Ultim’ora
Sono 41 i morti causati dall’attentato all’aeroporto Atatürk di Istanbul
 
  •    

Il mondo adesso

Rivelata la nazionalità dei tre kamikaze dell’attentato all’aeroporto di Istanbul. I tre terroristi responsabili dell’attentato all’aeroporto Atatürk di Istanbul erano un russo, un uzbeco e un kirghiso. Le autorità turche credono comunque che si possa trattare di persone affiliate in qualche modo al gruppo Stato islamico. In una serie di raid collegati all’attentato del 28 giugno la polizia turca ha arrestato tredici persone, di cui tre stranieri. Il bilancio delle vittime nel frattempo è salito a 43 morti (di cui 19 stranieri).
Taiwan ha lanciato per errore un missile antinave supersonico verso la Cina. Il missile è partito dalla base navale Kaohsiung ed è caduto al largo dell’arcipelago Penghu, in territorio taiwanese ma in direzione della Cina. Non ci sono state vittime. L’incidente è stato subito riportato al ministero della difesa taiwanese, che si occuperà dei rapporti con Pechino. La Cina, dove oggi si festeggia il 95° anniversario della nascita del Partito comunista, considera Taiwan una parte del suo territorio da riunificare, anche con l’uso della forza.
Uccisa a Hebron una palestinese che aveva cercato di accoltellare dei soldati israeliani. L’attacco è avvenuto a un checkpoint militare, dove i militari hanno sparato contro la donna che poco prima aveva estratto un coltello. Il 30 giugno ci sono stati altri due attacchi dalle modalità simili contro dei civili a Kiryat Arba, dov’è stata accoltellata una tredicenne, e a Netanya.
pubblicità
Ancora un omicidio a sfondo religioso in Bangladesh. Nell’ovest del paese un religioso di un tempio indù, Shyamananda Das, è stato ucciso per strada da tre uomini a bordo di una motocicletta. Come in una serie di omicidi recenti,  Das è stato colpito al collo con un coltello. Negli ultimi mesi in Bangladesh si sono moltiplicate le uccisioni di esponenti laici, gay o delle minoranze religiose. Il governo, che attribuisce l’ondata di attacchi a gruppi di estremisti islamici, ha reagito arrestando migliaia di persone.
Cinque candidati per la successione a David Cameron. Ufficializzate le candidature alla successione del dimissionario David Cameron alla guida del partito conservatore britannico. Accanto alla ministra dell’interno Theresa May e al ministro della giustizia Michael Gove ci saranno anche i ministri Andrea Leadsom e Stephen Crabb e l’ex ministro Liam Fox. La principale sorpresa è la candidatura di Gove, che si pensava sostenesse Boris Johnson, e la decisione dello stesso Johnson di non candidarsi.
Arrivato nel porto di Augusta il relitto del naufragio dell’aprile 2015 nel canale di Sicilia. Il relitto del peschereccio che si inabissò al largo delle coste libiche tra il 18 e il 19 aprile del 2015 con almeno 800 persone a bordo, è arrivato nel porto di Augusta, in provincia di Siracusa. Nei prossimi giorni sarà trasferito in un capannone dove si procederà all’identificazione dei 250-300 corpi che ancora si trovano al suo interno.
Lo zio di una delle vittime degli attacchi all’aeroporto Atatürk del 28 giugno durante i funerali a Istanbul. Il bilancio delle vittime dell’attentato è salito a 43.
Il Pentagono annulla il divieto di prestare servizio nelle forze armate ai transessuali. Il segretario alla difesa Ash Carter ha annunciato che, con effetto immediato, gli ufficiali in servizio nelle forze armate staunitensi potranno mostrare apertamente il loro orientamento sessuale e non potranno essere congedati per motivi legati all’orientamento stesso.
Le autorità statunitensi indagano sul primo incidente mortale di un’auto con il pilota automatico. La casa automobilistica Tesla, che produce macchine all’avanguardia, ha reso noto che il 7 maggio in Florida un’auto Model S, su cui era stato attivato il pilota automatico, si è schiantata contro un camion uccidendo il guidatore, Joshua Brown. I sensori della macchina non erano stati in grado di distinguere la fiancata del camion che stava attraversando la strada dallo sfondo del cielo chiaro.
Dopo 16 anni Adnan Syed, il protagonista del podcast statunitense Serial, avrà un nuovo processo. Nel 2000 Syed, un liceale di Baltimora, fu condannato all’ergastolo per l’omicidio dell’ex fidanzata. Syed si è sempre dichiarato innocente. Il 30 giugno un tribunale della sua città ha stabilito che il processo è da rifare perché la sua avvocata dell’epoca non aveva controinterrogato un testimone importante. La storia delle indagini e del processo contro Syed è stata seguita da milioni di persone negli Stati Uniti perché raccontata nel podcast Serial, andato in onda sulla radio pubblica. Nel corso dell’inchiesta giornalistica sono emersi alcuni dettagli sul caso che erano sfuggiti alla difesa, e per questo è stato chiesto un nuovo processo.
NUOVE NOTIZIE

