Ultim’ora
L’attentatore di Berlino ucciso dalla polizia a Milano, secondo fonti della sicurezza italiana
 
  •    

Il mondo adesso

La Germania risponde alle dichiarazioni di Donald Trump. In un’intervista pubblicata sul quotidiano tedesco Bild e su quello britannico The Times, Donald Trump ha criticato la politica di Angela Merkel sui rifugiati, ha definito la Nato un’istituzione obsoleta e ha “minacciato” alti tassi d’importazione negli Stati Uniti per le auto tedesche. Le reazioni di Berlino sono arrivate attraverso le dichiarazioni del vicepremier e ministro dell’economia Sigmar Gabriel, che a sua volta ha criticato gli interventi statunitensi in Medio Oriente. Anche il ministro degli esteri Frank-Walter Steinmeier ha risposto sottolineando le contraddizioni tra le affermazioni di Trump e quelle del suo ministro della difesa James Matis.
Cinque morti in una sparatoria in un locale notturno in Messico. Un uomo armato ha aperto il fuoco in una discoteca di Playa del Carmen, località turistica dello Yucatán, in Messico, durante la serata finale di un festival di musica elettronica. Le vittime sono cinque e tra loro ci sarebbe anche un italiano, oltre a un colombiano e due canadesi. Secondo la polizia messicana non si è trattato di un attentato ma di una sparatoria seguita a una lite scoppiata all’interno del locale.
Un aereo da carico precipita in Kirghizistan, almeno 37 morti. Un volo turco che trasportava merci partito da Hong Kong è caduto alle 7.30 (ora locale) su un gruppo di case vicino all’aeroporto di Manas, una località a circa 25 chilometri dalla capitale Bishkek, dove l’aereo avrebbe dovuto fare scalo. Tra le vittime ci sarebbero anche dei bambini. Secondo fonti governative, l’incidente è stato causato da un errore del pilota.
pubblicità
Elezioni anticipate in Irlanda del Nord fissate per il 2 marzo. Il ministro britannico per l’Irlanda del Nord, James Brokenshire, ha fissato per il 2 marzo 2017 le elezioni anticipate per determinare la nuova composizione del parlamento nordirlandese. Il governo di Belfast, presieduto dalla first minister unionista Arlene Foster e basato sul sistema dello sharing power, era entrato in crisi dopo le dimissioni del deputy first minister, il repubblicano Martin McGuinnes. I repubblicani dello Sinn Féin non hanno nominato un suo sostituto entro il termine fissato da Londra, che quindi ha deciso di chiamare i cittadini dell’Irlanda del Nord alle urne.
Attacco suicida all’università di Maiduguri, in Nigeria. Almeno quattro persone sono rimaste uccise e quindici ferite per un attentato suicida avvenuto in una moschea che si trova all’interno del campus universitario di Maidiguri, nel nordest della Nigeria. Non c’è stata ancora una rivendicazione ma la modalità dell’attacco e l’area in cui è avvenuto fanno cadere i sospetti sul gruppo jihadista Boko Haram.
Alcuni gruppi ribelli siriani parteciperanno ai colloqui di pace di Astana il 23 gennaio. I negoziati per trovare una soluzione al conflitto, in corso da quasi sei anni, sono promossi dalla Russia e dalla Turchia. Tra i ribelli che andranno ad Astana ci saranno rappresentanti dell’Esercito siriano libero e dell’Alto comitato per i negoziati, un’organizzazione politica e armata appoggiata dall’Arabia Saudita. La delegazione sarà guidata dal negoziatore Mohammad Alloush.
Fedeli indù ad Allahabad, in India, dove si incontrano i fiumi Gange, Yamuna e Saraswati, durante la festa annuale del Magh Mela. Il rituale prevede l’immersione nelle acque sacre.
Almeno 26 morti in una rivolta nel carcere di Alcaçuz, in Brasile. Il pomeriggio del 14 gennaio gli scontri tra due gang rivali hanno dato origine a un’insurrezione durata circa 14 ore nel carcere di Alcaçuz a Natal, nello stato del Rio Grande do Norte. Diverse vittime sono state decapitate. Si tratta della terza grande rivolta in un carcere brasiliano nell’ultimo anno. Quasi cento detenuti sono morti il mese scorso negli stati di Amazonas e Roraima.
Gli otto uomini più facoltosi del mondo detengono la stessa ricchezza di 3,6 miliardi di persone. A Davos, in Svizzera, si apre il Forum economico mondiale e l’ong Oxfam ha pubblicato un rapporto che mette in luce l’aumento delle disuguaglianze economiche a livello globale. Nel mondo, denuncia Oxfam, sette persone su dieci vivono in paesi dove negli ultimi trent’anni è aumentato il divario tra ricchi e poveri.
I rifiuti elettronici in Asia sono aumentati del 63 per cento tra il 2010 e il 2015. Secondo un rapporto della United Nations university, nell’Asia orientale e sudorientale questo tipo di rifiuti ha raggiunto complessivamente i 12,3 milioni di tonnellate, circa dieci chili per ogni abitante di questa parte del pianeta. La produzione pro capite più alta di rifiuti avviene a Hong Kong, Singapore e Taiwan. I motivi principali del fenomeno sono la disponibilità di nuovi gadget, il maggior numero di consumatori, il fatto che i dispositivi hanno vita più breve e che sono importati in maggior numero.
NUOVE NOTIZIE

