NUOVE NOTIZIE

IN DIRETTA
NUOVE NOTIZIE

  • 01 Feb 2015 18.41

E questo, l’hai visto?

Beirut e la cultura algoritmica, ricchi e poveri, la Nigeria e i documentari autoprodotti sui movimenti italiani, Tsipras e i pendolari. Sedici cose notevoli dalla settimana appena trascorsa. Leggi

  • 01 Feb 2015 17.51

È stato liberato in Egitto il giornalista di Al Jazeera Peter Greste

Anche un secondo giornalista di Al Jazeera sarà presto liberato dall’Egitto 

Un secondo giornalista di Al Jazeera, Mohamed Fahmy, in carcere in Egitto dal 29 dicembre 2013, dovrebbe essere rilasciato entro pochi giorni, e mandato in Canada, secondo quanto ha dichiarato un funzionario della sicurezza.

Oggi è stato liberato il primo dei tre giornalisti che erano in carcere, Peter Greste, che ha lasciato il paese ed è partito per l’Australia. Reuters

  • 01 Feb 2015 17.37

L’attentato suicida in Nigeria

Il fumo dopo un attentato suicida nella città di Gombe, in Nigeria, il giorno prima della visita del presidente Goodluck Jonathan. Il presidente è in visita in alcune località per la campagna elettorale in vista delle elezioni del 14 febbraio. Non ci sono state vittime oltre l’attentatore. Afolabi Sotunde, Reuters/Contrasto
  • 01 Feb 2015 16.46

Il Ciad bombarda una città nigeriana per colpire Boko haram

Il Ciad bombarda una città nigeriana

Due elicotteri dell’aviazione del Ciad hanno bombardato nel pomeriggio la città nigeriana di Gamboru, sul confine con il Camerun. La città è controllata dal gruppo terrorista Boko haram.

Già ieri l’aviazione aveva condotto dei raid contro la città della Nigeria per colpire le sedi dei miliziani jihadisti. Afp

  • 01 Feb 2015 15.59

Esplosione nel centro di Damasco

L’autobus esploso nel centro di Damasco

Giornalisti e persone del servizio di sicurezza siriano osservano l’autobus esploso nel centro di Damasco, in Siria. Il mezzo trasportava pellegrini sciiti. Sono morte almeno sei persone. Omar Sanadiki, Reuters
  • 01 Feb 2015 15.31

È stato liberato in Egitto il giornalista di Al Jazeera Peter Greste

Liberato in Egitto un giornalista di Al Jazeera

Il giornalista di Al Jazeera Peter Greste, in prigione in Egitto da oltre un anno, è stato liberato e ha lasciato il paese per andare in Australia. Greste era accusato, tra le altre cose, di aver sostenuto un gruppo di terroristi.

Non è stata data notizia invece della sorte di altri due colleghi di Al Jazeera, Mohamed Fahmy e Mohamed Baher, ancora in prigione. I tre giornalisti sono stati messi in carcere il 29 dicembre 2013.

A giugno 2014 Peter Greste e Mohamed Fahmy erano stati condannati a sette anni di carcere e Mohamed Baher a dieci con l’accusa di aver diffuso false informazioni e di aver favorito l’organizzazione illegale dei Fratelli musulmani. Reuters

  • 01 Feb 2015 15.22

È morto il pianista Aldo Ciccolini

Aldo Ciccolini, pianista italiano naturalizzato francese, è morto ad Asnières-sur-Seine, vicino a Parigi, il 1 febbraio. Aveva 89 anni. Nato a Napoli, dopo aver cominciato gli studi al conservatorio di San Pietro a Majella si trasferì a Parigi per completare la formazione. Da allora è stato un protagonista della vita musicale europea, suonando regolarmente dal vivo fino all’anno scorso.

Grande virtuoso e pianista di curiosità intellettuale insaziabile, ha dedicato un’attenzione del tutto particolare ai compositori francesi, dai più noti – Ravel, Debussy, Saint-Saëns – a quelli meno frequentati nelle sale da concerto, come Déodat de Séverac, Jules Massenet, Francis Poulenc, Vincent d’Indy e soprattutto Erik Satie, del quale registrò due volte l’integrale dell’opera pianistica.