IN PRIMO PIANO
NUOVE NOTIZIE

  • 01 Lug 2016 08.02

I titoli dei quotidiani di oggi

  • Corriere della Sera: “Scudo pubblico per le banche. Via libera dall’Ue”
  • La Repubblica: “Banche, sì allo scudo da 150 miliardi”
  • La Stampa: “Banche, sì dell’Ue allo scudo da 150 miliardi”
  • Il Sole 24 Ore: “Banche, via libera europeo allo scudo da 150 miliardi”
  • Il Fatto Quotidiano: “Banche, lo scudo col buco”
  • Il Giornale: “Tortura di Stato: ogni anno in cella mille innocenti”
  • Il Foglio: “Più Stato nelle banche inferme, così in Europa si impone la linea Draghi”
  • Il manifesto: “I fantasmi dell’Europa”
  • 30 Giu 2016 20.55

Le foto del giorno

Dai funerali delle vittime dell’attentato a Istanbul alla visita di Barack Obama in Canada: ventiquattr’ore in immagini. Leggi

pubblicità
  • 30 Giu 2016 20.22

I giapponesi si liberano degli oggetti inutili per ritrovare il senso delle cose

Il monolocale di Fumio Sasaki a Tokyo è così severo che gli amici lo paragonano a una stanza per interrogatori. Sasaki possiede tre camice, quattro paia di pantaloni, quattro paia di calze e pochi altri oggetti. Il problema non sono i soldi. Questo redattore di 36 anni ha compiuto una scelta di vita consapevole, unendosi a un numero crescente di giapponesi secondo i quali il meno è più. Leggi

  • 30 Giu 2016 19.05

La corruzione dell’era Kirchner in novanta chili di banconote

Nei loschi sobborghi di Buenos Aires, una notte d’inverno, un signore scende carico di sacchetti da un’automobile di lusso, incespica, suona il campanello di un monastero; nessuno gli apre. Il signore, disperato, lancia i sacchetti oltre il muro e scavalca; un abitante lo vede, si preoccupa e chiama la polizia. Leggi

  • 30 Giu 2016 18.08

Storie dal nostro pianeta

Dal 2007 l’Atkins Ciwem Environmental photographer premia i migliori fotografi, professionisti e non, che raccontano storie legate a tematiche sociali e ambientali, con il proposito di diffondere la consapevolezza su questioni come lo sviluppo sostenibile, i diritti umani e l’inquinamento del pianeta. Leggi

pubblicità
  • 30 Giu 2016 17.22
  • 30 Giu 2016 16.54

L’attentato all’aeroporto di Istanbul

Cosa sappiamo finora dell’attentato a Istanbul

Due giorni dopo l’attentato di martedì 28 giugno all’aeroporto internazionale Atatürk di Istanbul, il gruppo Stato islamico è il principale indiziato, ma le informazioni sull’accaduto sono poche e confuse. Ecco cosa sappiamo finora. Leggi

  • 30 Giu 2016 16.24

A tre anni dal golpe contro Morsi, in Egitto la democrazia è lontana

A tre anni dalle proteste di piazza Tahrir e dalla caduta del presidente islamista Mohamed Morsi, l’Egitto è ancora instabile. Con il presidente Abdel Fattah al Sisi arresti arbitrari, torture, sparizioni di oppositori e censura della stampa sono all’ordine del giorno. Il video dell’Afp. Leggi

  • 30 Giu 2016 15.58

Cinque modifiche urgenti per la formazione degli insegnanti

In questi giorni sta finendo l’anno di prova per le decine di migliaia di docenti assunti lo scorso autunno. Si è trattato di un minicorso di formazione, che senza voler sempre essere polemici, va ripensato nel metodo e nel merito. Leggi

