NUOVE NOTIZIE

IN DIRETTA
NUOVE NOTIZIE

  • 28 Mar 2015 17.47

In fuga da Sanaa

Le persone fuggono da Sanaa, capitale dello Yemen, per paura di nuovi riad aerei. Molte case sono state distrutte negli ultimi tre giorni, da quando una coalizione guidata dall’Arabia Saudita prova a fermare con bombardamenti l’avanzata degli sciiti houthi nel paese. Mohamed al-Sayaghi, Reuters/Contrasto
  • 28 Mar 2015 17.10

La manifestazione politica della Fiom

Maurizio Landini, segretario generale della Fiom, durante la manifestazione a Roma contro le politiche del governo di Matteo Renzi. Massimo Percossi, Ansa

Si è svolta a Roma la manifestazione organizzata dalla Fiom contro il Jobs act. Maurizio Landini, segretario generale della Fiom, aprendo il corteo ha detto: “La novità vera e importante è che a questa manifestazione c’è tutta la Cgil. Li ringrazio tutti”. Il segretario ha poi aggiunto: “In Italia tutti fanno politica e questa teoria che il sindacato non fa politica è una sciocchezza. Se il sindacato proclama uno sciopero generale contro il governo non è un atto politico? In questo paese tutti hanno fatto politica, compresa Confindustria che è andata dal governo”. Askanews

  • 28 Mar 2015 16.55

Un uomo ha sparato davanti alla sede del congresso dei magistrati

Un uomo ha sparato due colpi di pistola davanti al teatro Cilea di Reggio Calabria, intorno alle 16.00. I carabinieri hanno bloccato l’uomo, lo hanno arrestato e hanno perquisito la sua auto.

All’interno del teatro era presente il ministro della giustizia Andrea Orlando, ospite del congresso nazionale di Magistratura democratica. Sono ancora ignote le ragioni del gesto. Askanews

  • 28 Mar 2015 16.29

La nigeria al voto

Ritardi e problemi tecnici in Nigeria, in alcune zone si voterà domani

Le operazioni di voto per eleggere il parlamento federale e il nuovo presidente della Nigeria hanno subìto delle interruzioni per problemi tecnici.

Dopo la prima fase della giornata dedicata alle procedure di identificazione degli elettori, alcuni problemi nel sistema di lettura delle schede biometriche usate per la prima volta quest’anno hanno causato forti ritardi.

In alcune zone le votazioni sono state sospese. Le autorità della commissione elettorale hanno detto che nei seggi in cui le attività sono state interrotte si potrà riprendere a votare domani. Afp

  • 28 Mar 2015 16.20

Matteo Renzi è forte al centro ma debolissimo in periferia

Guarda lontano da palazzo Chigi e scoprirai che il Partito democratico (Pd) è un partito debole, poroso, non controllato dai suoi vertici. Il partito che ha ottenuto il 40 per cento alle ultime elezioni europee, quel partito che Matteo Renzi governa in consiglio dei ministri e in parlamento con la bacchetta di legno, sbaragliando un giorno sì e l’altro pure l’irrilevante opposizione della sinistra interna, è in realtà chiuso nelle stanze del potere. Leggi

  • 28 Mar 2015 16.08

La nigeria al voto

Il voto del presidente Goodluck Jonathan

Il presidente della Nigeria, Goodluck Jonathan, vota nel suo seggio a Otuoke, nello stato di Bayelsa, nel sud del paese. I nigeriani oggi votano per eleggere il parlamento federale e il nuovo presidente. Goodluck Jonathan è il candidato del Partito democratico popolare (Pdp). Afolabi Sotunde, Reuters/Contrasto
  • 28 Mar 2015 15.58

Andreas Lubitz voleva curarsi per dei problemi alla vista che avrebbero potuto mettere a rischio la sua capacità di continuare a pilotare. Lo hanno detto due fonti ufficiali coinvolte nelle indagini. The New York Times

  • 28 Mar 2015 15.43

Esploso un deposito di armi nello Yemen

Nove persone morte per l’esplosione del deposito di armi nello Yemen

Sono stati trovati nove corpi carbonizzati dopo l’esplosione del deposito di armi nella città di Aden, nel sud dello Yemen. Altre vittime potrebbero essere rimaste nell’interno del complesso. Afp

L’esplosione del deposito di armi nella città portuale di Aden, nel sud dello Yemen. Nabeel Quaiti, Reuters/Contrasto
  • 28 Mar 2015 15.28

Gruppi di jihadisti hanno conquistato la città siriana Idlib

Alcuni gruppi di jihadisti, tra cui il Fronte al nusra, legato ad Al Qaeda, hanno conquistato la città siriana di Idlib, per la prima volta da quando è cominciato il conflitto nel paese.

