NUOVE NOTIZIE

IN DIRETTA
NUOVE NOTIZIE

  • 27 Gen 2015 15.09

Proteste contro il governo in Kosovo, scontri tra manifestanti e polizia

Pristina, la capitale del Kosovo, è attraversata dalla più grande protesta contro il governo da quando il paese si è separato dalla Serbia, nel 2008. La polizia e i manifestanti si sono scontrati e decine di persone sono rimaste ferite. Gli agenti hanno lanciato gas lacrimogeni e hanno azionato idranti per disperdere i circa duemila manifestanti radunati dai partiti di opposizione.

Si tratta della seconda giornata di protesta dopo quella del 24 gennaio. I manifestanti criticano il governo per il passo indietro sull’acquisizione del complesso minerario di Trepca, reclamato dalla Serbia. Inoltre chiedono le dimissioni di un ministro serbo del governo kosovaro, accusato di aver insultato la maggioranza albanese. Reuters

  • 27 Gen 2015 14.50

Alexis Tsipras è il nuovo premier in Grecia

Il nuovo governo greco

Il premier greco Alexis Tsipras ha annunciato i ministri del nuovo governo.

  • Ministro delle finanze: Yanis Varoufakis
  • Ministro dell’economia, della marina, delle infrastrutture e del turismo: Giorgos Stathakis
  • Ministro della salute: Panogiotis Kouroumplis
  • Ministro della cultura, istruzione e affari religiosi: Aristidies Baltas
  • Ministro dell’interno: Nikos Voutsis
  • Ministro degli esteri: Nikos Kotzias
  • Ministro del lavoro e della solidarietà sociale: Panos Skourletis
  • Ministro della giustizia: Nikos Paraskevopoulos
  • Ministro della difesa: Panos Kammenos
  • Ministro della produzione, dell’energia e dell’ambiente: Panagiotis Lafazanis
  • Capo di gabinetto: Nikos Pappas
  • Vice primo ministro con delega ai negoziati con l’Unione europea: Yiannis Dragasakis
  • Portavoce del governo: Gabriel Sakellaridis
  • Rapporti con il parlamento: Zoe Constantopoulou
  • 27 Gen 2015 14.38

Il 27 gennaio è il giorno della memoria

Le immagini di Auschwitz

Il 27 gennaio 1945 l’esercito sovietico liberò i prigionieri del campo di sterminio di Auschwitz, dove i nazisti avevano ucciso più di un milione di persone, in maggioranza ebrei, e poi polacchi, rom e prigionieri di guerra sovietici. Le immagini dell’epoca. Leggi

  • 27 Gen 2015 14.35

Gli Stati Uniti vanno pazzi per American sniper, noi un po’ meno

Uscito a New York e Los Angeles il giorno di Natale, il film di Eastwood sul cecchino Chris Kyle è nelle sale del resto degli Stati Uniti da dieci giorni, e sta incassando più di tutte le altre pellicole. Leggi

  • 27 Gen 2015 13.53

In Libia, almeno tre guardie di sicurezza e cinque persone straniere sono morte nell’attacco all’hotel Corinthia di Tripoli. Ap

  • 27 Gen 2015 13.22

Un morto negli scontri tra soldati dell’Onu e manifestanti a Gao, in Mali

Una persona è rimasta uccisa nella città di Gao, in Mali, durante gli scontri tra manifestanti e soldati delle Nazioni Unite. I soldati hanno usato gas lacrimogeno per allontanare le migliaia di persone radunate fuori dalla base della missione di pace (Minusma), dopo che avevano cominciato a tirare pietre. Reuters

La bandiera curda sventola su uno dei punti più alti della città dopo la vittoria dei curdi sui jihadisti dello Stato islamico a Kobane, in Siria. (Epa/Ansa)
  • 27 Gen 2015 13.18

La vittoria dei curdi a Kobane

Il 27 gennaio le milizie curde hanno riconquistato le ultime postazioni in mano ai jihadisti della città di Kobane, diventata il simbolo della resistenza contro lo Stato islamico. Leggi

  • 27 Gen 2015 13.01

Il mondo all’una

Grecia. Alexis Tsipras sta per annunciare i ministri del suo nuovo governo. Il ministero più importante, quello dell’economia, va andrà Yanis Varoufakis, 53 anni, economista e blogger con doppia nazionalità greca e australiana. Durante la campagna elettorale si è scagliato contro le politiche di austerità e ha descritto la situazione del paese come “una vera crisi umanitaria”.