IN PRIMO PIANO
NUOVE NOTIZIE

  • 16 Gen 2017 20.02

Le foto del giorno

Dall’aereo da carico precipitato in Kirghizistan all’apertura del Forum economico mondiale a Davos, in Svizzera: ventiquattr’ore in immagini. Leggi

  • 16 Gen 2017 19.28

A qualcuno va bene un mondo diviso in due

La settimana scorsa, in una libreria di Gerusalemme, il commesso mi ha detto che oltre al libro che avevo scelto avrei potuto prenderne un altro gratis. Ho scelto un romanzo di una scrittrice israeliana, Emuna Elon, ambientato ad Amsterdam. Non ho mai letto un suo libro, anche a causa della sua storia personale: è una colona dell’insediamento di Bet El e un’ardente sostenitrice di una “soluzione” basata sul trasferimento dei palestinesi. Leggi

pubblicità
  • 16 Gen 2017 19.00

La natura incontaminata è in pericolo

Il pianeta sta perdendo le ultime aree di natura selvaggia. Secondo uno studio, tra il 2000 e il 2013 è andato perso il 7,2 per cento delle aree naturali ancora integre, gli intact forest landscapes. Leggi

  • 16 Gen 2017 18.25

Mostra a Taipei

Un’installazione della mostra Dance! Art exhibition, learn & play! a Taipei, Taiwan.
  • 16 Gen 2017 18.00

I jeans di Bruce Springsteen e altri sogni americani

Silvia Pareschi, traduttrice italiana, tra i tanti, di Jonathan Franzen e Junot Díaz, abita a San Francisco. Nel libro I jeans di Bruce Springsteen racconta questa città vivace, narcisista, paradossale nel benessere e nella povertà. Leggi

pubblicità
  • 16 Gen 2017 17.27
  • 16 Gen 2017 16.49

Il piano del governo italiano per l’immigrazione

Il ministro dell’interno italiano Marco Minniti presenterà il 18 gennaio il piano del governo sull’immigrazione. È attesa la relazione di Minniti davanti alla commissione affari costituzionali della camera. L’estensione della rete dei Centri di identificazione ed espulsione (Cie) e la riforma del sistema d’asilo sono i cardini del programma del governo guidato da Paolo Gentiloni, secondo le indiscrezioni emerse sulla stampa italiana negli ultimi giorni. Leggi

  • 16 Gen 2017 16.08

Le piccole cose da fare per aiutare chi vive nei quartieri poveri di Bucarest

Sono stato in diversi quartieri ghetto dove abitano soprattutto rom. La povertà di questi luoghi ha effetti devastanti su chi ci vive. A Ferentari, Bucarest, faccio parte di un gruppo di 50 volontari che riescono ad aiutare un centinaio di bambini, e le loro famiglie, a costruirsi nuove opportunità. Leggi

  • 16 Gen 2017 15.30

Pesca di trote

La pesca di trote su un fiume ghiacciato a Hwacheon, in Corea del Sud.
  • 16 Gen 2017 15.00

