greca e di quella turca dell’isola si svolgono in Svizzera, vicino al lago di Ginevra, dal 7 all’11 novembre. L’obiettivo dei negoziati, a cui partecipano il presidente cipriota Nikos Anastasiadis e il leader dei turchi ciprioti Mustafa Akıncı, è arrivare a un accordo territoriale, da finalizzare entro il 2016. Cipro è divisa in due dal 1974.
Incendi a Cipro, arrivano aiuti da Grecia, Regno Unito e Israele.
Incendi a Cipro, arrivano aiuti da Grecia, Regno Unito e Israele. L’isola è stata colpita da uno dei peggiori incendi boschivi degli ultimi anni, alimentato dal forte vento e dalle alte temperature, che coinvolge in particolare la regione dei monti Troodos. Finora sono morti due vigili del fuoco impegnati nello spegnimento dei roghi. Oltre alla collaborazione degli aerei inviati dalla Grecia, dal Regno Unito e da Israele, sono attesi in giornata aiuti anche da Francia e Italia.
La destra ha vinto le elezioni a Cipro.
La destra ha vinto le elezioni a Cipro. Il partito conservatore Disy, al potere a Cipro, ha preso il 30,6 per cento dei voti, mentre per la prima volta l’estrema destra del partito Elam, legato ai greci di Alba dorata, è entrato in parlamento con due seggi, avendo preso il 3,6 per cento dei voti. I comunisti di Akel sono la seconda forza del paese con il 25,6 per cento dei consensi.
Tasso di astensione molto alto nelle elezioni politiche a Cipro.
Tasso di astensione molto alto nelle elezioni politiche a Cipro. I ciprioti hanno votato per rinnovare il parlamento, ma a causa della crisi economica e dagli scandali di corruzione che hanno colpito il paese negli ultimi anni solo pochi elettori sono andati a votare. Secondo i primi risultati la destra del partito Disy avrebbe vinto le elezioni con un tasso di consensi tra il 29 e il 33 per cento. Per la prima volta l’estrema destra potrebbe entrare in parlamento.
pubblicità
L’Egitto chiede a Cipro di estradare il dirottatore del volo EgyptAir.
L’Egitto chiede a Cipro di estradare il dirottatore del volo EgyptAir. Il Cairo vuole processare Saif al Din Mustafa, l’uomo di 58 anni che ieri mattina con una finta cintura esplosiva ha costretto ad atterrare a Cipro il pilota di un Airbus partito da Alessandria e diretto al Cairo. Le autorità cipriote l’hanno arrestato dopo ore di negoziati, definendolo “uno squilibrato che agiva per motivi personali”.
Si è concluso a Cipro il dirottamento di un aereo della Egyptair
Si è concluso a Cipro il dirottamento di un aereo della Egyptair. Un Airbus partito da Alessandria con 81 passeggeri e l’equipaggio a bordo è stato costretto ad atterrare a Larnaca, a Cipro. La maggior parte dei passeggeri è stata liberata subito dopo, intorno alle 8. Gli altri sono usciti alle 13.40. Per le autorità, il dirottatore Saif al Din Mustafa “non è un terrorista ma uno squilibrato”.
Arrestato il dirottatore del volo Egyptair, tutti liberi i passeggeri
Arrestato il dirottatore del volo Egyptair, tutti liberi i passeggeri. L’aereo, partito da Alessandria in Egitto, è stato costretto ad atterrare a Larnaca, a Cipro. La maggior parte dei passeggeri è stata liberata appena dopo l’atterraggio, intorno alle 8. Gli altri sono usciti attorno alle 13.45. Il dirottatore, Saif al Din Mustafa, “no è un terrorista ma uno squilibrato” per le autorità.
Il dirottatore dell’aereo dell’EgyptAir ha agito per motivi personali

Il dirottatore dell’aereo di linea dell’aereo dell’EgyptAir in volo da Alessandria d’Egitto al Cairo ha motivazioni personali non politiche, lo ha confermato il presidente di Cipro Nicos Anastasiades. Leggi

Cipro respinge l’accordo sui migranti tra Unione europea e Turchia.
Cipro respinge l’accordo sui migranti tra Unione europea e Turchia. Al vertice di Bruxelles del 17 e 18 marzo Cipro voterà contro l’accordo per arginare il flusso di profughi verso l’Europa che contiene anche la promessa di accelerare i colloqui per l’adesione di Ankara all’Ue. La Turchia infatti non riconosce la repubblica di Cipro e questo finora ha bloccato il suo ingresso nell’Ue.
pubblicità
L’anno giusto per la riunificazione di Cipro

Cipro è un paese diviso dal 1974, da quando l’esercito turco occupò la parte nord dell’isola, fondando poi la Repubblica turca di Cipro del Nord, riconosciuta solo da Ankara. Quest’anno, per la prima volta, si presenta un’occasione unica: entrambi i presidenti delle due parti dell’isola sono favorevoli alla riunificazione e le distanze tra le due comunità stanno diminuendo, anche a causa della crisi economica. Il reportage di Nicole Di Giulio e Antonella Spinelli. Leggi

Il caso dei migranti bloccati da anni nella base britannica a Cipro

Un gruppo di 114 migranti sta protestando per i tempi e le modalità con cui è trattenuto in una delle basi militari britanniche di Cipro, a causa di una contesa tra le autorità di Nicosia e il Regno Unito. Un altro gruppo di profughi è bloccato per gli stessi motivi sull’isola, nel territorio sotto amministrazione britannica, dal 1998. Leggi

Migranti e profughi chiedono di essere liberati da una base militare britannica a Cipro
Migranti e profughi chiedono di essere liberati da una base militare britannica a Cipro. Si tratta di 114 migranti, che sono stati soccorsi dalla guardia costiera cipriota il 21 ottobre e sono stati portati nella base militare britannica nell’ex colonia, ma ora sono bloccati a Cipro a causa di un’impasse burocratica. Cipro chiede al Regno Unito di occuparsi delle richieste d’asilo, ma Londra rifiuta di farlo.
Un gruppo di migranti incendia le tende di un campo d’accoglienza in Slovenia

A Brežice, in Slovenia, alcuni migranti hanno dato fuoco alle tende di un campo temporaneo per protestare contro la durata delle procedure di registrazione e la mancanza di beni di prima necessità nel campo. Da sabato mattina sono arrivati nel paese quasi ventimila migranti. Leggi

La riunificazione di Cipro è vicina?

I due governi rivali dell’isola hanno presentato domanda congiunta all’Unione europea per far ottenere all’halloumi/hellim lo statuto di “denominazione di origine protetta”, come per lo champagne francese o la feta greca, in modo che nessun altro produttore possa usare il nome. È stato un piccolo miracolo. Leggi

pubblicità