Israele. Secondo fonti militari sono stati sparati due missili dalla Siria verso le alture del Golan, nel nord del paese. Non ci sono feriti, ma è cominciata l’evacuazione delle stazioni sciistiche sul monte Hermon. Israele ha risposto all’attacco sparando verso la Siria.

Libia. Sono morti tre agenti della sicurezza nell’esplosione di un’autobomba di fronte all’hotel Corinthia a Tripoli. Gli uomini armati che hanno attaccato l’hotel hanno preso degli ostaggi. Un attentatore è stato arrestato. L’attacco è stato rivendicato dal gruppo terroristico Stato islamico.

Ucraina. L’Unione europea ha chiesto ai ministri degli esteri dei paesi dell’Unione di valutare l’approvazione di nuove misure, tra cui delle sanzioni contro la Russia, per fermare la ripresa dei combattimenti tra ribelli filorussi ed esercito nell’est del paese. Nove soldati ucraini sono stati uccisi e 29 sono rimasti feriti nelle ultime 24 ore nei combattimenti.

Francia. Quattro uomini sono stati arrestati dalla polizia a Lunel, nel sud della Francia, durante un’operazione contro le reti jihadiste nel paese. Due dei quattro uomini erano di ritorno dalla Siria.

  • 27 Gen 2015 12.59

Dieci parlamentari del Movimento 5 stelle lasciano il gruppo

Altri dieci parlamentari del Movimento 5 stelle, nove deputati e un senatore, hanno lasciato i gruppi di camera e senato per confluire nel gruppo misto. Lo hanno annunciato i deputati Mara Mucci, Walter Rizzato e Marco Baldassarre in una conferenza stampa alla camera.

Dall’inizio della legislatura nel 2013 sono 36 i parlamentari del Movimento 5 stelle che hanno lasciato il gruppo o sono stati espulsi. Reuters

  • 27 Gen 2015 12.57

Alexis Tsipras è il nuovo premier in Grecia

Yanis Varoufakis sarà il nuovo ministro delle finanze greco

L’economista greco Yanis Varoufakis davanti alla sede di Syriza il 25 gennaio. Alkis Konstantinidis, Reuters/Contrasto

Alexis Tsipras sta per annunciare il suo nuovo governo in Grecia. Il ministero più importante, quello delle finanze, andrà a Yanis Varoufakis, 53 anni, economista e blogger con doppia nazionalità greca e australiana.

Varoufakis ha studiato nel Regno Unito e ha insegnato in Australia, Grecia e Stati Uniti. Durante la campagna elettorale si è scagliato contro le politiche di austerità e il piano di salvataggio imposto al paese dall’Europa, dal Fondo monetario e dalla Banca centrale europea. Varoufakis ha descritto la situazione del paese come “una vera crisi umanitaria”.

Varoufakis ha lasciato la sua cattedra di economia all’università del Texas per aiutare Alexis Tsipras durante la campagna elettorale. In un’intervista alla radio ha confermato che oggi assumerà l’incarico di ministro delle finanze e che quindi sarà lui a rinegoziare i termini del piano di salvataggio greco. Varoufakis ha commentato la vittoria di Syriza il 25 gennaio parafrasando una poesia di Dylan Thomas: “La democrazia greca ha smesso di scivolare docile nella notte. La democrazia greca si è ribellata alla morte della luce”. The Guardian