Gentleman

La cavalleria è morta, ma l’educazione no: cedi il posto agli anziani sui mezzi pubblici. Leggi

pubblicità
  • 16 Gen 2017 14.13

Elena Ferrante tradotta in arabo è un’ottima notizia per la cultura

Tra il 1970 e il 2010 sono state tradotte in arabo 199 opere di narrativa italiana, un numero fondamentalmente “congruo” con quello delle traduzioni effettuate dall’arabo verso l’italiano nello stesso arco di tempo. Il che evidenzia una sostanziale pigrizia “traduttiva” da entrambi i fronti. La traduzione dei romanzi di Elena Ferrante in arabo può aiutare a superare molti malintesi. Leggi

  • 16 Gen 2017 13.41

Cala il sipario sul circo Barnum

Dopo 146 anni di attività, il circo Ringling bros. and Barnum & Bailey ha annunciato la fine degli spettacoli a maggio del 2017. Come ha annunciato la famiglia Feld, che gestisce l’attività dagli anni sessanta, le vendite di biglietti sono calate troppo per sostenere i costi. Leggi

  • 16 Gen 2017 13.07

Otto uomini possiedono la stessa ricchezza di metà della popolazione mondiale

Secondo il nuovo rapporto di Oxfam, diffuso alla vigilia del Forum economico mondiale di Davos, la forbice tra ricchi e poveri si sta estremizzando in maniera preoccupante. In Italia nel 2016 l’1 per cento della popolazione possiede il 25 per cento della ricchezza nazionale. Leggi

  • 16 Gen 2017 12.01

Far crescere i cittadini di domani

Barack Obama ha citato l’istruzione prima del sindacato tra i fattori che possono contrastare il crescere delle disuguaglianze. Questo non significa che previdenza, fisco, tutela dei lavoratori non siano importanti: interventi in questi settori garantiscono che sia preservato un decente e dignitoso livello di qualità della vita per i cittadini. Ma l’istruzione può fare qualcosa in più: migliorare i cittadini stessi. Leggi

  • 16 Gen 2017 11.25

L’agenda della settimana

Il Forum economico mondiale a Davos, la riunione della Bce sulla politica monetaria, il vertice della destra populista europea, le primarie dei socialisti in Francia, i colloqui di pace sulla Siria: cosa succede questa settimana nel mondo. Leggi

pubblicità
  • 16 Gen 2017 10.43

Nuove famiglie e diritti dei gay, intervista a Claudio Rossi Marcelli

“La vita delle famiglie omogenitoriali non è semplice, dal punto di vista politico e sociale. Ma la realtà è difficile anche per tutte le altre famiglie”. Claudio Rossi Marcelli, intervistato al festival di Internazionale a Ferrara, parla di Italia e diritti civili. Leggi

  • 16 Gen 2017 10.01

I tweet di Donald Trump spaventano il mondo

Forse i tweet vendicativi del presidente eletto scaturiscono da una deliberata strategia volta a disorientare il mondo intero, come i guerrieri del passato che si lanciavano all’attacco con grida talmente spaventose da paralizzare i loro avversari. Leggi

  • 16 Gen 2017 09.35

L’arrivo alla stazione

Un passeggero salta tra due treni al suo arrivo alla stazione di Tongi, alla periferia di Dhaka, in Bangladesh. A Tongi si sta svolgendo la festa di Biswa Ijtema, il secondo più grande evento per i musulmani di tutto il mondo dopo il pellegrinaggio alla Mecca.
  • 16 Gen 2017 08.37

I titoli dei quotidiani di oggi

  • Corriere della Sera: “‘Chi chiede asilo dovrà lavorare’”
  • La Repubblica: “Ue ultimatum all’Italia, manovra da 3,4 miliardi”
  • La Stampa: “Crescita e sviluppo, Italia bocciata”
  • Il Messaggero: “Migranti, asilo solo a chi lavora”
  • Il Sole 24 Ore: “Sindaci, consensi in frenata”
  • Il Fatto Quotidiano: “Noi, soli tra neve e macerie”
  • Libero: “Soldi ad amici e mogli”
  • Il Giornale: “‘Deve esplodere l’Italia’ Le voci dell’odio islamico”
  • Il Foglio: “Com’è il mondo dopo Obama?”
  • 15 Gen 2017 17.45

La montagna ci cade addosso è un classico da rileggere

C. F. Ramuz detestava il bello stile francese come il suo amico ed estimatore Céline, e ricorse al dialetto svizzero e ostico del Vaud per narrare la montagna, partendo qui da un episodio storico: il crollo di un pezzo di monte su un alpeggio, che fece strage di pastori e greggi. Leggi