Migrazioni

Migrazioni

Corsa a ostacoli, popolazioni in fuga e nuovi muri Leggi

Sinai, viaggio nella barbarie

Voyage en barbarie è un’indagine sul traffico di esseri umani nel Sinai, raccontato attraverso la testimonianza di tre sopravvissuti. Il documentario, presentato al festival di Ferrara, ha vinto il premio Albert Londres 2015, tra i più importanti riconoscimenti del giornalismo francesi. Oggi sarà proiettato a Palazzo Giustiniani, a Roma. Leggi

pubblicità
  • 27 Ott 2015 10.28

Il mondo di fronte alla crisi dei migranti

Il 2015 è stato l’anno dei migranti in tutto il mondo e un anno di chiusura delle frontiere. E come sarà il 2016? Intervista con i giornalisti Bernard Guetta, Mujib Mashal e Jeff Sparrow e con il vignettista Sam Walmann al festival di Internazionale a Ferrara. Leggi

Il viaggio in Africa dei migranti in una mappa

Le rotte migratorie sono più o meno note, ma contano i dettagli. Questa mappa è stata disegnata sulla base di centinaia di testimonianze di migranti raccolte da Medici per i diritti umani, tra l’estate 2014 e la primavera 2015, durante la loro attività di assistenza sanitaria e psicologica. Leggi

Dall’Europa al Messico, perché è impossibile chiudere le frontiere

Le gang, i migranti, il narcotraffico, la violenza, la corruzione della polizia, il traffico di essere umani. La situazione al confine tra Messico e Stati Uniti raccontata dal giornalista salvadoregno Óscar Martínez. Leggi

pubblicità
Salvati 1.300 migranti nel canale di Sicilia

La Marina militare italiana ha portato a termine quattro operazioni di salvataggio di imbarcazioni con a bordo migranti nel canale di Sicilia. Circa novecento persone salvate dalle navi Borsini, Driade ed Etna, insieme ai mercantili Cougar e St. Jerneborg, sono in arrivo a Messina. Altri quattrocento migranti sono invece trasportati verso Pozzallo, nel ragusano. Tra loro c’è anche il corpo di un giovane deceduto; la polizia ha avviato le indagini per accertare le cause della morte.

A bordo della nave Etna, una giovane nigeriana ha partorito un bambino.

Il papa parla dei migranti a Strasburgo

Papa Francesco parlando al parlamento europeo di Strasburgo ha detto: “È necessario affrontare insieme la questione migratoria. Non si può tollerare che il mar Mediterraneo diventi un grande cimitero”. Ansa

Benvenuti in America

Ogni anno gli Stati Uniti consentono l'ingresso di 80mila rifugiati, cioè di persone che non possono o non vogliono vivere nel loro paese d'origine a causa o per paura di una persecuzione per motivi razziali, religiosi, politici, di nazionalità o di appartenenza a un ceto sociale. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.