Storia

Immaginario

Ha sfatato il mito degli italiani brava gente e del colonialismo “mite e bonario”, obbligando il paese a guardare senza bugie al suo passato. Partigiano, giornalista e storico, Angelo Del Boca è morto a Torino il 6 luglio 2021. Leggi

Popolare

Eric Hobsbawm conosceva bene l’Italia. La sua intervista ad Achille Occhetto sul futuro della sinistra è nel nuovo numero di Internazionale storia, Avanti popolo!: la storia del Pci raccontata dalla stampa di tutto il mondo. Leggi

pubblicità
I conti con il passato di Francia e Regno Unito

Gli Stati Uniti hanno avviato una riflessione sul loro passato schiavista, e cominciano a dare il giusto riconoscimento alla loro diversità demografica. Lo stesso non è ancora successo in Europa. Leggi

Una mappa per ricordare i crimini del colonialismo italiano

A chi strilla che “il passato non si cancella” bisogna ribattere che un monumento o una targa non sono il passato ma il presente. Il 19 febbraio è la giornata giusta per affrontare e ridiscutere le tracce del colonialismo, con l’aiuto di una mappa. Leggi

Italiani al bivio

Il risorgimento, il regime fascista, la sua caduta, il ruolo della memoria: cinque saggi di Claudio Pavone per capire la continuità e la discontinuità della storia. Leggi

pubblicità
Paradiso

Portano il colera. Vivono in quartieri affollati in cui aleggiano odori nauseabondi. Passano le serate ascoltando le piacevoli note dei loro strumenti, in cortili sudici e con l’aria che odora di marcio. Leggi

Come cambiare la storia dell’umanità

La disuguaglianza è considerata una conseguenza inevitabile della civiltà. Ma molti studi smentiscono questa tesi e suggeriscono che un’alternativa è possibile. Dall’archivio di Internazionale. Leggi

Un veterano torna in Vietnam con le foto scattate durante la guerra

“È bello essere qui e vedere quanto le cose sono cambiate in questi cinquant’anni”. Un veterano statunitense della guerra del Vietnam torna nel paese e mostra alla gente del posto le foto scattate all’epoca. Leggi

La Russia di Putin divisa sul ricordo del gulag

Dalla caduta dell’Unione Sovietica infuria in Russia una guerra della memoria. Ong, ricercatori e attivisti continuano a lavorare infaticabilmente per preservare una memoria indipendente del gulag, mentre lo stato cerca di controllarla. Leggi

Viaggio nella memoria dei conflitti europei

Vicino a Praga sono conservati i rapporti sul campo degli osservatori dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, un punto di riferimento per i tribunali della giustizia internazionale. Leggi

pubblicità
Le guerre della memoria in Europa centrale e orientale

A trent’anni dalla fine della guerra fredda, la Russia sta cercando di imporre ai paesi dell’ex blocco sovietico la sua interpretazione degli eventi del novecento. La narrazione del passato diventa strumento di pressione. Leggi

Abbiamo bisogno di statue giuste

Negli Stati Uniti e nel mondo sono state abbattute centinaia di monumenti. Ma gli eroi non ci mancano. Molti di loro non sono stati abbastanza celebrati, perché erano donne o neri. Leggi

Quando la violenza coloniale tornò a casa

La supremazia razziale è stata storicamente esercitata attraverso il colonialismo, la schiavitù, la segregazione, la ghettizzazione, le leggi sull’immigrazione razziste, le guerre neoimperaliste e la carcerazione di massa. Dall’archivio di Internazionale. Leggi

Le ferite del passato sono ancora aperte

Le manifestazioni contro il razzismo pongono una questione cruciale: quella delle riparazioni legate a un passato coloniale e schiavista che non passa. Leggi

Montanelli non merita una statua

La sua manifesta misoginia e la sua rivendicazione del passato colonialista ne fanno una persona a cui non tributare un monumento. Leggi

pubblicità
Salvati dai piccioni

Non solo sono animali più intelligenti di quanto siamo disposti ad ammettere, ma hanno avuto un ruolo decisivo durante le due guerre mondiali. Dall’archivio di Internazionale. Leggi

Una vita romanzesca

Francesco Misiano è stato il primo bersaglio di rilievo delle violenze dei fascisti italiani. Pur essendo stato eletto due volte non gli fu mai permesso di svolgere il suo compito di parlamentare in condizioni anche solo vagamente normali. Leggi

Il gigante buono

Il deputato socialista Giuseppe Di Vagno fu il primo parlamentare italiano a essere ucciso dai fascisti, ma non sarebbe stato l’ultimo. Leggi

Un avvocato per gli operai

Difensore dei diritti dei lavoratori di Terni, Tito Oro Nobili fu rapito, torturato e mandato al confino. Dopo la guerra, entrò nell’assemblea costituente ma continuò la sua missione. Leggi

Un rivoluzionario in fuga

Magro, con gli occhialetti cerchiati in metallo e i baffi, Ercole Bucco era un oratore trascinante e un agitatore che infiammava gli animi. Ma la sua vita ha avuto molte svolte. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.