  • 30 Giu 2016 15.30

Verso la grotta sacra

Un sadhu, considerato un uomo sacro per gli indù, raccoglie dell’acqua prima di partecipare al pellegrinaggio alla grotta sacra di Amarnath, nello stato del Jammu e Kashmir. Nella grotta, a circa 3.880 metri di altezza sul livello del mare, si trova uno dei più importanti santuari dedicati a Shiva, il dio della distruzione e della rigenerazione.
pubblicità
  • 30 Giu 2016 15.10

La Brexit mette a rischio i voli low cost

A partire dagli anni novanta, la struttura liberalizzata dell’aviazione europea ha portato molti vantaggi alle compagnie aeree e ai passeggeri, incentivando la concorrenza, abbassando i prezzi e creando una nuova domanda. E anche determinando la democratizzazione del viaggio per gli europei. Leggi

  • 30 Giu 2016 14.41

Le nuove donne del cacao

La Costa d’Avorio è il principale produttore al mondo di cacao. Nelle piantagioni lavorano principalmente donne e bambini, spesso vittime di tratta e venduti e sfruttati. Un’imprenditrice ivoriana ha deciso di offrire alle donne un’opportunità di emancipazione. Leggi

  • 30 Giu 2016 13.55

Per le donne vale ancora la pena sposarsi?

Due libri pubblicati di recente da due giornaliste statunitensi hanno soffiato sulle braci quasi spente del dibattito sul matrimonio, l’unione, l’enorme quantità di lavoro che ci vuole per mandare avanti la baracca e se vale la pena sposarsi per le donne che antepongono la loro autonomia alla sicurezza (sempre minore) offerta dalla vita di coppia. Leggi

  • 30 Giu 2016 13.20

Verso l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea

C’è un modo per tornare indietro dalla Brexit?

La vittoria della Brexit pone diversi problemi soprattutto di ordine costituzionale. Il referendum consultivo infatti dovrà essere ratificato dal parlamento, che potrebbe bloccarne l’applicazione. In molti si chiedono se ci sia un modo per tornare indietro. Ecco alcune possibilità. Leggi

  • 30 Giu 2016 12.53

Anatomia di una scena

Carmine Amoroso racconta una scena di Porno & libertà

“In questo lavoro racconto la storia di un gruppo di anticonformisti che negli anni sessanta e settanta ha combattuto contro la censura e per la libertà sessuale attraverso la pornografia”, spiega Carmine Amoroso, regista di Porno & libertà. “Per realizzare questo documentario abbiamo usato diversi mezzi di ripresa, mischiando interviste, foto e molte immagini di repertorio scelte in decine di archivi”. Leggi

pubblicità
  • 30 Giu 2016 12.18

Occasione

E se alla fine non fosse poi così grave? E se anzi il risultato del referendum britannico riuscisse finalmente ad avviare un dibattito serio, approfondito e partecipato sull’Unione europea? Il primo colpo è stato sicuramente duro, perfino drammatico, ma – per ora – è stato soprattutto simbolico. Leggi

  • 30 Giu 2016 11.45

Coltivare alghe e crostacei salverà il mare

Sono nato in un piccolo villaggio di pescatori sulla costa dell’isola di Terranova, in Canada. A quattordici anni ho lasciato la scuola e ho cominciato la mia vita in mare. Ho pescato tonni e aragoste nelle acque atlantiche dei Grandi banchi di Terranova, poi mi sono spostato nel mare di Bering per la pesca di merluzzi e granchi. Il problema era che stavamo distruggendo interi ecosistemi con le reti a strascico. Così andammo alla ricerca di soluzioni più sostenibili. Leggi

  • 30 Giu 2016 10.45

La visita di Barack Obama in Canada

Il presidente statunitense Barack Obama firma il libro degli ospiti nella sede del parlamento di Ottawa, in Canada. Alle sue spalle il primo ministro canadese Justin Trudeau e sua moglie.
  • 30 Giu 2016 10.31

L’Onu lascia la Liberia, ora sarà il governo a dover difendere i cittadini

Oggi termina la missione di pace delle Nazioni Unite in Liberia. Dal 2003 quindicimila caschi blu sono stati inviati nel paese, dopo due guerre civili che hanno provocato la morte di centinaia di migliaia di persone. Dopo tredici anni tocca alle forze liberiane garantire la sicurezza nazionale. Il video dell’Afp. Leggi

  • 30 Giu 2016 09.54

La polizia messicana accusata di violenze sulle detenute

In Messico, le donne incarcerate non ricevono né sostegno né aiuto. In un rapporto reso pubblico il 28 giugno, Amnesty international rivela che la grande maggioranza di loro è vittima di abusi sessuali commessi dagli agenti delle forze di sicurezza. Leggi