Ultim’ora
Burhan Ozbilici dell’Ap  vince il World press photo per la foto dell’assassinio dell’ambasciatore russo in Turchia
 
  •    

Il mondo adesso

Le nuove linee guida del dipartimento di sicurezza nazionale statunitense consentono più espulsioni. I documenti in cui si delinea l’attuazione dell’ordine esecutivo di Donald Trump autorizzano il rimpatrio di immigrati irregolari che hanno commesso qualsiasi tipo di reato, anche lieve. Durante l’amministrazione di Barack Obama venivano espulsi gli immigrati che avevano commesso reati gravi o che costituivano una minaccia per la sicurezza nazionale. Il dipartimento prevede inoltre l’assunzione di 10mila agenti per la sicurezza di frontiera. Trump intanto ha nominato il generale McMaster nuovo consigliere per la sicurezza nazionale statunitense.
Scontri a Roma durante le proteste di tassisti e ambulanti. Dopo il lancio di oggetti contro la polizia, i manifestanti sono stati caricati dalle forze dell’ordine davanti alla sede del Partito democratico. Due sono stati portati in ospedale. Due appartenenti al movimento di estrema destra Forza Nuova sono stati fermati. Lo sciopero va avanti da sei giorni. I tassisti contestano un emendamento del decreto cosiddetto milleproroghe, che secondo loro liberalizza il settore. Mercoledì 22 febbraio è previsto anche uno sciopero degli autobus.
Continua l’offensiva irachena sulla città di Mosul. L’esercito iracheno ha occupato Albu Sayf, villaggio a sud di Mosul che domina sull’aeroporto, considerato un punto strategico per la conquista della parte della città a ovest del fiume Tigri, ancora controllata dal gruppo Stato Islamico. L’offensiva, sostenuta dagli Stati Uniti, è stata annunciata formalmente il 19 febbraio dal primo ministro iracheno Haider al Abadi.
pubblicità
Il soldato israeliano Elor Azaria condannato a 18 mesi di carcere. È una sentenza molto più lieve di quella chiesta dall’accusa, che voleva almeno tre anni. Il 4 gennaio era stato riconosciuto colpevole da un tribunale militare dell’omicidio colposo del palestinese Abd Fatah al Sharif, che nel marzo del 2016 a Hebron aveva aggredito un soldato israeliano con un coltello. Azaria aveva sparato ad Al Sharif senza un valido motivo, quando il palestinese era già stato ferito e immobilizzato. Il caso di Azaria ha mobilitato l’opinione pubblica israeliana e oggi decine di persone hanno manifestato in suo favore davanti al quartier generale dell’esercito.
Attentato al tribunale di Charsadda, nel nord del Pakistan, almeno sette morti. Almeno sette persone sono morte e altre quindici sono rimaste ferite in un attacco suicida contro il tribunale di Charsadda, una trentina di chilometri a nordest di Peshawar. Tre uomini armati di granate e armi d’assalto hanno fatto irruzione nella corte, per poi essere uccisi dalla polizia. L’attacco è stato rivendicato da una fazione dei taliban pachistani, il gruppo Jamaat-ul-Ahrar.
A Zawiya, nell’ovest della Libia, la corrente porta a riva i corpi di 74 migranti. I corpi sono stati trovati il 20 febbraio su una spiaggia vicino a Zawiya, sulla costa occidentale della Libia. Lo riferisce l’organizzazione umanitaria Mezzaluna rossa, secondo la quale il naufragio è avvenuto probabilmente nei due giorni precedenti. Le vittime sono in grandissima parte uomini adulti.
Un gregge attraversa il lago ghiacchiato Puma Yumco, nella regione autonoma cinese del Tibet. Ogni anno le pecore affrontano questo percorso per migrare sulle due isole del lago.
Cancellato il decreto all’origine delle manifestazioni di piazza in Romania. La camera dei deputati di Bucarest ha votato a larga maggioranza un provvedimento che cancella il decreto approvato dal governo il 31 gennaio. Il provvedimento depenalizzava alcuni reati di corruzione e aveva fatto nascere grandi manifestazioni contro il governo socialdemocratico. Il senato aveva già votato a favore del suo ritiro.
Parigi nel 2016 ha perso un milione e mezzo di turisti. Il Comité régional du tourisme di Paris Île-de-France ha annunciato che nel 2016 la presenza di turisti nella regione ha subito una flessione del 4,7 per cento, pari a un milione e mezzo di persone, con una perdita stimata di circa 1,3 miliardi di euro. La causa di questo ribasso è da attribuire principalmente alla minaccia terroristica, che ha scoraggiato soprattutto cinesi e giapponesi.
Annunciate le candidature ai David di Donatello. Fai bei sogni di Marco Bellocchio, Fiore di Claudio Giovannesi, Indivisibili di Edoardo De Angelis, La pazza gioia di Paolo Virzì e Veloce come il vento di Matteo Rovere sono i candidati al premio come miglior film assegnato ogni anno dall’Accademia del cinema italiano. I film di Edoardo De Angelis e Paolo Virzì sono quelli che hanno ricevuto il maggior numero di candidature (17), seguiti da Veloce come il vento (16). Una curiosità: Angela e Marianna Fontana, che interpretano le gemelle siamesi di Indivisibili, hanno ricevuto un’unica candidatura “collettiva” come miglior attrice protagonista. La cerimonia di premiazione sarà lunedì 27 marzo 2017.
NUOVE NOTIZIE