Satie, Gymnopédie n. 1. Toronto, 1956.


  • 01 Feb 2015 15.15

Manifestazione in Camerun contro Boko haram

Centinaia di persone hanno manifestato nella città portuale camerunese di Douala per denunciare gli attacchi dei miliziani jihadisti del gruppo nigeriano Boko haram, che nell’ultimo periodo compiono sempre più spesso violenze nel nord del Camerun.

I manifestanti, che sostengono le forze di sicurezza impegnate nella battaglia contro i terroristi, hanno sfilato per le strade della città, ricevendo gli applausi dei cittadini che osservavano la marcia. Afp

  • 01 Feb 2015 14.31

Dentro la redazione di Le Monde

Il caso ha voluto che il dvd di Les gens du Monde, documentario sul quotidiano francese presentato a Cannes, uscisse pochi giorni dopo l’attacco a Charlie Hebdo, a cui è difficile non pensare vedendo le immagini della redazione al lavoro.

Il film di Yves Jeuland segue le riunioni, le tensioni e le discussioni interne e il lavoro dei reporter sul campo (durante mesi segnati dalle presidenziali del 2012 e dallo scandalo Strauss-Kahn) per raccontare come un’istituzione del giornalismo europeo, con quasi settant’anni di storia, tenti di coniugare la qualità dell’offerta con le trasformazioni imposte dalla rete.

  • 01 Feb 2015 14.04

Attentato suicida nel nordest della Nigeria. Sono morte sette persone. Afp

  • 01 Feb 2015 13.37

Esplosione nel centro di Damasco

Esplosione nel centro di Damasco, sei persone sono morte

L’esplosione di un autobus in un quartiere centrale di Damasco, in Siria, ha ucciso almeno sei persone e ne ha ferite diciannove. L’Osservatorio siriano dei diritti umani non ha ancora spiegato le ragioni e le responsabilità dell’attentato. Afp

  • 01 Feb 2015 13.27

Novak Đoković ha vinto la finale degli Australian Open

Il tennista serbo Novak Đoković ha vinto la finale del torneo singolare maschile degli Australian Open, battendo il britannico britannico Andy Murray al quarto set.

Đoković e Murray si erano incontrati già quattro volte in una finale del grande slam, con due vittorie a testa. Il serbo aveva vinto già due volte in Australia, Murray ha vinto le due finali a New York e a Wimbledon. È la quinta volta che Novak Đoković vince gli Australian Open.

Il risultato della partita è 7-6(5) 6-7(4) 6-3 6-0. Reuters

  • 01 Feb 2015 13.00

Il mondo all’una

Giordania. Le autorità del paese hanno fatto sapere di essere “pronte a tutto” per salvare la vita del pilota giordano ostaggio del gruppo Stato islamico. Le autorità hanno anche condannato l’uccisione di un secondo ostaggio giapponese per mano del gruppo terrorista.

Hong Kong. Migliaia di attivisti che chiedono la democrazia sono tornati a riempire le strade della città organizzando per la prima volta una manifestazione da quando a dicembre erano state sgombrate le barricate del movimento Occupy central, che chiedeva elezioni libere nel 2017.

Ucraina. Tredici soldati ucraini sono stati uccisi nei combattimenti contro i separatisti russi, nella parte orientale del paese, nelle ultime ventiquattr’ore. Altri venti soldati sono rimasti feriti negli scontri.

Nigeria. I terroristi del gruppo Boko haram hanno attaccato la città di Maiduguri, la capitale dello stato di Borno, nel nordest del paese, innescando uno scontro con i soldati dell’esercito che hanno ucciso almeno otto persone. I miliziani da tempo assediano la città perché vogliono che diventi la capitale dello Stato islamico.

Somalia. Alcune persone sono state uccise per un raid aereo avvenuto nel sud del paese. L’obiettivo era probabilmente una sede dei miliziani estremisti di Al Shabaab, gruppo affiliato ad Al Qaeda. Un missile ha colpito la città di Dinsor, controllata dalle milizie di Al Shabaab, circa 270 chilometri a est della capitale Mogadiscio. Non ci sono ancora dettagli sul numero dei morti e dei feriti.