Con la presa della città, capitale della provincia nordoccidentale omonima Idlib, i miliziani controllano la seconda provincia dopo Raqqa, roccaforte del gruppo Stato islamico e bersaglio dei raid condotti dalla coalizione guidata dagli Stati Uniti.

Ad ottobre i combattenti del gruppo Fronte al nusra hannolanciato una serie di attacchi contro l’edificio del governo siriano locale e alcuni posti di blocco a Idlib. Reuters

  • 28 Mar 2015 14.57

La nigeria al voto

Sei persone uccise da Boko haram durante le elezioni in Nigeria

Sei persone che andavano a votare nel nordest della Nigeria sono morte per due attacchi del gruppo terroristico Boko haram. Un attacco è avvenuto a Ngalda, nello stato di Yobe, e l’altro nel villaggio di Woru, nello stato di Gombe.

Nei due attacchi gli uomini armati hanno aperto il fuoco sui votanti mentre si recavano ai seggi per eleggere il nuovo presidente e rinnovare il parlamento federale. Reuters

  • 28 Mar 2015 14.48

Razzi contro il gruppo Stato islamico

Le forze armate irachene lanciano razzi contro i miliziani del gruppo Stato islamico durante gli scontri per prendere la città di Tikrit, nel nord dell’Iraq. Thaier Al-Sudani, Reuters/Contrasto
  • 28 Mar 2015 14.26

Il presidente dello Yemen va in Arabia Saudita

Il presidente dello Yemen, Abd Rabbo Mansur Hadi, non rientrerà per il momento nel suo paese e ha lasciato il vertice della Lega araba, in Egitto, con il re dell’Arabia Saudita, Salman bin Abdelaziz, per andare a Riyadh.

I due capi di stato erano a Sharm el Sheikh per discutere della crisi nello Yemen e della formazione di una forza congiunta dei paesi arabi contro i ribelli sciiti houthi. Afp

  • 28 Mar 2015 13.39

Sono morte 54 persone ad Aden negli ultimi tre giorni

Sono morte 54 persone e 187 sono rimaste ferite per i combattimenti tra fazioni rivali armate che si sono svolti negli ultimi tre giorni per le strade della città di Aden, nello Yemen.

Ad Aden è esploso questa mattina un deposito dell’esercito. Secondo i testimoni ci sarebbero morti e feriti ma non si conosce ancora il numero delle vittime. Afp

  • 28 Mar 2015 13.09

La nigeria al voto

Due morti per attacchi durante le elezioni in Nigeria

Almeno due persone sono morte per l’attacco a due seggi nel nordest della Nigeria, poco dopo l’inizio delle operazioni di voto. Uomini armati hanno attaccato i villaggi di Birin Bolawa e Birin Funali, nello stato di Gombe.

A febbraio, il leader del gruppo terroristico Boko haram aveva minacciato il processo elettorale perché “non conforme all’islam”. Afp

  • 28 Mar 2015 13.00

Il mondo all’una

Nigeria. Sono in corso le operazioni di voto per eleggere il parlamento federale e il presidente del paese. Gli elettori registrati sono 68,8 milioni su una popolazione di 177 milioni di persone. I candidati favoriti sono l’attuale presidente Goodluck Jonathan, e Muhammadu Buhari, ex generale, proveniente dal nord musulmano.

Francia. Il copilota della Germanwings, che ha provocato l’incidente dell’aereo del 24 marzo, soffriva di “problemi di salute” e aveva promesso che un giorno avrebbe commesso un atto che avrebbe “cambiato il sistema”. “Tutti conosceranno il mio nome e se lo ricorderanno”, aveva detto Andrea Lubitz, secondo quanto ha dichiarato al quotidiano tedesco Bild, la sua ex fidanzata.