IN PRIMO PIANO
NUOVE NOTIZIE

  • 21 Feb 2017 19.31

Love live

Dicono di fare tango punk e d’insegnare (come da titolo del nuovo album) Scienze della maleducazione gli España Circo Este, questi italiani argentini che equiparano italiano e spagnolo, chitarre elettriche, violini e fisarmoniche. Leggi

  • 21 Feb 2017 18.05

Parlare alla pancia o al cervello

Trump? Grandissimo comunicatore. Che abilità, che tecnica: ecco uno che sa parlare all’intestino. E Marine Le Pen? Anche lei, va diritta alla pancia dei francesi. Perché Donald ha vinto e lei potrebbe vincere? Perché hanno saputo trovare parole nuove e giuste. Cosa significa nuove e giuste? Leggi

pubblicità
  • 21 Feb 2017 17.01

Il messaggio di Danny Lyon

Danny Lyon è una delle figure fondamentali nella street photography statunitense, che a partire dagli anni sessanta ha puntato il suo obiettivo su quelle persone considerate ai margini della società e l’ha fatto instaurando una straordinaria intimità con i suoi soggetti. Leggi

  • 21 Feb 2017 16.11

Quattro film che si salvano alla Berlinale

Il concorso della sessantasettesima edizione del Festival di Berlino è stato uno dei più deboli degli ultimi dieci anni. Ecco quattro eccezioni alla mediocrità, a partire da due documentari che rispolverano e ricollocano nel presente due iconoclasti culturali del dopoguerra. Leggi

  • 21 Feb 2017 14.56

In Cina il turismo alternativo può riservare delle sorprese

Nella prima metà del 2016 i turisti stranieri in Cina sono stati quasi 70 milioni, generando un giro d’affari di circa 60 miliardi di dollari. La torta è ricca e in costante crescita. Anche se la maggior parte dei visitatori viene da Hong Kong o dai paesi asiatici, sempre più agenzie o piccoli operatori puntano alla clientela occidentale. Leggi

pubblicità
  • 21 Feb 2017 14.16

La vignetta di Smaller

“Penso che vada aggiustato il dosaggio. Non mi sento felice come le persone nella pubblicità”.
  • 21 Feb 2017 13.38

Sta per arrivare Nintendo Switch: è il ritorno della Wii?

La nuova piattaforma di gioco della casa di Kyoto è come al solito diversa dal resto del mercato videoludico, ma forse non abbastanza. Riuscirà Nintendo a replicare il successo della Wii? Leggi

  • 21 Feb 2017 13.13

C’era una volta un partito

Il Partito democratico era uno dei pochi partiti socialisti e democratici europei che poteva vantare di avere tra le sue file il capo del governo e addirittura l’unico partito di centrosinistra in tutta l’Unione europea in grado di vincere le elezioni europee del 2014 con il 40,8 per cento. Ora, mentre si va verso la scissione, il futuro è sempre più incerto. Leggi

  • 21 Feb 2017 12.45

Da profugo a fotografo, la storia di Sinawi Medine

Anni fa aveva intrapreso un viaggio lungo e doloroso. Era fuggito dal suo paese, l’Eritrea. Aveva attraversato prima il deserto e poi il mare ed era arrivato in Europa senza niente. Ora, con una macchina fotografica in mano e a bordo di una nave di salvataggio attiva nel Mediterraneo, guarda negli occhi i migranti e rivede se stesso. Sinawi Medine racconta al Washington Post il suo lavoro. Leggi