  • 27 Gen 2015 12.25

Perché ottenere ragione non ci rende sempre felici 

L’altro giorno, quando mi sono accorto che la mia banca mi aveva addebitato la spropositata cifra di 20 sterline per qualcosa di cui non ero responsabile, ho fatto quello che farebbe qualsiasi individuo ragionevole: ho passato mezza mattinata a sbraitare dentro di me e a prepararmi un discorso, educato ma inflessibile, con il quale esporre le mie ragioni. Leggi

  • 27 Gen 2015 12.14

Missili dalla Siria verso le alture del Golan, in Israele

Secondo fonti militari israeliane sono stati sparati due missili dalla Siria verso le alture del Golan, nel nord d’Israele. Non ci sono feriti, ma è cominciata l’evacuazione delle stazioni sciistiche sul monte Hermon.

Gli spari potrebbero essere una risposta all’attacco degli elicotteri militari israeliani contro il villaggio siriano di Quneitra, il 18 gennaio, in cui sono rimasti uccisi un generale iraniano e sei agenti di Hezbollah. Reuters, Haaretz

  • 27 Gen 2015 12.07

Attaccato l’hotel Corinthia di Tripoli, in Libia

Gli attentatori dell’hotel di Tripoli potrebbero essere legati al gruppo Stato islamico

Potrebbero essere legati al gruppo Stato islamico gli attentatori che hanno attaccato l’hotel Corinthia di Tripoli, in Libia. Nell’attentato, avvenuto con un’autobomba, sono morti tre agenti della sicurezza. In seguito la polizia ha circondato l’hotel dove si trovavano gli uomini armati con alcuni ostaggi.

Un uomo è stato arrestato. Due donne filippine sono state ferite dai vetri rotti per l’esplosione. Reuters, Bbc

  • 27 Gen 2015 11.48

Dopo il discorso di Obama in India

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama saluta il pubblico all’auditorium di New Delhi, in India. Obama è al terzo e ultimo giorno della sua visita nel paese. Jim Bourg, Reuters/Contrasto
  • 27 Gen 2015 11.28

Gli uomini armati che hanno attaccato l’hotel Corinthia di Tripoli, in Libia, hanno preso degli ostaggi. Cinque persone sono morte. Ap

  • 27 Gen 2015 11.17

I curdi hanno liberato Kobane

I curdi festeggiano la vittoria a Kobane

Le milizie curde hanno respinto i jihadisti del gruppo Stato islamico e hanno riconquistato il 90 per cento della città siriana di Kobane, diventata il simbolo della resistenza contro l’avanzata dei jihadisti in Siria. La conferma è arrivata dal comando centrale delle forze armate statunitensi (Centcom), che in un primo momento è stato cauto nel confermare la notizia data dall’Osservatorio siriano per i diritti umani. I curdi rifugiati nei campi profughi in Turchia e nel Kurdistan turco hanno festeggiato la notizia. Leggi

  • 27 Gen 2015 11.16

I Verdena raccontano il nuovo album Endkadenz vol. 1

Oggi esce il nuovo album della band bergamasca. Abbiamo incontrato Alberto, cantante e chitarrista del gruppo, e Roberta, bassista, per farci raccontare il disco e il tour in arrivo. Leggi

  • 27 Gen 2015 11.12

È morta una persona per l’attacco di uomini armati all’hotel Corinthia di Tripoli, in Libia. Ap

  • 27 Gen 2015 11.05

Il governo ucraino dichiara lo stato d’emergenza nell’est del paese

Nuove possibili sanzioni contro la Russia per il suo ruolo in Ucraina

L’Unione europea ha chiesto ai ministri degli esteri dei paesi dell’Unione di valutare l’approvazione di nuove misure, tra cui delle sanzioni contro la Russia, per fermare la ripresa dei combattimenti tra ribelli filorussi ed esercito nell’est dell’Ucraina, che hanno coinvolto anche numerosi civili. La decisione sarà presa nel prossimo consiglio dei ministri previsto per il 12 febbraio. Reuters