  • 01 Feb 2015 12.49

Una nuova manifestazione per la democrazia a Hong Kong

Una nuova manifestazione per la democrazia a Hong Kong

Migliaia di attivisti che chiedono la democrazia sono tornati a riempire le strade di Hong Kong organizzando per la prima volta una manifestazione da quando a dicembre 2014 erano state sgombrate le barricate del movimento Occupy central, che chiedeva elezioni libere nel 2017.

Circa duemila poliziotti hanno controllato le zone cruciali della città, ma i manifestanti avevano intenzioni pacifiche e non hanno cercato di occupare le strade. Molti hanno portato gli ombrelli gialli, simbolo della protesta che era durata circa due mesi e mezzo. Bbc

Una nuova manifestazione di attivisti che chiedono la democrazia a Hong Kong, con gli ombrelli gialli, simbolo della protesta di Occupy central. Tyrone Siu, Reuters/Contrasto
  • 01 Feb 2015 12.28

Tredici soldati ucraini sono morti nelle ultime ventiquattr’ore

Tredici soldati ucraini sono stati uccisi nei combattimenti contro i separatisti russi, nella parte orientale del paese, nelle ultime ventiquattr’ore. Altri venti soldati sono rimasti feriti negli scontri.

Ieri erano stati uccisi altri quindici soldati ucraini nella stessa zona dell’Ucraina. Reuters

  • 01 Feb 2015 12.22

L’aereo leggero tra le onde 

Soldati e pescatori filippini estraggono dall’acqua i resti di un aereo leggero che è precipitato in mare davanti alla costa di Nasugbo, a sud di Manila, nelle Filippine. Sono morti due piloti. Erik De Castro, Reuters/Contrasto
  • 01 Feb 2015 12.08

Scontri tra esercito e miliziani di Boko haram a Maiduguri

Boko haram ha attaccato Maiduguri, città della Nigeria

I terroristi del gruppo Boko haram hanno attaccato la città di Maiduguri, la capitale dello stato di Borno, nel nordest della Nigeria, innescando uno scontro con i soldati dell’esercito che hanno ucciso almeno otto persone.

I miliziani da tempo assediano la città perché vogliono che diventi la capitale dello Stato islamico. Reuters

  • 01 Feb 2015 11.50

L’eco dello tsunami arriva fino a noi

Sono passati dieci anni dallo tsunami che il 26 dicembre 2004 causò oltre duecentomila morti e un milione di sfollati, soprattutto tra Indonesia e Sri Lanka. Nei due paesi era attiva da tempo Action contre la faim, che grazie alla sua presenza sul campo fu una delle prime ad avviare le operazioni di soccorso.

Per ricordare la ricorrenza l’ong, fondata in Francia nel 1979, ha realizzato il reportage Echoes of tsunami documentando la tragedia attraverso registrazioni sonore, che si attivano grazie alla webcam quando l’utente chiude gli occhi per ascoltare. Le registrazioni sono accompagnate dal racconto di quanto è successo in quattro tra le aree più colpite, dove l’ong ha fornito aiuti per l’assistenza e la ricostruzione.

  • 01 Feb 2015 11.32

Raid aereo in Somalia contro Al Shabaab

Alcune persone sono state uccise per un raid aereo avvenuto nel sud della Somalia. L’obiettivo era probabilmente una sede dei miliziani estremisti di Al Shabaab, gruppo affiliato ad Al Qaeda.

Un uomo di Al Shabaab ha confermato che un missile ha colpito la città di Dinsor, controllata dalle loro milizie, circa 270 chilometri a est della capitale Mogadiscio. Non ci sono ancora dettagli sul numero dei morti e dei feriti. Afp

  • 01 Feb 2015 11.20

La finale degli Australian Open

È in corso a Melbourne la finale del torneo maschile degli Australian Open, tra il tennista serbo Novak Đoković e il britannico Andy Murray. Carlos Barria, Reuters/Contrasto