  • 21 Feb 2017 12.04

A 93 anni Robert Mugabe non molla le redini dello Zimbabwe 

Il presidente dello Zimbabwe Robert Mugabe oggi festeggia il 93° compleanno. In un’intervista alla radio pubblica ha respinto ancora una volta l’idea di cedere il potere dopo 36 anni. Leggi

pubblicità
  • 21 Feb 2017 11.09

La rabbia prolungata ci impedisce di reagire in modo efficace

Di questi tempi, essere arrabbiati con i politici tende a sostituire l’azione: è un’esperienza emotiva che crea assuefazione e ci illude che stiamo facendo qualcosa, mentre in realtà non è altro che un diversivo. Leggi

  • 21 Feb 2017 10.24

In Nepal le donne della casta badi cercano il loro riscatto

Per decenni le donne appartenenti alla casta badi sono state spinte dalle famiglie a prostituirsi per sopravvivere. Oggi la situazione è cambiata, ma nella società nepalese la discriminazione è ancora molto forte. Il reportage di Filippo Brachetti. Leggi

  • 21 Feb 2017 09.41

Marine Le Pen e la guerra in Siria

La candidata alla presidenza francese che oggi è in testa nei sondaggi il 20 febbraio era in visita in Libano. Non aveva mai avuto l’occasione di presentare in modo così solenne e così vicino a Damasco la sua opinione sulla crisi siriana Leggi

  • 21 Feb 2017 09.02

Neve a Pechino

Una donna guida una bicicletta elettrica durante una nevicata a Pechino, in Cina.
  • 21 Feb 2017 08.06

I titoli dei quotidiani di oggi

  • Corriere della Sera: “Il Pd e la scissione, l’ora dello strappo, Emiliano vacilla”
  • La Repubblica: “Prodi: un suicidio la scissione del Pd”
  • La Stampa: “Pd, si incrina il fronte degli avversari di Renzi”
  • Il Sole 24 Ore: “Il rischio bolla non spaventa i mercati”
  • Il Messaggero: “Pd, scissione in ordine sparso”
  • Il Fatto Quotidiano: “Quirinale, Europa e banche frenano la scissione del Pd”
  • Libero: “20.000 italiani in Albania”
  • Il Giornale: “Palazzo Chigi finanzia la rete dei bordelli gay”
  • Il Foglio: “Una sinistra senza catene, finalmente”
pubblicità
  • 20 Feb 2017 20.00

Le foto del giorno

Dall’attentato in un mercato di Mogadiscio, in Somalia, ai festeggiamenti per il carnevale ad Haiti: ventiquattr’ore in immagini. Leggi

  • 20 Feb 2017 19.04

Latinoaustraliana spiega perché i giovani lasciano l’Italia

Dagli anni cinquanta fino al 1976 decine di migliaia di italiani emigrarono ogni anno in Australia. Oggi migliaia di persone sotto i trent’anni ci vanno con visti di lavoro da sei mesi e alcune rimangono lì. Zangari è uno di loro e in questo libro racconta la sua esperienza. Leggi

  • 20 Feb 2017 18.02

Dodici anni, palestinese e presunto colpevole

L’avvocato di S, un palestinese di 12 anni, ha negoziato l’accordo con il procuratore militare israeliano: invece del rilascio immediato con una multa astronomica, ha ottenuto 17 giorni di prigione con una multa ridotta. Il ragazzino ha lanciato veramente i sassi? S nega. Rifiutare l’accordo, però, avrebbe significato restare in prigione per un periodo più lungo. Leggi

  • 20 Feb 2017 17.12

La vita in scena

Skēnē (dal greco che indica lo spazio scenico) è il titolo scelto dal fotografo Alex Majoli per raccogliere una serie di immagini che esplorano la condizione umana e gli elementi più oscuri della società. Leggi

  • 20 Feb 2017 16.45

Gimme danger è un film imperdibile per i fan degli Stooges

Il documentario di Jim Jarmusch, nelle sale italiane il 21 e 22 febbraio, è un atto d’amore nei confronti della band statunitense. È un film che piacerà molto agli appassionati della band di Iggy Pop, ma potrebbe risultare meno esaltante per chi ha meno familiarità con il gruppo statunitense. Leggi