Egitto. È in corso a Sharm el Sheikh il vertice con i rappresentanti della Lega araba. Il re saudita, Salman bin Abdelaziz, che guida la coalizione militare contro i ribelli sciiti houthi nello Yemen, ha detto che i bombardamenti dureranno “fino a che non tornerà la sicurezza” nel paese.

Somalia. Il bilancio dell’attacco all’hotel di Mogadiscio di ieri è salito a 15 vittime. L’assedio delle forze di sicurezza è finito durante la notte. Tra i morti c’è anche l’ambasciatore somalo in Svizzera. I feriti sono almeno 20. Sono morti alcuni civili, guardiani dell’hotel e soldati del governo. L’attentato è stato rivendicato dai jihadisti di Al Shabaab

Italia. La corte di cassazione ha annullato la condanna di Amanda Knox e Raffaele Sollecito, assolvendoli in via definitiva per l’omicidio della studentessa britannica Meredith Kercher, uccisa a Perugia il 1 novembre 2007. La cassazione ha accolto il ricorso degli avvocati della difesa di Sollecito e Knox che contestavano la condanna della corte d’assise d’appello di Firenze, emessa il 30 gennaio del 2014. Il tribunale fiorentino aveva condannato in secondo grado Knox a 28 anni e sei mesi di reclusione e Sollecito a 25 anni di reclusione.

  • 28 Mar 2015 12.45

Esploso un deposito di armi nello Yemen

Esplosioni ad Aden, nello Yemen

Una serie di esplosioni che hanno colpito un deposito dell’esercito yemenita sono state avvertite nella città di Aden, nel sud dello Yemen. Non si conosce ancora il numero delle vittime. Le esplosioni si sono sentite in tutta la città e dopo alcune colonne di fumo si sono sollevate sopra il deposito. Afp

  • 28 Mar 2015 12.29

La nigeria al voto

In attesa di votare

Una donna aspetta di registrarsi per votare in un seggio elettorale di Kano, in Nigeria. Oggi si vota nel paese per eleggere il parlamento federale e il presidente. Goran Tomasevic, Reuters/Contrasto
  • 28 Mar 2015 12.25

Il copilota Andreas Lubitz avrebbe nascosto alla Germanwings la sua malattia

“Un giorno tutti conosceranno il mio nome”, avrebbe detto Andrea Lubitz

Il quotidiano scandalistico tedesco Bild ha intervistato una donna che dichiara di essere l’ex fidanzata di Andrea Lubtiz, il copilota della Germanwings che ha provocato l’incidente aereo del 24 marzo. Si tratterebbe di una hostess di 26 anni, di nome Maria.

Secondo la donna, Lubitz le avrebbe detto: “Un giorno farò qualcosa che cambierà tutto il sistema, e tutti conosceranno il mio nome e se ne ricorderanno”. Il copilota avrebbe fatto precipitare l’aereo “perché aveva capito che a causa dei suoi problemi di salute il grande sogno di diventare un comandante della Lufthansa era praticamente irrealizzabile”.

Una cerimonia nazionale per ricordare le 150 vittime si terrà nella cattedrale di Colonia, in Germania, il 17 aprile. Parteciperà la cancelliera Angela Merkel. Afp

  • 28 Mar 2015 12.06

Stampare la torre Eiffel è sempre più facile

Stampanti 3D più veloci ed economiche: è questa la promessa di un articolo pubblicato su Science. La ricerca descrive una macchina che utilizza una resina liquida per fabbricare forme solide in pochi minuti. Leggi

  • 28 Mar 2015 11.43

Il re dell’Arabia Saudita: “Bombardamenti finché non tornerà la sicurezza” nello Yemen 

Il re dell’Arabia Saudita, Salman bin Abdelaziz, che sta guidando la coalizione militare contro i ribelli sciiti houthi nello Yemen, ha detto durante il vertice a Sharm el Sheikh, in Egitto, che i bombardamenti dureranno “fino a che non tornerà la sicurezza” nel paese.

Il vertice della Lega araba a Sharm el Sheikh, che durerà due giorni, sarà dominato dal progetto di creare una forza militare per risolvere il conflitto nello Yemen. Afp